Royal Salerno volley, la rabbia di patron D'Andrea

Nota dell'ufficio stampa Royal Salerno volley

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Acque agitate in casa Royal Salerno. Domenica scorsa le diavolette rosa hanno incassato la sesta sconfitta stagionale nel derby in casa della Asd Virtus Volley Cava. E il fatto che lo stop esterno sia maturato al tie break e che dunque abbia fruttato almeno un punto in classifica per capitan Labano e compagne non basta a mitigare l’amarezza per l’ennesima occasione sciupata. La Royal, infatti, era in vantaggio di due set ed ha subito una clamorosa rimonta da parte del team metelliano. Più in generale la società presieduta da Pino D’Andrea si aspettava un rendimento ben diverso in questo avvio di stagione e mai si sarebbe immaginata di occupare la penultima posizione in classifica all’ottava giornata di campionato.

«Per noi è un periodo decisamente negativo – ha dichiarato il numero uno del club salernitano -, siamo entrati meritatamente nella zona play out. Ho l’impressione che le ragazze abbiano sottovalutato le avversarie in diverse occasioni, senza capire che le partite si vincono sul campo, dimostrando la propria superiorità con i fatti e non con i curricula. Sinceramente sono molto deluso da questo atteggiamento di presunzione e mi aspetto una reazione già dalla prossima casalinga, sebbene incontreremo la terza in classifica. Proprio per quello, come ho già detto alle ragazze subito dopo la sconfitta di domenica, o portiamo a casa i due i punti persi contro Cava, oppure la società prenderà provvedimenti in tal senso. L’impresa è difficile o proibitiva? Vorrà dire che dovranno dare quello che fino ad oggi non hanno dato. La Royal non merita queste posizioni, non lo meritano i dirigenti né tantomeno i tifosi. Le atlete che indossano questa maglia devono rendersi conto che hanno un compito importante e che hanno sempre il supporto di tutti, adesso è anche questione di dignità personale. Per quanto riguarda la guida tecnica, condivido in pieno il lavoro che sta svolgendo mister Veglia, ne condivido l’aspetto tecnico, tattico e comportamentale. Con lui e con il mister in seconda Paolo Cacace cerchiamo sempre di analizzare tutti i particolari, senza lasciare nulla al caso, per cui da questo punto di vista sono molto soddisfatto».

Domenica prossima, 16 dicembre, alle ore 18.30, la Royal Salerno ospiterà alla Palestra Paolo Masullo il Vulcano Buono in un incontro dal pronostico apparentemente favorevole alle ospiti (terze in classifica con 19 punti contro i 7 fin qui conquistati dalle diavolette rosa).

Torna su
SalernoToday è in caricamento