rotate-mobile
Sport Stadio Arechi

Salernitana-Ascoli, 2-1: tre punti d'oro per i Granata tra gli sbadigli

Match a bassi regimi per Mendicino e compagni. Primo tempo da sbadigli, con qualche sortita offensiva dei padroni di casa, che termina sullo 0-0. I lampi nella ripresa di Mendicino e Gustavo aprono la strada alla vittoria su un rinunciatorio Ascoli che pur riesce ad accorciare le distanze

Prosegue il Febbraio felice sotto la cura di Angelo Gregucci. Riacciuffati i paly-off al termine di una partita giocata in modo non entusiamante su un Ascoli con palesi limiti tecnici. Il massiccio avvicendamento di uomini, scelto dal trainer di casa al pronti-via del match, non produce alcun effetto in un primo tempo che vive di timide accelerazioni della Salernitana su un Ascoli che si limita ad ostruire la non troppo convinta manovra avversaria. Le reti di Mendicino e Gustavo, grazie all'ausilio di Foggia, aprono nella ripresa la strada al successo sui marchigiani che riescono a trovare la rete, in mischia, che accorcia le distanze. Timbra il cartellino, in definitiva, la Salernitana. Tre punti preziosissimi che fomentano miglioramenti ulteriori alla voce piazzamento all'interno della griglia degli spareggi post-season.

LA PARTITA. Ventiquattresima giornata di campionato. La notte porta rivoluzione a mister Gregucci. Sorprendente avvicendamento di uomini nello scacchiere in partenza dal 1': Tuia e Piva si rivedono insieme in retroguardia, si rivede Volpe, preferito a Montervino a far coppia innanzi alla difesa e dietro al trittico Foggia-Ampuero-Mounard che illumina l'unica punta Mendicino. Osservati speciali, in una partita da non steccare assolutamente sulla via della conferme, il sudamericano ed il francese (due delle tante novità di formazione) nel terzetto che giostra sulla trequarti. Tutto confermato per l'Ascoli, accompagnato all'Arechi da un nutrito gruppo di sostenitori. Centrocampo a quattro bloccato agli ordini di mister Vallesi (che sostituisce lo squalificato Giordano) con Colomba a fare da pendolo tra mediana ed attacco dietro le punte Topouzis e Tripoli. Montervino tira il fiato in panchina e Mancini non è nemmeno tra i sette accomodati a fianco di mister Gregucci. Il terreno di gioco si conferma anche oggi in pessime condizioni.

In partenza squadre al piccolo trotto. Al 3' la prima palla gol è dell'Ascoli: serve al centro di Tripoli e Carpani non riesce a concretizzare. Sulla difensiva gli ospiti, la Salernitana è volenterosa. Foggia si muove bene, così come Volpe, Ampuero e Mounard. Al 12' Mounard imbecca Mendicino che impatta a rete ma non inquadra la porta. Al 14' ci prova Volpe e la sfera si spegne a lato. Al 15' Mendicino inquadra la porta, Russo è prodigioso a deviare in angolo. Partita che vive di improvvise ma sporadiche accelerazioni granata a spezzare la monotonia del gioco. Al 32' insistita azione dei padroni di casa, su affondo in due tempi di Scalise, che evidenzia una certa intensità ma non arreca pericoli per la porta difesa dal neo entrato Pazzagli al posto dell'infortunato Russo. Al 36' Mounard per Mendicino ma sventa la difesa marchigiana. Incartata la manovra della Salernitana, non c'è lo scarico sugli esterni durante le manovre offensive, cosicchè l'Ascoli, intasando gli spazi, disinnesca. Al 41', sugli sviluppi di un corner, Pazzagli ribatte d'istinto su Mendicino. Dopo 2' di recupero termina il primo tempo a reti bianche. Anonima prima frazione di gioco, la Salernitana è eccessivamente compassata, l'Ascoli si limita a giocare d'interdizione. 

Secondo tempo. Al 4' Mendicino sigla il vantaggio della Salernitana raccogliendo uno scambio Scalise-Foggia. Nella circostanza l'avanti granata, al quinto centro in campionato, si libera, con un tocco di destro, di Scognamillo e Magliocchetti e scarica in rete, con il sinistro, alle spalle di Pazzagli. Al 9' prima conclusione in porta della partita per l'Ascoli con Tripoli, blocca Gori. Al 13' ci prova Foggia, servito da Fofana, la palla termina fuori. Vantaggio della Salernitana a parte, non ci sono spunti di cronaca apprezzabili, la partita è noiosa. L'elevato numero di ammonizioni sono un dato di fatto che stride col soporifero ritmo della contesa. Il sussulto arriva al 29': Gustavo, servito da Foggia, sigla il raddoppio. E' 2-0. Al 33' l'Ascoli, clamorosamente, accorcia le distanze: calcio di punizione battuto da Colomba e deviazione nella propria porta di Pestrin che sorprende Gori. Anche oggi si registra l'immancabile errore su palla inattiva da parte dei Granata. Gli ospiti. al 37', restano in inferiorità numerica, espulso per cumulo di ammonizioni Di Gennaro. Parità numerica in sostanza ristabiliata un paio di minuti di gioco in quanto Fofana resta per onore di firma in campo e non può essere sostituito in quanto mister Gregucci ha effettuato tutte e tre le sostituzioni consentite. In pieno recupero Colomba calcia una punizione sulla quale Gori c'è. Al triplice fischio è vittoria per 2-1 per la Salernitana che resta imbattuta dall'avvento del trainer Gregucci in panchina e raggiunge l'ottava posizione in classifica a 31 punti.

Il tabellino della gara:

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Bianchi, Tuia (dal 33' st Sembroni), Piva; Pestrin, Volpe; Foggia, Ampuero (dal 1' st Fofana), Mounard (dal 19' st Gustavo); Mendicino. A disp.: Berardi, Pasqualini, Perpetuini, Montervino, Fofana. All. Gregucci 

ASCOLI (3-4-1-2): Russo (dal 31' pt Pazzagli); Di Gennaro, Scognamillo, Schiavino, Magliocchetti, Giacomini (dal 26' st De Iulis); Carpani, Greco, Colomba; Topouzis (dal 10' st Capece), Tripoli. A disp.: Iotti, Oddi, Grilli, Minnozzi. All: Vallesi

Arbitro: Caso di Verona (ass.: Abruzzese - Favia)

Marcatori: 4' st Mendicino (S), 29' st Foggia (S), 33' st Pestrin (autogol) (A)

Note: manto di gioco in pessime condizioni, pomeriggio primaverile. Spettatori complessivi 7300. Angoli: 7-1. Ammoniti: Giacomini (A), Piva (S), Bianchi (S), Topouzis (S), Magliocchetti (A), Di Gennaro (A), Pestrin (S). Espulso al 37' Di Gennaro (A). Recuperi: 2' pt - 4' st.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Ascoli, 2-1: tre punti d'oro per i Granata tra gli sbadigli

SalernoToday è in caricamento