rotate-mobile
Sport Stadio Arechi

Salernitana, undici leoni per "stregare" il campionato

Parola al manto erboso dell'Arechi per la super sfida al Benevento. Previsti ventimila spettatori per il B-match. Aperto il settore superiore dei Distinti. Mister Menichini lancia Gabionetta dal 1'

Importantissima, ma probabilmente non decisiva. La partitissima della ventottesima giornata di campionato del girone C di Lega Pro sta facendo ribollire di passione già da tempo i ventimila che saranno sugli spalti per Salernitana-Benevento delle ore 15 di domani. Due punti in più hanno gli ospiti in graduatoria rispetto ai Granata, seconda forza del torneo. Dopo questo attesissimo big-match altre dieci tappe attenderanno Stregoni e Granata prima della linea del traguardo. Una partita da tripla, che, a prescindere dall'esito, dirà molto su chi tra le due ha più benzina nella gambe per il salto diretto in Serie B: affermazione senz'altro vera, ma c'è da dire anche che un pareggio terrebbe inalterate le strettissime distanze tra le due contendenti; con una vittoria la Salernitana balzerebbe a +1 sui Sanniti, i quali a loro volta, nell'ipotesi di un colpo da tre punti all'Arechi, andrebbero a +5 sui rivali, un vantaggio nient'affatto rassicurante in ragione delle tante altre insidiose sfide della regular season. La cornice di pubblico sarà  da record, al netto del dato che vede la tifoserie sannita presente domani pomeriggio in circa duemila unità, in ragione di una prevendita che procede come un rullo compressore e che terminerà nella mattinata di domani per un computo di presenze complessive pari a circa ventimila, un computo che fa impallidire anche molte realtà calcistiche di Serie A.

Sul fronte formazioni mister Menichini deve rinunciare ai difensori Trevisan, appiedato dal giudice sportivo, e Bocchetti squalificato, nonchè all'ottimo mediano Pestrin, anch'egli fermato per squalifica. Il Benevento fa dell'ottima capacità di palleggio a centrocampo un'arma assai temibile, pertanto il trainer di Ponsacco ha in mente di lanciare nella mischia dal 1' Gabionetta sulla destra a dare man forte alla mediana che, complice l'arretramento sul versante opposto in fase passiva di Nalini, dovrebbe essere formata da Moro e Favasuli al centro con appunto, Nalini a sinistra e Gabionetta a destra. In attacco Calil sarà leggermente arretrato rispetto a Mendicino per cogliere di sorpresa la retroguardia a quattro dei Giallorossi. Davanti al portiere Gori, linea difensiva da destra a sinistra Con Colombo, Lanzaro, Tuia e Franco. Panchina per Bovo e Negro. Sul fronte ospite 4-4-2 per mister Brini che, a parte le indisponibilità di Ndyae e Allegretti, quasi mai utilizzato, ha la rosa al completo. Largo alla coppia d'atatcco Eusepi-Marotta con Alfageme a partire largo dalla fascia a cercare gli inserimenti. Arbitra l'attesissimo incontro Serra della sezione di Torino.

Le probabili formazioni della gara:

SALERNITANA (4-4-2): Gori; Colombo, Lanzaro, Tuia, Franco; Gabionetta; Favasuli, Moro, Nalini; Calil, Mendicino. All.: Menichini

BENEVENTO (4-4-2) Pane; Som, Scognamiglio, Lucioni, Pezzi; Campagnacci, D’Agostino, Agyei, Alfageme; Eusepi, Marotta. All.: Brini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana, undici leoni per "stregare" il campionato

SalernoToday è in caricamento