menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salernitana - Brescia 3-0: "I granata sbranano la Leonessa"

L'autorete di Coly spiana la strada agli uomini di Torrente, ma è Coda a "spaccare" in due la gara firmando il raddoppio e mettendo lo zampino in tutte le reti

Come l'araba fenice, la Salernitana risorge dalle sue ceneri e sbrana letteralmente la "Leonessa" lombarda, grazie ad una prestazione finalmente gagliarda da parte degli uomini di Torrente. "The man of the match" senza dubbio Coda che ha messo lo zampino in tutte le marcature granata, oltre a lottare su ogni pallone. Una vittoria roboante e inaspettata (almeno nelle dimensioni), che risollevano i granata dal penultimo posto in classifica con tre punti fondamentali per il proseguo del campionato. 

Il primo tempo è stato tra i più belli visti all’Arechi quest’anno, grazie a due squadre che fin dal 1’minuto si sono sfidate a viso aperto senza tatticismi di sorta. E’ la Salernitana, giocoforza, a partire a spron battuto, non avendo altra alternativa alla vittoria, anche se al 1'minuto è Caracciolo a spaventare l'Arechi con tiro ad incrociare di poco alto. Sale in cattedra poi il giovane australiano Oikonomidis che si trasforma in una vera e propria spina nel fianco nellla difesa lombarda, prima nelle vesti di finalizzatore al 2' con un tiro non irresistibile che si spegne tra le mani di Minelli e poi al 3' in versione "assist-man" con un cross per Gabionetta, che di testa non riesce ad imprimere la giusta potenza alla palla. Il Brescia non resta a guardare grazie a Kupisz ed Embalo che creano diversi grattacapi alla difesa granata. La pressione della Salernitana però, con il trascorrere dei minuti, costringe i lombardi ad abbassare il baricentro, grazie anche alle continue folate offensive di Oikonomidis e Zito. Al 23' però i granata passano: Oikonomidis, dall'out mancino, scodella al centro una palla invitante per l'accorrente Coda che colpisce di testa in tuffo, Minelli non trattiene, inducendo all'intervento Coly che invece di spazzare via, pasticcia con la sfera che rotola clamorosamente in rete. Il Brescia non ci sta e al 28' con Caracciolo ha la ghiotta occasione di impattare, ma Terracciano (sempre più maiuscole le sue prestazioni nonostante le reti subite) neutralizza ogni velleità dell'Airone. 

Nella seconda frazione, la Salernitana ha il merito di non tirare i remi in barca per difendere il prezioso vantaggio, anzi. Seppur più attendista, i granata continuano a far male, soprattutto con azioni di rimessa. Al 10' minuto, proprio sugli sviluppi di un contropiede, Ronaldo offre alla platea un perfetto lancio di quasi 30 metri che imbecca Coda sul filo del fuorigioco, l'attaccante si insinua in area e fa esplodere un potente mancino che si insacca alle spalle di Minelli. 2-0 e Arechi in visibilio. I granata non sono sazi e pochi minuti dopo chiudono la gara: al 17', a seguito di un calcio d'angolo dall'out mancino, Coda colpisce una clamorosa traversa, Bernardini raccoglie e scarica subito un destro potente che viene corretto in rete da Franco (secondo gol in campionato per il terzino pugliese). Sul 3-0 il Brescia capisce che non è serata e tira i remi in barca, provando solo ad impensierire la retroguardia dei padroni di casa con qualche tiro dalla distanza. Il match si chiude con l'Arechi in tripudio, finalmente libero di gioire dopo tanti bocconi amari. 

Il calciomercato sembra finalmente dare i primi frutti, grazie a innesti di qualità come Ronaldo (anche se si accende ancora a intermittenza), Oikonomidis e Ceccarelli che hanno donato qualità e brio ad una squadra che aveva ormai smarrito la via maestra. Ottime anche le prestazione di Bernardini e Zito, che hanno dato nerbo e carattere sia alla difesa che al centrocampo. Da rivedere Gabionetta, ancora il fantasma del talentuoso numero 10 apprezzato ad inizio stagione. Detto di Coda è da sottolineare anche la prestazione di Franco, che oltre al gol ha offerto una prestazione dal punto di vista difensivo quasi perfetta.

Il tabellino della gara: 

Salernitana (4-3-3): Terracciano, Franco, Ceccarelli (35’ s.t. Colombo), Bernardini, Empereur, Ronaldo (29’ s.t. Odjer), Moro , Zito, Coda, Gabionetta (33’s.t. Donnarumma), Oikonomidis. In panchina: Strakosha, Pestrin, Trevisan, , Bagadur, Bovo, Prce. 

Allenatore: Vincenzo Torrente


Brescia (4-2-3-1):  Minelli, Caracciolo, Coly, Lancini, Mazzitelli, Caracciolo, Embalo (17 s.t. Dall’Oglio), Camilleri (28’s.t. Abate), Morosini (20 s.t. Marsura), Martinelli, Kupisz. In panchina: Arcari, Venuti,   Camilli,  Rosso, Mangraviti, Calabresi.

Allenatore: Roberto Boscaglia


Arbitro: Sig. Pinzani della sez. di Empoli

Reti: 23'p.t. Aut. Coly; 10's.t. Coda, 17' s.t. Franco (S)

Note: serata fredda; campo di gioco in buone condizioni. Spettatori: 9615 di cui 200 circa di fede bresciana. Ammoniti: Ceccarelli, Oikonomidis, Empereur, Colombo (S) Martinelli, Mazzitelli (B). Espulsi: - Angoli: 6–1.  Recuperi:1 ' pt - 3' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento