Salernitana regina della Serie B, la voce dei tifosi: "E' un sogno"

Dieci giornate di campionato sono un congruo lasso di tempo per una prima, parziale ma intrigante valutazione: la Salernitana è solida, è caratteriale, dimostra di poter reggere il duello

"Se è un sogno, non svegliateci". Lontani dallo stadio ma vicinissimi alla casacca granata, i tifosi della Salernitana esultano per il momento magico che sta regalando la Bersagliera. Compatta, aggressiva, lucida e pronta ad approfittare di ogni sbavatura avversaria, la squadra di Castori è passata all'incasso battendo anche il Cittadella. Ha vinto una partita delicata, è riuscita ad "ingessare" l'avversaria e ha conquistato i tre punti mandando a segno un altro protagonista della cooperativa del gol, il difensore Luka Bogdan. Dieci giornate di campionato sono un congruo lasso di tempo per una prima, parziale ma intrigante valutazione: la Salernitana è solida, è caratteriale, dimostra di poter reggere il duello con squadre più forti, costruite per stravincere ma alle quali, in questo momento, fa difetto la compattezza che i granata hanno trovato. E' un cerchio magico, è un'alchimia, sono effetti speciali alimentati dalle vittorie, tre di fila. Più vince e più ci crede: ecco il segreto della Salernitana. Il divertimento può attendere "e del palleggio - ha già spiegato l'allenatore Castori - non so cosa farne. A me interessa arrivare in porta, fare gol".

La voce dei tifosi

Mario De Rogatis esulta: "Il sogno continua. Pur senza entusiasmare, è una squadra da record, anche grazie ai ricambi di spessore. La panchina competitiva e la difesa impenetrabile sono le condizioni base per un campionato di alto livello. Era da diversi anni che non vedevo lottare la squadra così, ci crediamo fino alla fine. La formula della difesa a tre sta dando grandi risultati. Andiamo avanti così, con sommessa umiltà". Mimmo Rinaldi: "Ai punti forse meglio il Cittadella ma alla fine il pallone l'abbiamo messo in porta noi. E questo è l'importante. Terzo tempo di Bogdan che mi ha fatto saltare come un tempo. Ma ho il timore di illudermi e quindi resto coi piedi a terra inchiodati al suolo". Antonio Positano commenta: "Non abbiamo disputato una buona partita e forse non meritavamo di vincere. La squadra non è riuscita a ripartire ed il centrocampo ha sofferto ed ha costruito poco. Ancora una volta un grande Mantovani". Così Paolo Toscano: "Sono davvero molto contento per il risultato e soprattutto per aver mantenuto la vetta della classifica. La partita è stata molto equilibrata: senza episodi di particolare rilievo, siamo riusciti comunque a portare a casa i tre punti ed è questo che conta. Sembra che stia girando tutto per il verso giusto: i calciatori in campo danno tutto e non si risparmiano fino al novantesimo minuto, sono affiatati e seguono le indicazioni del mister. Con questi presupposti nulla deve esserci precluso". La disamina di Ciro Troise: "Posizione in classifica impensabile ad inizio campionato. Pacchetto difensivo impeccabile. Cosa succederà quando inizierà a girare anche il centrocampo?


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

Torna su
SalernoToday è in caricamento