menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La capolista se ne va": Salernitana prima della classe, i tifosi rispolverano il vecchio coro

Forte, solida, cattiva, mai sazia: la Bersagliera vince ancora e lo fa in Laguna, la terra dei sogni ai tempi di Rossilandia. I suppporter sono felici: "Non svegliateci"

Forte, solida, cattiva, mai sazia: la Salernitana vince ancora e lo fa a Venezia, la terra dei sogni ai tempi di Rossilandia. I tifosi sono felici: "Non svegliateci", dicono. Elogiano gli stoici difensori, esaltano la coppia gol che in Laguna non ha segnato ma ha dispiutato una gara di sacrificio, coccolano Anderson e si preparano a sfidare una nuova big, il Monza, il 30 dicembre.

La voce dei tifosi


Mimmo Rinaldi: "Goduria allo stato brado: incredibile ma vero... Come tanti anni fa, si espugna lo stadio Penzo. Quella vittoria diede il via libera alla promozione in Serie A. Una squadra di cemento armato: non si passa facilmente. Altri tre punti fondamentali... Ora testa al Monza". Mario De Rogatis: “Ho sempre pensato che le grandi squadre si costruiscono sulla solidità delle difese. E' quanto sta accadendo con i granata. La squadra sta acquisendo una certa personalità e una continuità di risultati che fanno ben sperare per il futuro. I meriti di Castori per la costruzione di questo gruppo sono evidenti. Oggi qualche eccesso di sofferenza nel finale, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma va bene così e godiamoci il primato". Antonio Positano: “Se è un sogno non svegliateci! La capolista se ne va… comunque buona prestazione che si fonda su una grande difesa. I tre centrali sono insuperabili ed il centrocampo fa un gran filtro. Di Tacchio si è dimostrato insuperabile. Continuiamo così”. Il commento di Paolo Toscano: “Grinta, forza ed organizzazione difensiva da fare invidia. Ottima prestazione, peccato solo per le occasioni di Tutino e Giannetti che, qualora avessero fatto gol, ci avrebbero evitato di soffrire negli ultimi minuiti. Ma va bene così e godiamoci questo primato”. Ciro Troise ricorda e canticchia. Spera anche in un ribaltone societario: “La capolista se ne va. Se Lotito e Mezzaroma cederanno la società, sarà un 2021 coi fiocchi. Auguri a tutti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Indice RT: in Campania il più basso d'Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento