Centenario Salernitana: la città si fa bella per "Sua Maestà"

Il 19 giugno la Salernitana festeggerà i cento anni di storia. In queste ore, i tifosi fanno a gara per trasformare i quartieri di residenza in culle granata, imbandierati con nastrini, bandiere e striscioni

Passione granata a Torrione

La chiamano "Sua Maestà" e si definiscono "sudditi": non è complesso di inferiorità nei confronti della squadra del cuore ma soltanto immenso amore che "padre e figlio" si tramandano, come canta la curva Sud Siberiano. La Salernitana è vicinissima ai suoi cento anni di storia e il compleanno sarà festeggiato dai tifosi il 19 giugno con una serie di iniziative che in realtà dureranno tre giorni, da martedì 18 a giovedì 20 giugno.

I quartieri

Al netto delle feste ufficiali, delle polemiche e dei video celebrativi, la fede calcistica è anche un fatto privato, intimo, da vivere dove tutto è stato tramandato, a partire dalle proprie case, dal proprio quartiere. Non a caso, in queste ore i tifosi fanno a gara per preparare la culla granata alla Salernitana che non è nonna centenaria  ma - vista con gli occhi degli innamorati -  diventa una bellissima principessa, anzi Bersagliera. In via Settimio Mobilio sono al lavoro da giorni. Il rione Carmine ha preparato festoni e bandierine. Piazza Casalbore si è già rifatta il look: non solo il murale del "Siberiano", al secolo Carmine Rinaldi, indimenticato capo ultras, ma anche pittura nuova per raffigurare la Salernitana e il suo anno di fondazione. A Torrione lo striscione è tanto lungo da aver bisogno della distanza che intercorre tra due palazzi per essere disteso e srotolato. C'è scritto "Salerno regna" ma anche "All'ombra di una torre, a guardia di una fede", che è anche lo striscione esposto nell'anello superiore del settore Distinti, durante le partite casalinghe della Salernitana. Festoni e nastrini anche in via Vinciprova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le feste

Saranno tre, ma tutte con un denominatore comune: la passione per la Salernitana. Il 18 giugno, gli ultras attenderanno l'alba in curva Sud Siberiano con Peppe Soks, Frenk, la musica del dj Marco Montefusco, Roberto Breda e Nicola Salerno, Ciro Girardi e i Villaperbene. Il 19 giugno, festa a piazza della Concordia con l'orchestra di Demo Morselli ma il pomeriggio comincerà alle ore 18 con la Messa in suffragio di tutti i tifosi della Salernitana e con il corteo che partirà alle ore 19.19 dallo stadio Vestuti. Poi gli ultras aspetteranno l'alba ed è previsto anche un suggestivo spettacolo di fuochi pirotecnici al Molo Masuccio Salernitano. Il 20 giugno, lo staff del Santa Teresa Beach Soccer ha organizzato un triangolare di calcio a piedi nudi con la partecipazione di vecchie glorie della Salernitana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Sorpresa nel Cilento, avvistato lo yacht "T.M Blue One” di Valentino

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

  • Covid-19, salgono i contagi in Campania: 14 nuovi positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento