rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Sport

Salernitana-Chievo, in palio il secondo posto: Castori presenta la gara

Infortuni, contrattempi, un avversario che bussa all'uscio: Salernitana-Chievo, scontro diretto per il secondo posto, regala a Castori, tecnico granata, una vigilia di riflessione

Infortuni, contrattempi, un avversario che bussa all'uscio: Salernitana-Chievo, scontro diretto per il secondo posto, regala a Castori, tecnico granata, una vigilia di riflessione. Kupisz e Durmisi sono indisponibili per infortuni muscolari, Gondo e Cicerelli devono essere gestiti. E' arrivato in extremis anche l'attaccante norvegese Kristoffersen, alla ricerca della migliore condizione. L'allenatore ha valutato tutto e tutti: dovrebbe ripartire con la coppia d'attacco Djuric-Tutino. Sorprese sulla fascia sinistra, a destra rientra Casasola.

La presentazione

"Ci aspetta la classica partita di un campionato livellato e condensato su pochi giorni. Gli avversari sono in striscia positiva, undici risultati positivi: sono in salute e con Di Guadio hanno potenziato il loro organico. Sarà gara d'alta classifica, il risultato a questo giro conta. La classifica la guardo sempre, perché è compendio del nostro lavoro. Non ha valore assoluto ma aiuta e contribuisce a creare motivazioni - dice Castori - Riguardo la scelta dell'esterno sinistro, il quinto di centrocampo, sceglierò il giocatore che ha tenuta fisica e condizione atletica. Non mi voglio giocare la sostituzione prima della partita. E' evidente, però, che la condizione va scoperta pian piano. Durmisi ha pagato dazio, aveva fatto bene. Questo conferma la mia tesi: non bisogna mandare in campo giocatori che non sono pronti". Jaroszynski è il più pronto, un giocatore duttile: "Lo considero un difensore - prosegue l'allenatore granata -, può giocare sia al centro che in fascia. Bisogna poi vedere dove c'è abbondanza e dove c'è copertura". Tra i convocati ci sono anche Cicerelli e Gondo: "Sono recuperati, sono convocati ma hanno svolto una settimana diversa dagli altri. Non sono al cento per cento della condizione ma hanno svolto tutta la preparazione con me e cinque giorni di riposo forzato possono essere anche fruttuosi, quindi più freschi. André Anderson ritorna in ogni caso a fare la punta e il centrocampista lo fa solo di squilibrio". Il giudizio sul norvegese Kristoffersen: "E' un attaccante un po' più dinamico di Djuric, più gamba. E' un investimento, va atteso e valorizzato. Avevo detto che Djuric calcisticamente va clonato. Kristoffersen non è ancora pronto per sostituirlo ma ci lavoreremo. Mi piace essere aziendalista e bisogna sempre pensare agli investimenti per il futuro. Vale anche per Boultam. Lo inquadro come mezzala, interno di centrocampo: calcia con entrambi i piedi, ragazzo interessante, da scoprire. I giovani vanno bene per il mio calcio: è fatto di intensità e di lavoro duro. Metterei la firma per fare gli stessi risultati del girone di andata". Sulla condizione atletica generale: "La squadra sta bene e ha chiuso in crescendo a Reggio Calabria. Negli ultimi giorni abbiamo in ogni caso alleggerito i carichi di lavoro. Non è stata una settimana di carico per noi".

I convocati

PORTIERI: Adamonis, Belec, Guerrieri;

DIFENSORI: Aya, Bogdan, Casasola, Gyomber, Jaroszynski, Mantovani, Sy, Veseli;

CENTROCAMPISTI: Boultam, Capezzi, Coulibaly, Di Tacchio, Dziczek, Kiyine, Schiavone;

ATTACCANTI: Anderson, Barone, Cicerelli, Djuric, Gondo, Kristoffersen, Tutino.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Chievo, in palio il secondo posto: Castori presenta la gara

SalernoToday è in caricamento