menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La voce dei tifosi: "Salernitana, salviamo solo i tre punti"

La torcida granata è soddisfatta solo del risultato con il quale i Granata hanno espugnato Martina Franca. Prestazione semplicemente bocciata

Salutano, a mente fredda, con non troppa convinzione la vittoria per 2-1 di ieri in terra pugliese i sostenitori granata. In effetti si è vista sul terreno di gioco del Tursi di Martina Franca una squadra imbarazzante per ben 75'. Sotto di una rete ed incapace di imbastire qualcosa degno di cronaca, è proprio dopo 75' che la Salernitana riemerge dal coma profondo e si guadagna un rigore, trasformato da Calil, con contestuale espulsione di un avversario. Seguono una ventina di minuti arrembanti e la vittoria arriva con un colpo di coda al 90', grazie a Mendicino, che fa esplodere di gioia i 400 sostenitori presenti in Puglia ed i tantissimi incollati alle radio, alle tv, ai pc ed agli smartphone.

Una gioia da gustare con riserva, nel pensiero di molti. Stamane, a Pontecagnano, Dario M. ci rilascia queste dichiarazioni: "Abbiamo fatto una partita inguardabile fino a 20' dal triplice fischio, e per giunta contro una squadra che al massimo lotterà per non retrocedere. Un'espulsione ed un rigore a favore hanno cambiato le sorti del match. Ma del pomeriggio di ieri salvo solo il risultato, raggiunto al fotofinish. Mi auguro che mister Menichini dalla prossime partite dia spazio a Negro, Favasuli e Mendicino dal 1'. La Salernitana deve migliorare su tutti i fronti, altrimenti, saranno dolori". Chiediamo a Salvatore P., che è con lui, cosa ne pensa e ci risponde con un telegrafico: "Una vittoria che la dice lunga sullo stato generale della squadra: nient'affatto ottimale. Con questa prestazione si perderebbe di sicuro su tutti i campi. La fortuna e il crollo del Martina ci hanno aiutato. Non sono contento".

"Brutti e vincenti" intitola SalernoToday la cronaca integrale del match di Martina Franca. "A questo punto meglio brutti che perdenti" e "Avanti U.S. Salernitana 1919" commentano, rispettivamente, Giovanna S. e Davide D. Altrove, nel mondo di Facebook, notiamo quanto esternato da Daniela C.: "Abbiamo vinto e siamo tutti contenti ma non foderiamoci gli occhi con il prosciutto...la prestazione è stata pessima e se non fosse stato per l'espulsione e la caparbietà di Negro si stava a parlare di altro....non si può aspettare il 70' per fare la prima sostituzione, non si può far giocare un Gabionetta in condizioni fisiche pessime...onestamente queste sono le classiche vittorie che gettano fumo negli occhi e ritardano gli esoneri più che meritati...spero di sbagliarmi con il cuore". Marco V., poco più sotto, osserva: "Le partite durano 90 minuti.....per il resto nemmeno un tiro in porta ma va bene così per ora...per vincere il campionato c'è bisogno d'altro". Riconoscimenti per Maikol Negro, gettato nella mischia da mister Menichini e che ha cambiato il volto della gara, da parte di Marcello G.: "Negro ha cambiato la partita". A rinforzo di quanto da lui esternato c'è Michele R.: "...per 1 tempo e mezzo non abbiamo fatto nulla, ha giocato meglio il Martina. Poi l'espulsione e l'ingresso di Negro hanno cambiato la partita. Questo è tutto...altro che " grande Salernitana"...". Un pomeriggio da cui prendere per buono solo i tre punti, dunque, secondo quanto unanimemente emerge dagli umori della torcida. La prestazione, da non ripetere assolutamente, è da bocciare. Mister Menichini ha il suo bel lavoro da fare, del resto è arrivato in panca solo a fine Agosto. Domenica all'Arechi, ad orario di colazione, le 11, sarà la volta dell'Aversa Normanna: si auspica più impegno, determinazione e grinta nell'arco dei 90'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento