menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fabinho - Aurelio, per i granata tre punti play off e quarta posizione

All'Arechi la Salernitana supera per 2 a 0 il Como e si rilancia prepotentemente nella corsa ai play off. Di Ayres Fabinho nel primo tempo e di Aurelio nella ripresa le reti granata

La Salernitana supera 2 a 0 il Como al termine di una partita ben giocata dai granata. I ragazzi di Breda tornano alla vittoria dopo tre partite e si rilanciano prepotentemente nella corsa verso i play off. Pronti via ed è già vantaggio: a realizzare l' 1 a 0 ci pensa Ayres Fabinho, siamo al settimo minuto del primo tempo. Numerose le occasioni create dalla Salernitana, che spreca più volte la possibilità di raddoppiare: a creare i maggiori pericoli ai lariani sono Fava, Carrus e il giovane Ragusa. Ma grande merito va dato anche all'estremo difensore del Como Castelli. Lariani raramente pericolosi. Stesso copione nella ripresa, con la Salernitana che crea diverse palle gol (Ragusa perde il suo personale duello con il portiere Castelli, che è superlativo anche su Fava) mentre il Como si vede di rado in avanti e quando capita Caglioni è sempre pronto.  Aurelio rileva proprio Ayres Fabinho ed è lui, all'88', a realizzare il definitivo 2 a 0 dopo un'azione del solito Ragusa. Finisce con una vittoria all'inglese per la Salernitana, che vola a quota 47 in classifica, nuovamente al quarto posto. Passo falso del Verona, che ha pareggiato 1 a 1 sul campo del Pavia e passo falso della Reggiana, che non è andata oltre lo 0 a 0 sul campo della Bassano Virtus. L'Alessandria, terza in classifica, è stata invece sconfitta per 2 a 0 a Monza. Nello scontro al vertice il Sorrento ha superato 2 a 1 il Gubbio.

 

SALERNITANA (3-4-3): Caglioni; Altobello, Jefferson, Accursi; D’Alterio, Carcuro (28’ pt Montervino), Carrus, Pippa; Ayres (42’ st Aurelio), Fava (39’ st Litteri), Ragusa. A disp. Iuliano, Peccarisi, Szatmari, Montella. All. Breda.

COMO (4-4-1-1): Castelli; Maggioni (10’ st Da Dalt), Conti, Zurlo, Franco; Semenzato, Filippini, Ardito, Fautario (18’  pt Romani); Maah (22’ st Lacarra); Germinale. A disp. Dossena, Magli, Villar, Bardelloni. All. Brevi.

ARBITRO: Davide Penno di Nichelino (Morelli – Lobozzo)

RETI: 7’ pt Ayres, 43’ st Aurelio.

NOTE:  Angoli 4 – 3.  Ammoniti: Carrus, Montervino (S), Semenzato, Ardito (C). Recuperi: 4’ pt; 4’ st

 

Classifica: Gubbio 62, Sorrento 58, Alessandria 49, Salernitana 47, Verona 46, Reggiana 45, La Spezia, Spal e Lumezzane 43, Como e Bassano Virtus 41, Cremonese e Ravenna 38, Pavia 36, Pergocrema 34, Alto Adige SudTirol e Paganese 29, Monza 28.

In coda da segnalare la sconfitta interna per 0 a 1 subita dalla Paganese ad opera de La Spezia. La squadra della provincia di Salerno deve ora guardarsi dall'ultimo posto, che significherebbe retrocessione diretta in seconda divisione.

Nel girone B della prima divisione la Nocerina ha superato per 3 a 1 il Foligno mentre la Cavese ha sconfitto per 2 a 0 la Juve Stabia. I metelliani, proprio grazie alla Nocerina, salgono a quota 28 e sono a 1 punto dal Foligno (quota 29) e lotteranno per evitare la retrocessione diretta in seconda divisione, rappresentata appunto dall'ultima posizione in classifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento