menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Buon compleanno, Siberiano": la curva Sud fa gli auguri all'indimenticato capo ultrà

Il 3 gennaio è una data scolpita nel cuore di tutti i nati al Vestuti e brilla come il ciondolo di una folgore che si incontra con la sua stella, simbolo dei Granata South Force. Oggi avrebbe spento le candeline il loro leader e indimenticato capo ultrà

Il 3 gennaio è una data scolpita nel cuore di tutti i nati al Vestuti e brilla come il ciondolo di una folgore che si incontra con la sua stella, simbolo dei Granata South Force. Oggi avrebbe spento le candeline il loro leader e indimenticato capo ultrà della curva Sud che, non a caso, gli è stata intitolata. Oggi il popolo granata ricorda Carmine Rinaldi "Siberiano" e gli augura buon compleanno. "Sei morto troppo presto, troppo giovane ma un giro in moto lo faremo", scrivono sulle bacheche Facebook che grondano di messaggi, rose, aneddoti.

Gli ultras

Il Direttivo Salerno ha voluto ricordare Siberiano con una frase che è incisa anche su una targa all'ingresso della curva Sud. Ecco la frase che fu pensata da Ciccio Rocco, suo inseparabile amico che oggi lo ricorda emozionato, insieme agli altri ultras. "Voi che vivete liberi, Voi che siete guidati dalla lealtà del vostro spirito, scolpite nel vostro cuore il nome di Carmine il “Siberiano” e narrate ciò che è stato!". Così il Direttivo Ultras sulla propria pagina Facebook: "Alle generazioni che verranno, a quelle che ci sono già... racconteremo la storia di Carmine il Siberiano, capo degli ultrà. Auguri Siberiano". Durante la conferenza stampa di presentazione della sfida al Pordenone, l'allenatore della Salernitana, Fabrizio Castori, ha voluto ringraziare i supporter per le parole di sprone spese per la squadra: "Speriamo di riaverli al più presto al nostro fianco - ha detto - speriamo che finisca questa punizione degli spalti vuoti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento