Sport

Trust Salernitana, inviata la documentazione alla Figc

La deadline era fissata alle ore 20 di oggi, sabato 3 luglio. C'era bisogno, invece, di sciogliere nodi e dubbi

“L’U.S Salernitana 1919, in data odierna e nei termini stabiliti, in ottemperanza a quanto avanzato dalla Federazione Italiana Giuoco Calcio, ha provveduto all’inoltro della documentazione richiesta”. Lo annuncia, in una nota ufficiale, la società di Lotito e Mezzaroma, a poche ore di distanza dalle dichiarazioni del presidente della Figc Gravina. La deadline era fissata alle ore 20 di oggi, sabato 3 luglio.

I dettagli

C'era bisogno, invece, di sciogliere nodi e dubbi. Innanzitutto quello legato all'autonomia finanziaria: la Salernitana - il sospetto della Federcalcio, dal quale poi è scaturita una delle richieste - avrebbe dovuto navigare in mare aperto con risorse sufficienti, con indipendenza economica e non solo facendo leva sui 35 milioni di ricavi provenienti dai diritti tv in Serie A e dalle sponsorizzazioni. Per questo motivo, il serbatoio "dell'auto parcheggiata in garage con le chiavi consegnate a terzi" avrebbe dovuto ricevere un pieno di benzina (immissione di denaro, liquidità) sufficiente ad affrontare i sei mesi di transizione, il tempo limite concesso per vendere il club. Si è discusso a lungo, nello studio notarile Votta di Roma. La Figc non ha mai messo in dubbio statura morale e curriculum dell'amministratore unico, Ugo Marchetti, generale della Guardia di Finanza in pensione. Avrebbe auspicato, però, una scelta affidata ad organismi super partes, così come per i trustee. Li avrebbe voluti di numero dispari: erano e restano, invece, Melior Trust e Widar Trust ma è statio stabilito che in caso di controversia prevalga il parere di uno dei due. Novità per i custodi: Masoni si sfila, non è più guardiano, è andato via.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trust Salernitana, inviata la documentazione alla Figc

SalernoToday è in caricamento