Salernitana tra sogno e realtà, la voce dei tifosi: "La società rinforzi la squadra"

Il quarto posto è un traguardo di tappa che la squadra ha saputo conquistare con sacrificio e sudore. Ora i supporter si aspettano che la società completi l'opera

Il quarto posto è un traguardo di tappa che la Salernitana ha saputo conquistare con sacrificio e sudore, battendo il Cosenza dopo il blitz a Pescara. Ora i supporter granata si aspettano che la società completi l'opera: nella settimana più importante, quella che comincia con il mercato e si aggancia al derby di Benevento, i tifosi si aspettano gli acquisti giusti per sognare in grande. 

La voce dei tifosi

Antonio Positano: "Grande soddisfazione, la partita con il Cosenza non è mai una partita normale per chi ha assistito dal vivo a quel maledetto gol di Marulla, che sancì la retrocessione in serie C della Salernifana, nel 1991. Allo stadio Arechi ho visto una squadra compatta e di categoria. Ha saputo soffrire quando c’era da farlo. Non mi è piaciuto Migliorini mentre il centrale polacco è un gra bel giocatore. Devastante Lombardi e  contentissimo per il gol di Akpa Akpro Una società motivata rafforzerebbe questa squadra... ".  Mario De Rogatis: "Una vittoria fondamentale, contro una squadra ostica e rognosa, che non merita il terzultimo posto in classifica. Grandi prove di Lombardi, con le sue solite incursioni sulla fascia, e di Akpa, diga di centrocampo, anche se la difesa non è stata impeccabile. Il derby con il Benevento capita al momento giusto". Paolo Toscano: "Ottima prestazione, in particolare nel primo tempo. La squadra, nonostante lo svantaggio, ha mantenuto la calma e ha macinato gioco. Godiamoci questo quarto posto ma rimaniamo con i piedi per terra. Un inciso per Lombardi che è stato devastante". Giuseppe Spina: "Avanti un'altra!!! Salernitana chirurgica, che bada al sodo con un super Lombardi. Peccato per la fascia sinistra che non va. Comunque altri tre punti importanti per sognare un traguardo difficile ". Ciro Troise :"Vittoria meritata nonostante l'arbitro: il rigore, fortunatamente non concesso, l'ha visto solo lui. Dziczek bravo, Lombardi bravissimo. Se il 31 gennaio la società si sveglia, ci possiamo divertire davvero". Mimmo Rinaldi: "Sono ritornato allo stadio dopo quasi un anno e dal vivo ho visto una squadra diversa da quella vista tante volte in tv. Non ha mollato mai poi l'errore umano c'è sempre: possiamo discutere tutta la vita su Migliorini e il suo non saper guidare la difesa, su Lombardi che assomiglia sempre più a Ricchetti. A Benevento sarà esodo ma... loro hanno uno squadrone, quindi non montiamoci la testa. Dobbiamo mettere in conto che dobbiamo segnare almeno due gol. Un' ultima considerazione sugli arbitri: non sono in malafede, sono proprio scarsi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • De Luca sul Covid: "In Campania non si andrà nelle seconde case", poi annuncia i lavori a Salerno e Battipaglia

  • Riapertura scuole in Campania, tamponi su docenti e alunni: De Luca firma l'ordinanza

  • Natale 2020, approvato il Dpcm: ecco le regole per spostamenti, negozi e scuole

Torna su
SalernoToday è in caricamento