Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Salernitana pronta all'esordio in Serie A, parla Castori: "Non vedo l'ora di cominciare"

Tra i convocati c'è Simy: "Lui è in ritardo di condizione ma se serve per un minutaggio breve può giocare. In questo momento, non bisogna tirare la corda più di tanto e il minutaggio lo può acquisire solo con la partita. Bisogna saperlo dosare"

"Sono molto contento. L'emozione è un sentimento che si prova al momento. In questo momento non c'è e domani potrà accadere. Riparto dopo cinque anni da un campionato che cinque anni fa avevo lasciato a malincuore. Non vedo l'ora di cominciare", dice Castori alla vigilia di Salernitana-Bologna. Tra i convocati c'è Simy: "Lui è in ritardo di condizione ma se serve per un minutaggio breve può giocare. In questo momento, non bisogna tirare la corda più di tanto e il minutaggio lo può acquisire solo con la partita. Bisogna saperlo dosare".

Le insidie e gli auspici

Il calcio d'agosto è ingannevole "e - premette Castori - troveremo una squadra concentrata, avvelenata. Da anni il Bologna viene indicato come una squadra che può navigare dietro le big. Ha valori e noi siamo una matricola, gli ultimi arrivati. Dobbiamo essere concentrati, compatti, attenti, far bene le cose che dobbiamo far bene noi. Ogni domenica l'avversario è sempre forte, quotato, referenziato. Dobbiamo crescere nelle cose che per noi siamo un dogma". La passione dei tifosi granata è fortissima. Castori lancia un messaggio ai supporter: "Mi fa piacere che ci sia sold out ma nello stesso tempo mi dispiace, perché non è possibile far partecipare più persone, a causa delle limitazioni Covid. E' un dispiacere e saremmo contenti di far vivere questa avventura insieme a tutto il popolo granata".

 Cuore caldo e mente fredda

Bisogna evitare l'esaltazione e la depressione, perché una matricola non può immaginare di dettare legge dappertutto e contro chiunque: "Perdere con le big fa parte del gioco - dice Castori - Non dobbiamo pensare di poter vincere contro la Juventus a Torino ma dobbiamo pensare a vincere gli scontri diretti. L'anno scorso è retrocessa una squadra a 33 punti e un'altra si è salvata a 34. Significa che basta anche meno di un punto a partita per salvarsi. Se ci si innervosisce dopo aver perso contro una big, vuol dire essere presuntuosi. Noi dobbiamo essere umili". Le scelte e le differenze: "Lassana Coulibaly prende la condizione solo giocando e Capezzi è stato un calciatore duttile, l'anno scorso, che già conosciamo". Gli altri ballottaggi, i difensori: "Hanno recuperato sia Jaroszynski, sia Bogdan. La squadra può giocare anche a quattro in difesa, ci sono le varianti, ma in questo momento ci sono giocatori appena arrivati e non possiamo fare un minestrone. Ci sarà tempo". Ultimo precedente con Mihajlovic: "Finì 0-0 ma non firmo in anticipo. Le partite a me piace giocarle. Mai mettere limiti alla provvidenza".

I convocati

Al termine della seduta di rifinitura di questa mattina il mister Fabrizio Castori ha diramato la lista dei convocati per la gara in programma domani tra Bologna e Salernitana.

PORTIERl: Belec, De Matteis, Fiorillo;

DIFENSORI: Aya, Bogdan, Gyomber, Jaroszynski, Kastanos, Ruggeri, Strandberg;

CENTROCAMPISTI: Capezzi, Coulibaly L., Coulibaly M., Kechrida, Obi, Schiavone, Zortea;

ATTACCANTI: Bonazzoli, Djuric, Kristoffersen, Iannone, Simy.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana pronta all'esordio in Serie A, parla Castori: "Non vedo l'ora di cominciare"

SalernoToday è in caricamento