menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto: G. Gambardella)

(Foto: G. Gambardella)

Salernitana - Foggia 0-3: a sorpresa Satanelli corsari all'Arechi

Natale amaro per i granata. Dopo aver dominato la gara e colpito tre legni, l'undici di Colantuono crolla nel finale di gara sotto i colpi di Floriano (doppietta) e Agazzi, autori entrambi di marcature di pregevole fattura. Pugliesi cinici, male la difesa campana

Una Salernitana sfortunatissima incappa nel primo KO stagionale casalingo, cedendo il passo ad un Foggia fortunato quanto cinico. Dopo aver condotto il gioco per oltre un'ora e aver sfiorato più volte il gol del vantaggio (ben tre i legni colpiti), l'undici di Colantuono subisce nell'ultimo quarto d'ora finale l'inatteso ritorno dei Satanelli che colpiscono e affondano la nave granata negli ultimi minuti di gioco. Perplime - per usare un eufemismo -  in tutti e tre le reti subiti, l'atteggiamento del reparto difensivo, troppo molle al cospetto di un avversario dotato di un ottimo fraseggio stretto negli ultimi 16 metri. Da rivedere anche la coabitazione a centrocampo (soluzione a onor del vero d'emergenza) tra Ricci e Signorelli. In attacco, la scarsa cattiveria in area di rigore ha condizionato in negativo l'incedere del match. 

Primo tempo

Partono bene i granata che già al 5’ si rendono pericolosi con una staffilata dal limite dell’area di Signorelli che sfila di poco fuori. Gli ospiti rispondono con una conclusione al 16’ di Deli che però non impensierisce Adamonis. Al 18’, Salernitana vicina al gol del vantaggio con Bocalon che viene contratto proprio sul più bello da un intervento risolutore di Martinelli che salva i rossoneri. Al 21’, Kiyine ruba bene palla sulla trequarti, guadagna metri e poi dal limite dell’area fa partire un bel destro a giro che Tarolli è costretto a deviare in angolo.  Al 23’, break dei Satanelli con Chiricò, il tiro dell’avanti pugliese però lascia a desiderare. Al 25’, gli ospiti reclamano un calcio di rigore per un presunto fallo di mano in area granata di Sprocati, l’arbitro però non ravvede gli estremi per accordare la massima punizione e lascia correre. Al 42’, Kiyine prova una botta da buona posizione, l’estremo difensore ospite c’è e devia in angolo. Sul corner seguente altra ghiotta occasione per l’undici di Colantuno: Signorelli approfitta di un’uscita a completamente a vuoto di Tarolli e inzucca di testa a colpo sicuro, la sfera però centra in pieno la traversa per la disperazione dei novemila dell’Arechi. 

Secondo tempo 

A inizio ripresa (2’), Satanelli pericolosi con una incursione di Deli, il ‘quasi’ ex granata si perde però sul più bello e consente alla difesa di chiudere. Al 4’, Signorelli sfiora nuovamente il gol del vantaggio sempre di testa, la palla stavolta colpisce la parte alta della traversa. Al 10’, bel passaggio in profondità di Signorelli per Sprocati, l'esterno si invola in area e conclude con un bel diagonale, Tarolli però è attento e sventa il pericolo. Al 10’, i rossoneri si rendono pericolosi con una percussione di Agazzi che sorprende la difesa granata, non Adamonis però che in uscita bassa respinge il pericolo. Al 19’, Salernitana di nuovo vicinissima al gol con Sprocati che colpisce un palo clamoroso a Tarolli battuto. Al 27’, bel tiro al volo di Di Roberto su cross di Sprocati, la traiettoria però è centrale e Tarolli si accartoccia sulla sfera. Si gioca praticamente ad una porta sola, ma al 38’, un break di Floriano regala agli ospiti il gol dell’inatteso vantaggio dei Satanelli. Nel frangente, bello il fraseggio che ha portato alla rete i pugliesi, ma le colpe della difesa - in versione presepe di San Gregorio Armeno - sono evidenti. L'inatteso vantaggio ospite taglia le gambe ai granata e al 42’, Schiavi e soci subiscono il colpo del definitivo KO con un gol sensazionale di Agazzi, bravo a tracciare una saetta che fulmina Adamonis. Anche questa volta, la difesa granata è apparsa approssimativa, per non dire imbambolata. In zona Cesarini, a completare la serata maledetta dei granata, la seconda traversa della serata, questa volta colpita da Rossi (subentrato a metà ripresa al posto di Bocalon) da posizione favorevole. A pochi istanti dal triplice fischio, gli ospiti addirittura triplicano i conti con un bel tiro a giro di Floriano che chiude definitivamente il match. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento