rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Sport

Salernitana - Frosinone 1-1: i granata impattano contro la corazzata ciociara

Nel primo tempo, dopo 30'di sofferenza i padroni di casa trovano l'inatteso vantaggio al 41'con un tap in di Schiavi. Nella ripresa, l'undici di Bollini vanifica tutto lasciandosi acciuffare dagli ospiti - in inferiorità numerica per l'espulsione di Brighenti - con un gol di Criviello al 31'

La Salernitana impatta nuovamente in casa, stavolta però al cospetto del quotatissimo Frosinone di mister Longo, squadra costruita per navigare nelle alte sfere del campionato cadetto. Nel primo tempo, i ciociari hanno fatto la partita per oltre 30', sfiorando a più riprese la rete del vantaggio, mentre la Salernitana, guardinga e in seria difficoltà in alcuni tratti della gara, ha badato più a non prenderle che ha offendere, salvo poi trovare in maniera inattesa il gol grazie ad un tap in del ritrovato Schiavi. Nella ripresa, l'undici di Bollini ha avuto in diverse occasioni la chance per chiudere il match, per giunta favorita dall'espulsione di Brighenti per doppia ammonizione; l'imprecisione sotto rete però di Bocalon e soci è stata fatale. E così gli ospiti, che hanno avuto il merito di non mollare mai, sono riusciti nell'impresa di trovare al 31' con Crivello il gol del pari, tra i rimpianti del folto pubblico dell'Arechi. Tirando le somme, il pareggio odierno contro la corazzata laziale ci può stare, nonostante la vittoria sia sfuggita sul più bello. Ai punti, forse, il Frosinone avrebbe meritato anche qualcosina in più, quindi il punto raccolto è da considerare fieno da mettere in cascina in ottica salvezza. 

Primo tempo

Gli ospiti partono subito forte e già al 2’vanno vicini alla marcatura con un diagonale in area di Criviello che si spegne sul fondo.  Al 10’, è l’ex Soddimo a provarci con una conclusione mancina, il tiro però viene smorzato da Schiavi e la palla finisce comodamente tra le braccia di Radunovic. Il Frosinone insiste e al 15’ si rende nuovamente pericoloso con una tiro strozzato di Ciofani, che sfila via sul fondo lambendo di poco il palo destro difeso da Radunovic.  Al 22’, di nuovo Ciofani pericoloso in area con un colpo di testa che non centra lo specchio. Si gioca praticamente in una sola trequarti, quella della Salernitana, squadra in questo frangente incapace di rispondere colpo su colpo alle folate offensive degli ospiti. Il fraseggio dei granata è troppo lento e prevedibile, e per questo ogni sortita di Kiyine e soci viene letta facilmente dal reparto difensivo ciociaro. Al 32’, è Ciano, direttamente da calcio di punizione dal limite, a sfiorare la rete, l’esecuzione del centravanti ciociaro è magistrale, ma la sfera esce di quel tanto da salvare Radunovic (completamente spiazzato). Con il trascorrere dei minuti però il forcing dei gialloblu inizia inevitabilmente a scemare e la Salernitana ne approfitta subitoal 43’: sugli sviluppi di un corner infatti, i granata trovano in azione di mischia l’inatteso gol dell’1 a 0 con Raffaele Schiavi, bravo ad intercettare e a ribadire in rete una conclusione sbilenca di Sprocati. La risposta degli ospiti è immediata e giunge sessanta secondi dopo con una conclusione di Brighenti che si alza sulla traversa.

Secondo tempo

Nella ripresa, gli ospiti restano in dieci dopo pochi minuti (espulso Brighenti per doppia ammonizione) e i padroni di casa provano ad approfittarne per consolidare il predominio in mezzo al campo. Il primo squillo di marca granata arriva al 12’, quando viene annullato un gol alla Salernitana per sospetto fuorigioco di Schiavi, nuovamente in proiezione offensiva. Al 14’ Kiyine ci prova dalla lunga distanza, la conclusione dell’esterno marocchino però è centrale e facile preda di Bardi. Al 16’, i ciocari si rifanno nuovamente sotto con Soddimo, ma il tiro dell’ex granata viene neutralizzato da Radunovic senza troppi affanni. Al 17’, la Salernitana si divora il gol del raddoppio in ben due occasioni: la prima con Bocalon che a tu per tu con Bardi colpisce debolmente di testa consentendo all’estremo difensore ciociaro di compiere la prodezza; l’azione però prosegue, la sfera giunge sul piede di Signorelli che scocca una saetta dal limite dell’area che fa la barba al palo. Al 22’, Kiyine prova una nuova sortita dall'out destro, supera due avversari e dal vertice dell'area di rigore fa partire un diagonale che termina sul fondo. Il Frosinone però non molla la presa nonostante l'inferiorità numerica e, alla mezz’ora, dopo un’azione insistita in area granata, trova la rete del pareggio con un tap in Crivello che esulta dedicando il gol al compagno Dionisi (assente per un lutto familiare). Nel frangente, evidenti le colpe del reparto difensivo granata, incapace di spazzare via la sfera al momento giusto, e di Kiyine reo di non aver scalato la posizione in copertura. Ospiti di nuovo pericolosi al 44’ con un diagonale del neo entrato Matarese che mette i brividi ai 10mila dell’Arechi. Il sig. Serra di Torino concede 5’ di recupero ma nessuna delle due compagini ha più la forza e la volontà di affondare il colpo, e così le squadre si accontentano e accettano di buon grado la divisione della posta in palio.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana - Frosinone 1-1: i granata impattano contro la corazzata ciociara

SalernoToday è in caricamento