rotate-mobile
Sport Stadio Arechi

Salernitana-Frosinone: 1-0, Mendicino mette ko la capolista

Buona prestazione dei Granata e vittoria meritata. Nei primi 45' parità di occasioni. Nella ripresa i padroni di casa giocano con grande intensità e annullano i Gialloblu con una bella esecuzione di Mendicino

Combattuta la vittoria della Salernitana. Contro una buona squadra e su un campo avverso non si risparmia, gioca con carattere, volizione e determinazione. Buona la prova di Montervino, Capua e Tuia che si caricano sulle spalle la squadra e spingono i Granata verso una vittoria che può aprire scenari felici. Da applausi la rete di Mendicino: servito da un encomiabile Montervino, in rovesciata, sbilanciato verso il basso, manda in rete il pallone che vale la partita. Occasioni da rete collezionate a raffica, ben dodici, per la squadra di mister Perrone, frutto di azioni ragionate. I Granata si rifanno sotto in classifica verso il vertice. Con questo carattere, sull'onda della continuità, i tifosi possono ben sperare. 

LA PARTITA. E' il maltempo alla vigilia a salire alla ribalta della cronaca: il manto di gioco dell'Arechi è impantanato in ogni zolla. Fugati i dubbi di un rinvio della gara a mezz'ora dall'inizio previsto, con la poggia che si placa, la Salernitana al cospetto della capolista Frosinone si presenta al via con il rientrante Siniscalchi al cento della difesa del 4-4-2. In mediana ancora spazio a Capua e Ricci. In avanti è Mendicino ad affiancare Guazzo. Gli ospiti, compagine col miglior attacco del torneo e con il minor numero di sconfitte, rispondono con un equilibrato 4-4-2: Gucher ed Altobelli sono le pedine che ne costituiscono cuore e polmoni al centro del campo ad illuminare i movimenti del tandem avanzato Guazzo e Mendicino. Poco spettacolo va profilandosi sull'inzuppata e rovinata arena di gioco con i ventidue in campo a soffrire nel mettere in atto gli elementari gesti atletici.

Fintantochè le condizioni del terreno non peggiorino ulteriormente le due compagini non rinunciano ad affrontarsi a viso aperto. Ma le difficoltà ad imbastire un'organica manovra oggettivamente sussistono. Al 12' tiro al volo di Ricci ed il Frosinone si rifugia in angolo. Un giro di lancette dopo conclusione di Capua che trova una deviazione di un avversario che per poco non termina in rete con Zappino spiazzato. Al 15' Gucher ci prova su punizione, agevole il disimpegno di Iananrilli. Al 20' cross di Luciani e Mendicino manca la deviazione verso la porta avversaria. Al 21' Ciofani si libera di Siniscalchi e poi Tuia ma è lo stesso Siniscalchi a liberare su Curiale sventando una seria minaccia. Al 25' colpo di testa di Luciani ben servito da Perpetuini su tiro di punizione, uscita a vuoto di Zappino ma il Frosinone si salva. Al 21' errore di Siniscalchi, Curiale si trova sul piede una ghiotta occasione ma Iananrilli è bravo a chiudergli lo specchio della porta. Sul capovolgimento di fronte Guazzo, ben imbeccato da Mendicino, manda a stampare la palla sul palo esterno. Al 34' errore di Iannarilli che per poco non consente il vantaggio ospite. La Salernitana cerca in ogni modo di non rinunciare a manovrare nonostante le proibitive condizioni del campo. Il Frosinone, compatto ed equilibrato, ragiona e mostra di poter mettere in difficoltà gli avversari come al 38', quando Curiale, servito da Ciofani, manca clamorosamente il vantaggio dopo aver superato Tuia. Nella circostanza provvidenziale intervento di Iannarilli. Grosso dispendio di forze per ambo le compagini su un terreno di gioco che non consente un equilibrio ottimale laddove il match sembra più un incontro di rugby per la fisicità profusa. Ciononostante al termine della prima frazione lo spettacolo è comunque gradevole: 0-0 con una Salernitana che sciorina una certa personalità mentre il Frosinone recrimina per due propizie occasioni da rete sciupate.

Nella ripresa subito Zappino deve disimpegnarsi su Guazzo. Al 6' tiro di Curiale, il quale riceve un assist di Altobelli, che termina di pochissimo fuori bersaglio. Al 10' trattenuta di Tuia su Curiale, il Frosinone reclama il calcio di rigore. I ciociari guadagnano metri ma al 15' buona giocata di Perpetuini che, con un tiro al volo di interno destro, dopo aver raccolto una respinta corta di Gucher, fallisce la rete del vantaggio per una questione di centimetri. Al 22' azione insistita dei Granata: Montervino, ben servito da Mendicino, penetra in area avversaria, palla che termina al neo entrato Gustavo la cui conclusione viene ribattuta, sfera nuovamente a Gustavo che serve Guazzo il quale manca l'impatto a rete da ottima posizione. Al 26' Zappino si deve prima opporre sulla conclusione potente di Mendicino e poi prendere il tempo all'accorrente Guazzo. Al 31' azione corale della Salernitana che arreca una seria minaccia agli avversari. Al 34' Zappino è tempestivo a bloccare una minacciosa incursione di Montervino. Al 35' Iannarilli rimedia ad un suo errore opponendosi a Curiale a qualche centimetro dalla linea di porta. Bella la partita in questo secondo atto, la Salernitana si fa preferire profondendo impegno ed intensità nonostante le condizioni ingenerose del campo. Al 40' Guazzo si divora una colossale palla gol a porta sguarnita ed il Frosinone si mantiene in piedi. La Salernitana, grazie alla buona prestazione di Tuia, Capua e Montervino, mette alle strette gli avversari. Al 43' arriva il meritato vantaggio della Salernitana: Montervino spinge caparbiamente  e serve Mendicino che, in rovesciata, sul secondo palo, insacca per l'1-0.

Al triplice fischio la Salernitana  vince con merito. Lo fa dopo aver anestesizzato il possesso di palla di un buon Frosinone in un secondo tempo che gioca con una crescente intensità ed acume tattico. Ritrovati gli equilibri in difesa la quale non sbanda contro uno dei migliori attacchi del campionato. Per i ragazzi di mister Perrone ora occorre continuità per innalzare le quotazioni in chiave promozione.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-4-2): Iannarilli; Luciani, Tuia, Siniscalchi, Piva; Montervino, Capua, Perpetuini, Ricci (dal 21'st Gustavo); Guazzo, Mendicino (dal 44' st Sbraga). A disp: Berardi, Chirieletti, Volpe, Mounard, Ginestra. All: Perrone
FROSINONE (4-4-2): Zappino; M. Ciofani, Russo, Blanchard, Crivello (dal 44' Carrus); Gessa (dal 24'st Aurelio), Gucher, Altobelli (dal 44'st Cesaretti), Paganini; Curiale, D. Ciofani. A disp: Mangiapelo, Formato, Menicucci, Savone. All: Stellone.
Arbitro: Cifelli di Campobasso (ass.: Caliari-Rizzato)

Marcatore: 43' st Mendicino (S)

Note: Pomeriggio buio. Terreno di gioco in pessime condizioni. Osservato un minuto di raccoglimento per le vittime dell'alluvione in Sardegna. Spettatori complessivi 6952. Squadre  scese in campo indossando, prima del fischio d’inizio, le maglie ideate dalla Salernitana per il Ministero dell’Interno con un messaggio sociale anti femminicidio.? “Ho voluto coinvolgere la Salernitana nell’importante e autorevole campagna contro il femminicidio promossa dal Ministero dell’Interno perché il calcio deve essere veicolo di sensibilizzazione di messaggi positivi - dichiara Marco Mezzaroma promotore dell’iniziativa e proprietario, insieme a Claudio Lotito, della U.S. Salernitana -. I calciatori sono simboli utili anche a valorizzare la cultura del  rispetto reciproco, dell’accoglienza, del rifiuto della violenza. Quando lo sport sostiene battaglie come quella contro il femminicidio scrive una bella pagina nella storia del calcio italiano. ?Ammoniti: Tuia (S), Gessa (F), Capua (S), Curiale (F), Gucher (F), Ciofani F)  Angoli: 9-1. Recuperi: 0'pt -  4'st.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Frosinone: 1-0, Mendicino mette ko la capolista

SalernoToday è in caricamento