Salernitana, parla Ventura: "Si riparte con voglia feroce, nulla è precluso"

L'allenatore ha messo sulla bilancia anche i rischi di una maratona sportiva che potrebbe avere contraccolpi sulle gambe dei giocatori, se si scendesse in campo di sabato, martedì e ancora sabato ininterrottamente

Foto archivio, Gian Piero Ventura

"Mister libidine", al secolo Gian Piero Ventura, è pronto a scendere in campo. Il tecnico della Salernitana oggi si sottoporrà a tamponi e test sierologici e poi dirigerà al centro sportivo Mary Rosy il primo allanamento (ancora individuale) della fase-2. L'allenatore ligure, in una intervista pubblicata dal quotidiano Il Mattino, ha parlato di "gruppo con voglia feroce di fare calcio" ma ha messo sulla bilancia anche i rischi di una maratona sportiva che potrebbe avere contraccolpi sulle gambe dei giocatori, se si scendesse in campo di sabato, martedì e ancora sabato ininterrottamente.

I dettagli

"Si riparte con lo spirito di un gruppo che ha una voglia feroce di calcio - ha detto - E' giusto ripartire per motivi economici, professionali e sociali. Non avevo dubbi sulla ripartenza: non fosse accaduto, ci sarebbero stati problemi a far ripartire il campionato l'anno prossimo". Non comincia un campionato ma "un mini campionato - ancora Ventura - resta da capire se si giocheranno le 10 partite che restano e quante volte si scenderà in campo in una settimana. Farà molto caldo. Penso sia una mezza follia pensare di giocare il sabato, il martedì ed il sabato ininterrottamente. Compresi playoff, sarebbero 14 partite dal 23 giugno ma lo riterrei un po' pericoloso per la salute e per gli infortuni dei giocatori, da 3 mesi senza calcio. La speranza è che si giochi dal 27 giugno. In tal caso sarebbero garantite almeno le 4 settimane minime”. Sui playoff ha aggiunto: "Se si disputano solo i playoff, alla post season dovrebbero partecipare tutte le squadre. Fatta eccezione per il Benevento, sarebbe giusto che anche il Crotone partecipasse ai play off. Non sarebbe giusto che il Frosinone per un punto debba essere pregiudicato senza potersi giocare le restanti 10 gare e magari ribaltare la posizione. Lo stesso vale per noi. Come per tutte le squadre in gioco. Vediamo dove arriviamo. Nulla ci è precluso”. Il presente e il futuro: "Cerci se sta bene può dare una mano. Il mio rinnovo? Adesso ci sono altre priorità".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento