Salernitana-Grosseto, 0-1: i Granata spengono le luci sul futuro

Serata senza nè luci e nè artisti tra i Granata all'Arechi. A brindare è il Grosseto che gioca una buona gara girando a mille e vincendo con merito. Ricci al 30' della ripresa decide il match

L'altalena di risultati della Salernitana in questa stagione manda alle cronache l'ennesimo stop casalingo, neanche mister Perrone riesce ad imprimere un cambiamento di rotta al catastrofico rendimento interno dei suoi. Il Grosseto si impone a domicilio con merito grazie ad una prestazione efficace, equilibrata, propositiva e pragmatica. Non fa giocare gli avversari grazie ad un pressing a tutto campo che gli permette di disorientare i dirimpettai e di tenerli nelle retrovie. Foggia e compagni si perdono già dai primi minuti ed il gioco è senza costrutto. I Grifoni si fanno preferire anche sul piano dei singoli. Convince sempre meno la Salernitana, urgono rinforzi ma Gennaio è ancora lontano.

LA PARTITA. Voglia di festa all'ArechiNella notte delle Luci d'Artista ad illuminare Salerno anche i Granata della Salernitana non vogliono essere da meno. Hanno il compito di dar seguito a quanto di buono fatto vedere in quel di Benevento per entrare con determinazione nei quartieri alti della classifica. Mister Perrone schiera i suoi con un 4-3-1-2 cercando di sedimentare le proprie scelte e gli equilibri generali che dal suo avvento si stanno progressivamente notando. L'unica novità è rappresentata da Molinari che avvicenda l'infortunato Siniscalchi. In casa Grosseto l'ex Cuoghi presenta ai blocchi di partenza un prudente 5-3-2 con Burzegotti e Ricci sulle corsie esterne col compito di alzare il baricentro del gioco in proiezione offensiva​: l'abbottonato assetto degli ospiti è pur sempre pronto a tramutarsi in un pressante 3-5-2. I toscani arrancano nel rendimento generale e cercano punti per rendere fattibile un aggancio alla zona play-off.

Il match si apre con un insidioso inserimento sulla corsia destra di Onescu, il successivo cross del rumeno non desta apprensioni alla retroguardia di casa. Buon pressing dei toscani in avvio di contesa i quali al 6' con un tiro a giro di Gioè chiamano Iannarilli alla respinta. Il Gosseto tiene i suoi esterni di difesa molto alti a supportare i tre di centrocampo. All'8' tiro di Dicuonzo dalla distanza e I'estremo difensore granata deve smanacciare in angolo sulla traversa. Al 10' si sveglia la Salernitana, punizione battuta a mezz'altezza da Foggia, Ginestra di testa trova l'opposizione di Lanni e la difesa ospite si rifugia affannosamente in angolo. Al 16' sinistro dalla distanza di Foggia comodamente disinnescato dal portiere ospite. Gioca bene il  Gosseto con una buona circolazione di palla ed un piglio nient'affatto rinunciatario. La Salernitana si perde spesso negli ultimi venti metri a causa dell'ordine nella manovra della truppa di mister Cuoghi. Al 31' altro tiro tagliente di Onescu, la schiena di Molinari e i pugni di Iannarilli sventano la seria minaccia. Al 33' un cross di Piva trova la torsione di testa di Ginestra che fa terminare la sfera tra le braccia di Lanni. Quattro minuti più tardi gli ospiti si rendono minacciosi con un'azione insistita in area avversaria sbrogliata da Iannarilli. Qualche errore di troppo per la Salernitana che non riesce ad imbastire azioni degne di nota, il pressing del Grosseto rende innocui i movimenti del centrocampo granata. Il 5-3-2 dei ragazzi del trainer Cuoghi si tramuta camaleonticamente in un 3-5-2 in fase di pressing e costruzione della manovra, una costante del primo tempo degli ospiti.  Al 43' l'intesa Guazzo-Ginestra produce una sbilenca conclusione del secondo fuori bersaglio. Allo scoccare del 45' non ci sono minuti di recupero, le squadre vanno al riposo sul parziale di 0-0. Il Grosseto è ben messo in campo ed attua costantemente un buon pressing, la Salernitana costruisce poco ed appare contrita nella manovra.

Nel secondo tempo cerca di rendersi minacciosa dalle parti della difesa ospite, Foggia svaria su tutto il fronte offensivo e dai suoi piedi al 3' parte un cross che trova i pugni dell'estremo difensore ospite. Il Grosseto allenta la pressione sciorinata nel corso della prima frazione ma è pur sempre insidioso con le giocate di Montalto ed Onescu. Supremazia territoriale dei maremmani che non arreca chissà quali pericoli dalle parti di Iannarilli ma che mette a nudo le difficoltà di una Salernitana nel gioco. Al 16' Molinari, già ammonito, commette un netto fallo su Ricci, lanciato a rete dopo un dribbling ai suoi danni, e viene espulso dal direttore di gara. Parità numerica ristabilita al 26' quando Onescu viene spedito anzitempo negli spogliatoi per somma di ammonizioni. Un minuto dopo Sbraga stacca di testa in area avversaria ma Lanni sventa senza affanni. Al 30' Ricci, liberissimo in area avversaria, porta in vantaggio il Grosseto con un colpo di testa ben piazzato raccogliendo un cross dalla sinistra. Vantaggio ospite nell'aria, Salernitana che ripresenta l'immancabile amnesia difensiva. Al 35' cross di Piva e Guazzo in semi-rovesciata inquadra la porta ma Lanni blocca la sfera. Disorganica la manovra dei Granata che vive di sprazzi improvvisati assolutamente non incisivi in avanti, di inconsistenza a centrocampo e di apprensione in difesa. Al 43', Giovio, per eccesso di generosità, preferisce servire Scappini anzichè battere a rete: il gol è giustamente annullato per fuorigioco. Il Grosseto chiude imperversando in area avversaria con brucianti ripartenze, la Salernitana, abulica, si perde in se stessa e non dimostra mai di voler e poter effettivamente pareggiare il match. Nulla da fare, il Grosseto sbanca l'Arechi per 1-0. Prosegue anche con mister Perrone il tabù casalingo, i Granata collezionano il quinto stop stagionale tra le mura amiche, Coppa Italia inclusa. Gettate alle ortiche le prospettive positive nate dal blitz di Benevento. Mister Cuoghi vince la partita sul piano tattico e fisico, evidente la supremazia nella tenuta di gioco del Grosseto. C'è tanto da lavorare per il tecnico Perrone, si spera che riesca a trovare ben presto la cura per una pronta guarigione della sua squadra.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-3-1-2): Iannarilli, Luciani, Molinari, Tuia, Piva; Montervino (dal 37' Mendicino), Perpetuni, Volpe; Foggia (dal 20' Ricci); Guazzo, Ginestra (dal 16' st Sbraga). 
A disp: Berardi, Chirieletti, Capua, Mounard. 
All: Perrone.

GROSSETO (5-3-2): Lanni; Burzigotti, Terigi, Legittimo; Formiconi, Ricci; Obodo, Onescu, Dicuonzo (dal 24' st Bombagi); Montalto (dal 24' st Giovio), Gioè (dal 42' st Scappini). 
A disp: Maurantonio, Gotti, Tedeschi, Bombagi, Miraschi. 
All: Cuoghi.

Arbitro: Verdenelli di Foligno (ass.: Tudisco-Cordeschi)

Marcatore: al 30' st Ricci (G)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Note: serata mite, manto di gioco in buone condizioni. Spettatori 9.299. Ammoniti: Montalto (G), Molinari (S), Onescu (G).  Espulsi: Molinari (S) al 16' st e Onescu (G) al 26' st entambi per cumulo di ammonizioni. Angoli: 3-3. Recuperi: 0' pt - 3' st

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Covid-19, sono 41 i contagiati a Salerno: terzo caso in poche ore

  • Coronavirus: due nuovi casi positivi a Salerno e uno a Scafati

  • Covid-19, positivo un 16enne a Salerno: 32 casi nel Cilento

  • Meteo in Campania, è in arrivo un'ondata di calore: il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento