Rinascita Salernitana, ora bisogna battere l'Ascoli: la voce dei tifosi

La magia di Akpa, le sensazioni di Ventura, l'esplosione di Gondo, le giocate di Kiyine. I supporter aspettano che i granata proseguano sulla strada della continuità

Foto Gambardella

La magia di Akpa Akpro, le sensazioni di Ventura, l'esplosione di Gondo, le giocate di Kiyine. I supporter aspettano che i granata proseguano sulla strada della continuità. La Salernitana batte la Juve Stabia e fa ben sperare i tifosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La voce dei tifosi

Mimmo Rinaldi fa i complimenti ad Akpa Akpro: "Il movimento di Akpa non l'ha mai fatto nessun attaccante della Salernitana negli ultimi 5 anni". Il commento di Paolo Toscano: "Cuore, grinta e determinazione! Giocare in dieci uomini tutta la partita non è stato semplice ma la squadra si è compattata ed ha agguantato la vittoria perché ci ha sempre creduto. Un elogio particolare va fatto a Gondo che ha fatto davvero una gran partita ed ha portato per mano la squadra fino alla vittoria". Antonio Positano: "Una boccata di ossigeno. Nel calcio c’è poco da inventare: Akpa migliore in campo e giocatore di categoria. L’altra faccia della medaglia è rappresentata da Gondo, giocatore poco dotato ma che in campo suda la maglia come pochi. Il resto non mi appassiona perché in un campionato mediocre mostriamo tutti i nostri limiti. Solito copione di un film già visto. Meritiamo di più". Ciro Troise: "Partita in salita vinta grazie a due giocate di Akpa Akpro e ad un paratone sul finale di Micai. Gondo tante volte criticato in passato ha disputato una bellissima partita: oltre alla rete ha fatto ammonire mezza squadra avversaria. Se trovassero qualche minuto in più nelle gambe ed un pizzico di motivazione, chissà. Ma la notizia del giorno è l’addio al calcio di Rosina. Con quattro anni di ritardo". Mario De Rogatis: "Finalmente, dopo partite sonnacchiosa, arriva una gara  emozionante, in cui i nostri non hanno mai mollato. Giocare quasi 90 minuti in inferiorità numerica non è stato facile, ma forse è stata l'espulsione a generare uno scatto di orgoglio che ci ha permesso di portare a casa i tre punti. Ho solo perso il conto degli squalificati che avremo in settimana, almeno 5 con Lombardi (Jallow merita una multa dalla società), ma la rosa è ampia e comunque il turn over è opportuno. Tre note del match: Akpa fa la differenza, nel passare alla difesa a quattro la squadra si è ben difesa e Gondo ha fatto reparto da solo. Ad Ascoli sarà difficilissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento