Sulle spalle del gigante Djuric: Salernitana-Livorno 1-0, la cronaca della partita

Partita sbloccata dal centravanti bosniaco, che approfitta sotto misura di uno svarione in uscita del portiere Zima

L'altezza del centravanti, l'opportunismo di chi sente di essere diventato bomber, anzi lo è diventato. Milan Djuric è sempre più protagonista della Salernitana: un suo gol, in apertura di match, consente ai granata di sbloccare la partita e di battere il Livorno. Una vittoria che rilancia la Salernitana in classifica.

Novità in formazione

Reduce dalla sconfitta di Verona contro il Chievo, la Salernitana sfida il Livorno con l'obbligo di vincere per ritornare nei quartieri nobili della classifica. Durante la conferenza di presentazione della partita, l'allenatore Gian Piero Ventura aveva già annunciato la presenza contemporanea in campo di Jallow in coppia con Djuric in attacco e di Capezzi nella linea a cinque di centrocampo. Le novità non finiscono qui: in difesa dal 1' c'è anche Billong, al posto di Migliorini. Un forfait dell'ultim'ora anche per il Livorno: il portiere Plizzari si fa male nel riscaldamento, dentro Zima che si rivelerà subito decisivo in apertura di match.

La storia e la solidarietà

I granata indossano la toppa celebrativa "Macte Animo" con la data "15 febbraio 1920". E' un omaggio al motto presente nello statuto fondativo del club, articolo 3, ma anche la celebrazione della prima gara ufficiale disputata dalla Salernitana, un derby, il 15 febbraio 1920, fuori casa, contro la Juve Stabia. Iniziativa abbinata ad un progetto benefico: al termine della gara, maglie messe all'asta, sulla piattaforma CharityStars. Incasso devoluto in beneficenza all'associazione Wonder Tortilla che si occupa di clownterapia, al servizio degli ospedali pediatrici.

La cronaca

L'ombra del gigante Djuric si allunga subito sul Livorno, con la complicità del portiere Zima. Nei primissimi minuti della partita il possesso palla lo fa il Livorno, che si schiera con il 3-4-3 e cerca di sorprendere a freddo la Salernitana. I granata però si difendono con ordine e quando per la prima volta il cavalluccio supera il centrocampo è già gol. Al 6’ Kiyine orchestra e da destra scambia con Maistro e poi serve Lopez: il cross è alto, ma Zima esce a vuoto e per Djuric è troppo facile appoggiare a porta vuota e fare 1-0. Dopo il gol la Salernitana si scioglie e prende possesso del centrocampo grazie alla lucida regia di Dziczek. Il protagonista del primo tempo del cavalluccio marino è Walter Lopez, che sfiora la doppietta di assist al 10’ (Jallow arriva con un pizzico di ritardo sul cross dalla sinistra) e poi al 18’ si mette in proprio e col destro dal limite cerca di beffare Zima: alto. Fa caldo e i ritmi sono bassi, ma quando la Salernitana accelera riesce a sfondare. Al 33’ Maistro allarga per Kiyine che riesce ad arrivare al cross: sembra facile per Zima che però sbaglia ancora e lascia il pallone ad altezza dischetto, Djuric riesce a calciare ma Silvestre fa muro e salva il suo portiere. Due minuti dopo ci prova Dziczek dai trenta metri, palla altissima. Il Livorno fa pressing alto, ma quando la Salernitana riesce a uscire palla al piede trova tantissimo spazio. Al 39’ lo sfrutta tutto Maistro che arriva al limite, scambia con Jallow e poi cerca un destro a giro che fa solo paura a Zima.

La ripresa


Il secondo tempo comincia subito con un pericolo  per la porta difesa da Micai. Al 6', calcio d'angolo della Salernitana, parte il contropiede del Livorno con Marras che fa 40 metri palla la piede, converge e calcia alto.Al il Livorno sfiora il pareggio. 10' sul cronometro quando l'imbucata di Marras pesca Ferrari. Il cross è deviato da Billong che per poco non beffa Micai, abile a bloccare in due tempi. Si desta la Salernitana: al 17', Kiyine fa trenta metri palla al piede, al limite calcia basso e centrale ma Zima para.  Al 29' i granata potrebbero raddoppiare ma il cross di Capezzi, tramutato in gol di da Gondo (entrato al posto di Djuric), è annullato per fuorigioco. La partita resta ancora in bilico al 44:' Gondo davanti a Zima fa lo scavetto e la palla finisce alta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno si stringe attorno a Carmine Novella, il Capitano ringrazia e promette: "Lotterò a testa alta"

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Covid-19: muore un 34enne ad Agropoli, nuovi casi a Caggiano e Pagani

  • Sangue in strada: accoltellamento a Pastena, fermato un uomo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento