Sport

Blitz di Lotito in città, prima del suo compleanno: carica granata, Salernitana già in ritiro

Il momento è topico, cruciale, oltre che storico. Il co-patron della Salernitana, subito la vittoria ottenuta contro l'Empoli, ha macinato chilometri di autostrada e ha raggiunto il centro sportivo Mary Rosy per parlare al gruppo. La squadra è già blindata in albergo, in attesa della sfida decisiva di Pescara

Il co-patron della Salernitana, Claudio Lotito - foto Gambardella

Il momento è topico, cruciale, oltre che storico. Il co-patron della Salernitana, Claudio Lotito, a poche ore dal suo 64.esimo compleanno (il 9 maggio) e subito la vittoria ottenuta contro l'Empoli, ha macinato chilometri di autostrada e ha raggiunto il centro sportivo Mary Rosy per parlare al gruppo. La squadra è già blindata in albergo, in attesa della sfida decisiva di Pescara.

La strategia, l'obiettivo

Il co-patron, probabilmente anche per scaramanzia dopo il risultato negativo contro il Monza, venerdì pomeriggio non era allo stadio Arechi. C'era, invece, il vescovo Bellandi, che ha benedetto la Salernitana e l'ha seguita nel derby (per lui che è fiorentino e di fede viola) contro l'Empoli. Lotito, invece, è entrato in scena nel tardo pomeriggio, caricando i calciatori e tutti i dipendenti, tutto il mondo Salernitana. Ha cenato con la squadra e ha invitato tutti a dare il massimo. Poi, da regolamento, la promozione in A dovrà fare necessariamente mutare gli assetti societari e della proprietà ma al momento ogni sforzo è diretto alla conquista di un traguardo storico. Che poi sarà ripagato con il premio promozione che il club ha già fissato.

La carica dei tifosi: "Salernitana portaci in A"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz di Lotito in città, prima del suo compleanno: carica granata, Salernitana già in ritiro

SalernoToday è in caricamento