Salernitana, Menichini fa festa a Santa Teresa e prepara l'incontro con Lotito

L'allenatore granata ha partecipato alla cerimonia d'inaugurazione del tradizionale torneo di calcio a piedi nudi. Bagno di folla e applausi. Entro lunedì 17 giugno, il tecnico incontrerà la proprietà a Roma

Foto di Antonio Capuano

L'allenatore granata Leonardo Menichini, accompagnato dal team manager Salvatore Avallone,  ha partecipato alla cerimonia d'inaugurazione del tradizionale torneo di calcio a piedi nudi. Bagno di folla e applausi per il trainer di Ponsacco che ha conquistato la sua seconda salvezza consecutiva ai playout.

La cerimonia

Scenografia suggestiva sull'arenile salernitano: tante magliette con la maglia numero 9, il regalo al mister (la maglia del centenario), l'accoglienza del presentatore Gianni Novella e il commento degli assessori comunali allo sport e alle politiche giovanili, Caramanno e Giordano.

Le dichiarazioni

"I complimenti vanno girati ai ragazzi, è stata una partita sofferta ma l'importante è che è finita bene - ha detto Menichini - Nell'anno del centenario gestire una retrocessione sarebbe stato difficile, evitarla era il minimo che potevamo fare per questa gente. I calciatori e staff hanno confermato attaccamento alla causa, hanno dato il loro contributo con l'aiuto del pubblico. I ragazzi avevano bisogno di affetto, grazie ai tifosi perché avevano capito che eravamo all'ultima spiaggia".

L'incontro

Nel frattempo Menichini attende di incontrare Lotito a Roma per definire i programmi per la prossima stagione, l'allestimento della rosa e gli obiettivi. La Salernitana ha molti calciatori sotto contratto, legati al club da vincoli pluriennali. L'allenatore toscano sarebbe deciso a puntare sui riconfermati Micai, il portiere, su uno tra Mantovani e Migliorini, difensori, sui centrocampisti Di Tacchio e Odjer, infine su Djuric e Orlando. Sarebbe propenso ad arricchire questa ossatura base con giocatori giovani e dinamici - stile Cittadella - ma dovrà comunque confrontarsi con uno zoccolo duro di atleti che non sarà facile spostare durante il calciomercato, perché in possesso di contratti lunghi e di stipendi pesanti. Il ritiro dovrebbe scattare a San Gregorio Magno, da metà luglio.

Potrebbe interessarti

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Invasione di insetti rossi a Salerno: la gente scappa dal lungomare

  • Il mare più bello d'Italia è quello di Pollica e del Cilento Antico: parola di Legambiente e Touring Club

I più letti della settimana

  • "Do 1000 euro a chi restituisce il cellulare alla mamma di Alessandro": l'appello di un nostro lettore

  • Dramma a Nocera, precipita dal tetto di una scuola: muore operatore

  • Salerno: 5 locali perfetti per trascorrere una serata in riva al mare

  • "Aiuto, la strada è infestata dai serpenti": allarme dei residenti a Calata San Vito

  • Festeggiano il matrimonio in un ristorante ma non pagano il conto: neo sposini nei guai

  • Salerno, i Nas chiudono laboratorio di analisi: sequestri anche in provincia

Torna su
SalernoToday è in caricamento