Sport Stadio Arechi

Salernitana-Messina: 1-0, è un Buon Natale in casa granata

Gol di Bovo nel primo tempo, 40 punti in classifica, primo posto in questo 2014 che si chiude nel migliore dei modi

Fa quello che deve fare la Salernitana. Senza strafare batte di misura il Messina. Passa con Bovo ed amministra la gara. Calil, prima del vantaggio e nella ripresa, sciupa due colossali azioni per segnare. Un brivido lungo la schiena nel finale, quando i siciliani tentano il colpo di coda, ma alla fine è festa. Mattinata gaudente per la torcida granata, il primo posto con il quale si chiude questo 2014 è cosa certa. Un buon presupposto per confidare in un anno che verrà culminante nella promozione in Serie B. 40 punti in classifica, c'è ancora tanto da lottare, ma si è sulla retta via: tenere duro e non mollare.

LA PARTITA. Cielo terso, Arechi con buona cornice di pubblico per il breakfast-match contro il Messina per la 18esima giornata di Lega Pro girone C. Rialzarsi dopo la battuta di arresto di Martina Franca, tenere a bada i bollenti spiriti della Juve Stabia che si è rimessa alle calcagna. Regalarsi un lieto Natale con tre punti e incominciare un 2015 da capolista per muovere ampie falcate verso la Serie B in percorso comunque lungo e ostico: la Salernitana riparte senza novità di formazioni rispetto all'ultima uscita. Mister Menichini, davanti a Gori, manda in campo il trio Lanzaro-Tuia-Bianchi. Mediana infittita da cinque pedine: Franco, Bovo, Pestrin, Favasuli e Colombo. In attacco il duo brasilero Calil-Gabionetta. Il Messina, a secco di successi da otto partite, risponde con un equilibrato 4-4-2 per trovare punti salvezza. Via libera al quarantenne Corona in attacco. Mister Grassadonia, vecchia conoscenza del calcio salernitano, guida una truppa tra le cui fila militano molti giovani di scuola granata. In coppa Italia di Lega Pro in questa stagione è stato 2-0 per la Salernitana sui siculi. Sfida che richiama alla memoria appassionanti precedenti sui campi di terza serie.

Gabionetta in avvio scalda i guantoni di Iuliano, che raccoglie in presa la conclusione, il Messina risponde con un tiro che si spegne sul fondo. Gli ospiti pericolosi con un forte destro di Stefani che termina oltre il montante per una questione di centimetri all'8'. Buon piglio del Messina al match, la Salernitana imposta ma senza costrutto. Al 22' Colombo va al cross, Calil sfiora la deviazione a rete, si avventa sulla sfera Franco e Pepe, miracolosamente, col corpo si frappone, smorzando la conclusione che si spegne di un nulla in corner. Gabionetta ci prova poco dopo, nulla di fatto. Preme la Salernitana, verticalizza e mette Gabionetta e Calil più volte in condizioni favorevoli per segnare. Come al 28', quando un magistrale scambio in velocità Bovo-Gabionetta recapita la palla sui piedi di Calil, il bomber granata, a pochi centimetri dalla linea di porta, appoggia clamorosamente la sfera sugli spalti della Curva nord. Al 36' i Granata passano, destro devastante di Bovo dalla distanza, che avanza raccogliendo sulla trequarti una palla vagante, e pallone che si insacca tra il palo e Iuliano proteso in tuffo: 1-0. Al 43' Colombo devia verso Iuliano un cross di Bovo, non c'è forza e l'estremo difensore ospite abbranca. Il numero uno giallorosso si ripete, 2' a seguire, su Bovo. Al 47' l'arbitro ferma una mischia in area granata all'esito della quale Corona deposita in rete. Inutili le proteste peloritane. Al riposo è 1-0 per la Salernitana, più vivace degli avversari e che gioca una discreta prima frazione. Esposto, nel corso di essa, da parte dei tifosi ospiti, uno striscione di incoraggiamento per Armandino, il piccolo tifoso granata che sta lottando per sconfiggere una grave malattia.

Nella ripresa, capovolgimenti di fronte senza sussulti. Al 14' Messina fa ballare la difesa granata, Corona, per poco, sugli sviluppi di un traversone non sigla il pareggio. Ritmi più o meno blandi, latitano le azioni gol lungo i minuti a seguire. Il match si ridesta con una triangolazione in profondità, al 28', Franco-Gabionetta-Calil, Iuliano smanaccia e sventa. La Salernitana ci riprova poco dopo senza fortuna. Al 34' Calil si ritrova la palla tra i piedi in piena area di rigore avversaria, libero da marcature, spedisce di esterno destro fuori bersaglio, sciupando una favorevolissima occasione. Il Messina non riesce ad arrivare dalle parti di Gori, pressa bene la Salernitana e si mantiene compatta. Al 43' buona azione corale dei Giallorossi, la palla si incunea tra le maglie della difesa granata, Gori si tuffa in presa bassa sulla sfera toccata da Orlando e fa tirare un sospiro di sollievo ai suoi. Al triplice fischio è vittoria della Salernitana per 1-0. Match per larga parte equilibrato. I padroni di casa oltre al vantaggio hanno due colossali occasioni per segnare. Anche il Messina ha la sua sul finale. Brinda la truppa di mister Menichini che chiude l'anno al comando.

ll tabellino della gara

SALERNITANA (3-5-2): Gori; Lanzaro, Tuia, Bianchi; Franco (dal 44'st Volpe), Bovo, Pestrin, Favasuli, Colombo; Calil, Gabionetta (dal 29'st Mendicino). A disp: Russo, Pezzella, Grillo, Giandonato, Cappiello. All: Menichini

MESSINA (4-4-2): Iuliano, Cane, Donnarumma, Silvestri, Stefani, E.Pepe (dal 19'st Benvenga), Bucolo, V.Pepe (dal 34'st Izzillo), Damonte, Orlando, Corona (dal 27'st Bjelanovic). A disp: Lagomarsini, Bortoli, Altobello, Bonanno. All: Grassadonia.

Arbitro: Prontera di Bologna (ass.: Donvito-Margini)

Marcatore: 36'pt Bovo (S)

Note: mattinata gradevole, campo in perfette condizioni. Spettatori totali 10240 di cui un paio di centinaia di fede messinese. Ammoniti: Corona (M), Bianchi (S), Pestrin (S), Colombo (S), Benvenga (M), Bucolo (M). Angoli: 2-3. Recuperi: 2'pt-3'st.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Messina: 1-0, è un Buon Natale in casa granata

SalernoToday è in caricamento