menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Gambardella

Foto Gambardella

Salernitana - Novara 0-0: i granata sciupano troppo e tifosi contestano Lotito

L'undici di Bollini spreca l'inverosimile con Rosina e Improta e si deve accontentare del pareggio contro un non irresistibile Novara. A fine gara la curva non gradisce e lancia cori contro il patron

La Salernitana sbatte contro il muro eretto da Da Costa e spreca un'altra - l'ennesima - ghiotta occasione per riprendere la marcia di avvicinamento verso una salvezza tranquilla. Troppi gli errori sotto porta da parte di Rosina e compagni, mai cinici al punto giusto per aver ragione di un Novara tutt'altro che irresistibile. Nonostante l'emergenza a centrocampo, la linea mediana ideata da Bollini è riuscita ad aver ragione di quella piemontese, soprattutto grazie all'asse mancino Vitale-Rosina sull'out mancino che ha creato non pochi scompigli tra le fila azzurre. Alla Salernitana però è mancata quella fluidità di gioco tale da rendere ficcanti le manovre offensive, quasi sempre vanificate dalla 'linea Maginot' eretta dagli uomini di Boscaglia. Al termine della gara, la sensazione di aver gettato alle ortiche l'ennesima chances per incanalare il campionato in un binario più consono alle aspettative dei tifosi, è molto forte. 

LA CRONACA – Un’inedita Salernitana in casacca grigia approccia molto bene la gara, imponendo fin dalle primissime battute del match ritmi alti e tocchi di prima. L’occasione più nitida però è di marca piemontese, pericolosissimi al 3’con una conclusione di Sansone dal limite dell’area, Gomis però è attento e neutralizza in due tempi. Al 6’ i granata rispondono con Improta, lesto nel fa partire un tracciante dai 30 metri ma poco lucido nel prendere la mira. All’11’ l’Arechi reclama un calcio di rigore per atterramento in area di Rosina, l’arbitro però lascia correre. Al 15’ grande occasione per la Salernitana che va vicinissima al gol del vantaggio con Rosina,  Da Costa però gli dice no, ribattendo per ben due volte le conclusioni ravvicinate del capitano. Al 22’Coda ci prova dalla distanza, la traiettoria disegnata dal bomber è insidiosa ma Da Costa c’è. Con il trascorrere dei minuti, i ritmi iniziano a scemare, a beneficio della formazione piemontese che sale di tono e guadagna. E al 32’infatti l’undici di Boscaglia va vicino al vantaggio con una mezza girata di Macheda in area che Gomis disinnesca smanacciando in angolo. Passato lo spavento, i granata si fiondano subito in avanti, e al 35’ vanni vicinissimi alla marcatura con Improta, la conclusione però dell’esterno ex Cesena è sporca e l'estremo difensore riesce con un colpo di reni a deviara palla.  Al 45’, sempre Improta ci prova dal limite dell’area, ma anche questa volta la mira è approssimativa. Al 48’, contropiede ‘coast to coast’ dei piemontesi che solo grazie al recupero di Busellato non si tramuta in occasione limpida da rete.

Nella ripresa, la Salernitana torna ad essere arrembante e stringe d’assedio la formazione piemontese. Ma come nel primo tempo, la prima occasione degna di nota è del Novara, con Sansone che al 7’ prova una rasoiata al volo che Gomis neutralizza con qualche imbarazzo nella presa. Al 15’, buona occasione per Coda (ben servito da Rosina autore di una sgroppata di 40 metri), il destro potente del bomber metelliano però si spegne sul fondo. Al 28’ break degli ospiti che si fanno vedere con Casarini in proiezione offensiva, il tiro del mediano ospite non è irresistibile e Gomis fa sua la sfera senza problemi. Al 32’, sempre Casarini ci prova dalla distanza, stavolta però Gomis è costretto agli straordinari per evitare guai peggiori. Al 34’, la Salernitana riprende a spingere e con un coplo di testa di Perico - sugli sviluppi di un calcio d’angolo - va vicinissima all'1 a 0, anche questa volta però Da Costa è decisivo. L’undici di Bollini prova il forcing finale, ma le folate offensive granata sono meno convinte e si infrangono sul muro eretto dagli ospiti. Dal 40’ in poi le due squadre iniziano a tirare i remi in barca e desistono da ogni intenzione belligerante. Dopo 3’ di recupero il Sig. Abbattista di Molfetta manda tutti sotto la doccia, tra i fischi e i cori di contestazione da parte della "Curva Sud Siberiano" nei confronti del patron Lotito.

Il tabellino della gara:  

SALERNITANA (3-4-3): Gomis; Perico, Schiavi, Bernardini; Bittante, Busellatto (42’s.t. Joao Silva), Minala, Vitale , (24’s.t. Zito); Rosina, Coda, Improta (35’s.t. Della Rocca). In panchina: Terracciano, Mantovani, Tuia, Luiz Felipe, Odjer, Sprocati. Allenatore: Bollini

NOVARA (3-5-2): Da Costa; Troest, Mantovani, Scognamiglio; Macheda (24’s.t. Selasi), Kupisz, Bolzoni (26’p.t. Cinelli), Casarini, Chiosa; Galabinov, Sansone (37’s.t. Lukanovic). In panchina:  Montipo', Di Mariano, Lancini, Adorjan, Dickmann, Koch. Allenatore: Boscaglia

Arbitro dell'incontro: Sig. Abbattista della sez. di Molfetta

Reti: -

Note: pomeriggio grigio; campo in discrete condizioni. Spettatori: 8.120 di cui una ventina di fede azzurra. Ammoniti: Schiavi (S) Bolzoni, Troest, Cinelli, Kupisz (N). Espulso:  Angoli: 4 - 7 . Recuperi: 5' pt - 3 ' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento