Salernitana - Padova 3-0: Di Tacchio gol, poi è "Jallow show"

Nel primo tempo è un eurogol dell'ex irpino rompe l'equilibrio del match. Nella ripresa invece, il centravanti gambiano offre una prestazione maiuscola impreziosita da due assist d'oro che valgono due reti

Foto: archivio

La Salernitana incenerisce il Padova con un secco 3 a 0 e centra il primo successo stagionale. Gara mai messa in discussione grazie ad una prestazione dell'undici di Colantuono scevra da particolari sbavature. Autoritaria e ben messa in campo, la formazione granata ha surclassato la terribile matricola veneta sotto ogni punto di vista. Da evidenziare l'ottima prestazione - nel complesso - dell'intera linea mediana, nella quale Di Tacchio ha letteralmente giganteggiato. Una nota di encomio la merita Lamin Jallow: subentrato nella ripresa al posto di Bocalon, il centravani gambiano ha dato una vera e propria sferzata alla gara, regalando un paio di assist d'oro che hanno permesso ai granata di chiudere il match. L'unica nota stonata è la catena di sinistra, che palesa - nonostante la volentorosa prestazione di Casasola condita da un gol - ancora degli imbarazzi per la mancanza di interpreti di ruolo. 

Primo tempo

Primi minuti su ritmi molto blandi, l’unica nota di “colore” l’infortunio dell’arbitro Di Paolo, costretto dopo una lunga interruzione del gioco (quasi 8') a dare forfait e a cedere il fischietto al quarto uomo Dionisi. Bisogna attendere il 18’ per assistere al primo spunto offensivo dei granata, con Bocalon protagonista di un buon inserimento egregiamente arginato da Capelli. Al 26’, la Salernitana sblocca il risultato: Gigliotti dal corner scodella a limite dell’area una palla morbida che diventa preda di Di Tacchio, l’ex irpino senza pensarci su colpisce la palla al volo e la scaglia sotto l’incrocio dei pali. Un eurogol di rara bellezza. Al 31’, sempre Di Tacchio ci prova da posizione defilata con un mancino dai 25 metri, la sfera si spegne però sul fondo. Su capovolgimento di fronte, si fanno vedere gli ospiti con un bolide centrale di Clemenza che viene bloccato con sicurezza da Micai. Al 35’, Gigliotti, direttamente da tiro franco dai 22 metri dà l’illusione del gol, la palla però si alza di quel tanto da scongiurare ogni pericolo. Al 42’, Casasola, in proiezione offensiva prova a sorprendere Marelli con una conclusione a effetto dal limite che si spegne tra le braccia dell’estremo veneto. Per recuperare l’infortunio dell’arbitro di Paolo, Dionisi è costretto a concedere ben 7’ di recupero, lasso di tempo durante il quale vanno segnalati l'innocua incursione di Clemenza, conclusa con un destro che termina alto, e la clamorosa occasione di Akpa Akpro che si divora il gol del 2 a 0 dopo una sgroppata di 50 metri, a tu per tu con Marelli

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo tempo

La ripresa inizia al piccolo trotto senza azioni degne di nota nei primi minuti. Per gli ospiti intanto inizia la girandola dei cambi: al 1’ escono Contessa e Capello, entrano Zambataro e Marcandella. Al 15’, sono i veneti a rendersi pericolosi con un calcio di punizione di Clemenza che lambisce il palo destro difeso da Micai. Al 17’, Colantuono sostituisce uno stremato Bocalon con Jallow, cambio questo che si rivelerà decisivo. Pochi istanti dopo infatti, al 21’, il centravanti gambiano si rende protagonista di una sgroppata sull'out destro che si concretizza con un assist d’oro che consente a Casasola di siglare il raddoppio con un facile tap-in dall’area piccola. Al 20’ entra anche Mantovani per un claudicante Perticone, ma il ‘craque’ della gara è sempre Jallow: al 24’il centravanti gambiano punta Trevisan sulla trequarti, lo brucia con un scatto felino per poi incunearsi in area e servire l'accorrente Djavan Anderson, l'ex Bari raccoglie la sfera e tutto solo trafigge Marelli. E’ il 3 a 0 nel tripudio dell’Arechi. Gli ospiti, seppur annichiliti nel risultato, provano a rialzare la testa con una punizione magistrale di Salviato che colpisce una traversa clamorosa a Micai battuto. intanto, si aprono le praterie per la Salernitana, che sfiora a più riprese il gol del 4 a 0, ma né a Jallow né a Casasola riesce la zampata vincente.   Al 39’, Colantuono concede la passerella a Di Tacchio, sostituito da Di Gennaro. Al 41’, Djuric prova a siglare la sua prima rete in maglia granata, ma Marelli gli dice di no. La partita lentamente si spegne senza regalare più sussulti, e dopo 4’ di recupero arriva il triplice fischio che sancisce la prima vittoria stagionale della Salernitana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Covid-19, De Luca firma l'ordinanza: movida di nuovo sotto controllo

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

  • Dramma a Montecorvino Pugliano, donna si impicca sul balcone di casa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento