rotate-mobile
Sport Stadio Arechi

Salernitana-Paganese: a porte aperte e ad entusiasmo chiuso

Per i Granata urge una vittoria per alleviare gli stenti e rientrare in zona play-off. Il tecnico degli Azzurrostellati in panca per l'ultima volta. Prevendita quasi andata deserta

Negativo, senza ombra di dubbio, il cammino della truppa di patron Lotito, fin qui, in un campionato dai  contenuti nient'affatto sensazionali. Si ritrova, a metà circa del cammino, addirittura fuori da quel nono posto che consentirebbe la disputa dei play-off in edizione allargata. Non è siucramente tale rendimento quello che si aspettavano i tifosi di fede granata non più tardi del mese di Luglio. Ma tant'è. Il rientro di mister Perrone ha arrecato qualche ventata positiva ma la squadra non decolla, anzi la sostanza delle cose, alla luce delle implacabili evidenze della classifica, è divenuta ancor più desolante: 20 punti in 15 gare disputate è un bilancio a dir poco negativo. Il derby che si gioca a partire dalle ore 12,30 è l'occasione per Guazzo e soci per addolcire le delusioni in un cammino stentato, da squadra di bassa classifica e che stride fortemente con i propositi di promozione in cadetteria preconizzati dalla dirigenza ai nastri di partenza del torneo. Assenti gli squalificati Montervino, Tuia e Luciani, con ogni probabilità l'influenzato Volpe, nonchè gli infortunati Mendicino ed Esposito, mister Perrone ha più di qualche problema di formazione da opporre al'ultima della classe. Largo alla coppia avanzata Guazzo-Ginestra ed in mediana a mancini, Perpetuini e Capua. Tra i pali Iannarilli con Siniscalchi pronto al rientro in difesa dopo l'infortunio subito nella sfida interna col Prato. Per l'assegnazione delle altre maglie da titolare nel 4-4-2 di partenza, tra difesa e centrocampo, al tecnico granata sono demandate le valutazioni che sfoceranno in certezza soltanto a ridosso della partita.

Per la Paganese il tecnico Maurizi è alla sua ultima presenza sulla panchina azzurrostellata. Numeri da capogiro per la formazione ospite in questo torneo: 15 partite e soli 7 punti. Un cammino costellato da plurime sconfitte e reti subite. 

Per il derby tra coprovinciali a porte aperte si va sorprendentemente verso il minimo delle presenze stagionali all'Arechi. Molto fiacca la prevendita a Salerno e nessun biglietto staccato a Pagani a meno di 24 ore dal fischio d'inizio. Probabilmente non è una questione di orario e della Domenica pre-natalizia: a Salerno c'è un più o meno latente malumore, nient'affatto placato dal passaggio alle semifinali di Coppa Italia di Lega Pro, a Pagani le reiterate sconfitte ed una situazione societaria per nulla rosea hanno sedimentato un clima di netta indifferenza.

Le probabili formazioni

SALERNITANA (4-4-2): Iannarilli; Chirieletti, Siniscalchi, Molinari, Piva; Mancini, Perpetuini, Capua, Ricci, Guazzo, Ginestra. All.: Perrone

PAGANESE (4-3-3): Volturo; Monopoli, Panariello, Perrotta, Meola; Giampà, Franco, Amelio; Deli, De Sena, Berretta. All.: Maurizi

?Arbitro: Lanza di Nichelino (ass.: Stasi-Lanotte)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Paganese: a porte aperte e ad entusiasmo chiuso

SalernoToday è in caricamento