menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Alberto Bollini (Foto di G. Gambardella)

Alberto Bollini (Foto di G. Gambardella)

Salernitana - Perugia 1-1: granata acciuffati in zona Cesarini. E' crisi

Dopo una prestazione a dir poco scialba, l'undici di Bollini trova l'inatteso vantaggio con una zampata di Bocalon (30's.t.). La reazione degli umbri però è veemente e in pieno recupero acciuffano meritatamente il pareggio con un gol di Buonaiuto (48's.t.)

Dopo un'altra partita mediocre, la Salernitana impatta nuovamente in casa, stavolta facendosi recuperare in piena zona Cesarini da un Perugia volitivo e più in palla dei granata. A dire il vero, i grifoni umbri, ai punti, avrebbero meritato anche qualcosina in più del pareggio (i granata hanno prodotto la miseria di un tiro in porta), al cospetto di una Salernitana confusionaria e poco lucida, soprattutto negli ultimi 16 metri. Il calcio però a volte e strano e stava regalando ai ragazzi di Bollini una vittoria quasi caduta da cielo; Schiavi e compagni però non hanno saputo gestire al meglio le battute finali del match, lasciandosi cogliere impreparati a 2' dalla fine. Una batosta per i campani che vedono definitvamente materializzarsi una profonda crisi di risultati. All'orizzonte ora la difficile trasferta contro la Virtus Entella, che rischia di diventare già 'gara spartiacque' della stagione. 

Primo tempo

Partono bene i granata che già al 2’, con un’azione insistita di Ricci, provano a rendersi pericolosi, l’uscita tempestiva di Rosati però disinnesca il pericolo. Dopo l’abbrivio iniziale, le due compagini si affrontano per lo più sulla metà campo,  senza riuscire ad affondare mai il colpo decisivo. Al 18’però un colpo ben assestato lo affonda Di Carmine  – in maniera involontaria ovviamente -  sul corpo di Radunovic in uscita bassa: il portiere serbo è costretto a lasciare il campo con l’ausilio dell’auto elettrica e a raggiungere con un certa celerità la prima ambulanza diretta all’ospedale Ruggi d’Aragona per accertamenti.  Al 30’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, gli ospiti si fanno vedere con un insidioso colpo di testa di Dossena,  la palla sfila alta sopra la traversa. Il match, già di suo non spettacolare, è condizionato inesorabilmente anche dal forte vento che falsa costantemente la traiettoria della palla. Al 38’, grifoni di nuovo pericolosi con un potente diagonale di Pajac dal limite dell’area che costringe Adamonis a rifugiarsi in angolo. I granata si fanno vedere solo al 42’, con un tiro fuori misura di Sprocati che si spegne sul fondo. In pieno recupero, il Perugia si fa di nuovo sotto con Bonaiuto che conclude dal limite dell’area, Adamonis non si scompone e blocca la palla con sicurezza. Dopo 4’ di recupero, il sig. Rapuano manda tutti negli spogliatoi. Umbri meglio dei granata, ma partita davvero mediocre.

Secondo tempo

A inizio ripresa (5’), grifoni vicini al gol di nuovo con Dossena in proiezione offensiva, il centrale umbro anticipa tutti sul tempo e di testa batte a rete, la sfera però si alza troppo e non centra lo specchio. All’11, ospiti di nuovo insidiosi con una conclusione dalla distanza di Buonaiuto, la mira dell’esterno biancorosso però è pessima. Verso il 15’, un’altra mazzata allo spettacolo arriva con l’inizio della pioggia che rende – se era possibile –  il livello della gara ancor più scadente. Al 26’, il primo pericolo alla porta umbra arriva da un tiro cross di Vitale che nessuno riesce a intercettare e a ribadire in rete. Al 30’, a sorpresa sussulto della Salerntana che, grazie ad una bell’azione manovrata tra Vitale e Sprocati, trova il gol del vantaggio con una zampata di Bocalon che gonfia la rete e rompe finalmente la lunga astinenza dal gol. Al 32’, risposta immediata dei grifoni che si rendono immediatamente pericolosi con un colpo di testa di Cerri che Adamonis neutralizza a terra. Gli umbri, furenti e rabbiosi, continuano a riversarsi nella metà campo granata, ma l’undici di Bollini resiste. I grifoni a testa bassa insistono e al 40’, un missile terra aria di Colombatto sfiora l’incrocio dei pali. Al 44’, miracolo di Adamonis che salva su una zuccata di Han da posizione ravvicinata. Con la forza della disperazione, il Perugia continua ad assediare la Salernitana, e al 48’con Buonaiuto trova il meritato gol del pareggio. Nel frangente, l'esterno biancorosso è bravo a sorprendere una difesa granata completamente assopita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

social

Salerno: apre "Osteria di Pescheria", "Pizzicorio" diventa anche bar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento