menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di G. Gambardella

Foto di G. Gambardella

Salernitana - Perugia 2-1: "Donnarumma e Coda castigano i grifoni"

Un gol per tempo dei 'gemelli del gol'regala ai granata un successo fondamentale in chiave salvezza

Contro un Perugia ridotto ai minimi termini per via dei tanti infortuni, la Salernitana centra la sua quinta vittoria stagionale, allontando con un sol colpo sia i venti di crisi che aleggiavano sul proprio capo che la zona play out. Nonostante qualche difficoltà iniziale per via di un grifone vivace e dinamico, l'undici di Bollini è riuscito a far sua l'intera posta in palio conducendo una partita attenta e senza le solite sbavature difensive. Il ritorno al gol dei "gemelli del gol" ha dato fiato alle trombe ad una squadra che rischiava seriamente di accartorciarsi su se stessa, soprattutto dopo le ultime due ultime debacle consecutive. Certo, una vittoria seppur meritata non scaccia via con colpo di spugna le perplessità su una rosa mal assortita nel calciomercato estivo, ma questi tre punti consentiranno al Ds Fabiani e alla società di intervenire nella prossima finestra di mercato invernale con oculatezza e maggiore serenità.  

LA CRONACA – Poche emozioni nei primi 10’ minuti di gara, ma fin dalle prime battute sono gli ospiti ad essere più vivaci, lasciandosi preferire per una manovra rapida e ficcante. Al 14’ l’undici di Bollini mette finalmente la testa fuori dal sacco e prova ad impensierire la squadra umbra con una sortita del solito Coda, un’uscita spericolata fuori dall’area dell’estremo difensore ospite però sbroglia la matassa. Il Perugia continua a sciorinare un ottimo palleggio, la Salernitana invece palesa evidenti difficoltà soprattutto nell’imbastire una manovra apprezzabile, ma, al 16’, proprio nel momento migliore per i biancorossi, la squadra granata passa grazie ad un gol di rapina di Alfredo Donnarumma, lesto ad approfittare di una sfortunata deviazione di Didiba a seguiti di un tiro di Coda.

I grifoni non ci stanno a soccombere, e al 21’ un monumentale Dezi offre un assist d’oro in area per l’accorrente Drolè, il diagonale però non inquadra la porta. Al 25’, i padroni di casa rispondono con un colpo di testa di Della Rocca, la conclusione del mediano granata è debole e centrale. Al 29’di nuovo Drolè va vicinissimo all’1-1, ma sbaglia clamorosamente tirando addosso a Terracciano da buona posizione. Gli uomini di Bucchi producono il massimo sforzo e ci provano nuovamente al 33’ con una conclusione dal limite dell’area di Belmonte, ma anche in questa occasione la precisione lascia a desiderare. Al 40’ la Salernitana tenta il ‘golazo’ con una conclusione di Ronaldo dai 35 metri, ma Elezaj è sul pezzo, si distende e blocca.

Nella ripresa, dopo un primo quarto d’ora di noia (unica azione degna di nota, un bel taglio di Coda per Rosina non finalizzato dal capitano), la Salernitana sembra esser piazzata meglio in campo, grazie anche ad un centrocampo più dinamico per via dell’ingresso di Zito al posto di un troppo compassato Ronaldo. Dal 20’ in poi la formazione granata prova a chiudere il match, ma prima con Donnarumma al 21’e poi con Coda al 22’, spreca malamente il raddoppio (in entrambi i casi a portiere battuto). Al 32’si fanno vedere gli umbri con un insidioso tiro di Rolando Bianchi, Terracciano però è vigile devia in angolo. Al 34’, grazie ad un incredibile regalo di Didiba direttamente da fallo laterale, la Salernitana riesce finalmente a raddoppiare grazie ad una imperiosa staffilata di Coda (ottavo gol in campionato per il bomber metelliano). Al 38’, il grifo oramai ferito a morte, prova comunque ad accorciare le distanze sempre con il solito Drolè, Terracciano però gli dice di nuovo no. Altra occasione di marca granata al 41’ con Zito bravo ad incunearsi in area, meno nel concludere con il mancino. Al 43’, di nuovo Coda, alla ricerca della personale doppietta, ci prova quasi dalla stessa mattonella del primo gol, ma stavolta però spara in curva. In piena zona Cesarini, gli ospiti accorciano le distanze grazie ad una magistrale punizione di Dezi (non irreprensibile però l'intervento di Terracciano). Per gli umbri però non c’è più tempo per recuperare e l’Arechi è finalmente libero di esultare.

Il tabellino della gara:

Salernitana (4-3-3): Terracciano, Laverone, Perico, Bernardini, Vitale; Busellato, Ronaldo (5’s.t. Zito), Della Rocca; Rosina (27’s.t. Improta), Coda, Donnarumma (22’s.t. Caccavallo). In panchina: Liverani, Iliadis, Franco, Luiz Felipe Marchi, Tuia, Joao Silva. Allenatore: Bollini 

Perugia (4-3-3): Elezaj; Didiba, Volta, Belmonte, Di Chiara; Acampora (36’s.t. Traore), Dezi, Zebli (14’s.t. Ricci); Drolé, Bianchi, Buonaiuto (4’s.t. Zapata). In panchina: Santopadre, Alhassan, Imparato, Vicaroni. Allenatore: Bucchi

Arbitro dell'incontro: Sig. Aureliano di Bologna 

Reti: 16’Donnarumma, 36’s.t. Coda (S) 46’s.t. Dezi (P)

Note: pomeriggio freddo, campo in discrete condizioni. Spettatori: 9.675 circa di cui 190 circa di fede biancorossa. Ammoniti: Vitale (S)  (P). Espulsi: - Angoli: 6 – 5. Recuperi: 0’ pt - 4' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento