Salernitana-Perugia, Kiyine illude su rigore e poi la beffa al 90': pari all'Arechi

Dopo sbadigli e tante difficoltà, la partita si era sbloccata grazie ad una prodezza di Akpa Akpro che di tacco aveva smarcato il marocchino, atterrato. Quarto penalty consecutivo in campionato. Sul più bello, pareggio degli umbri con Buonaiuto

Calcio di rigore di Kiyine - Foto di Guglielmo Gambardella

E' finita come con il Frosinone: la Salernitana prima illude e poi si fa rimontare allo scadere dal Perugia, in gol al 90' grazie alla conclusione vincente di Buonaiuto. Ennesima occasione sprecata per i granata che ad una manciata di minuti dalla fine erano quarti in classfica alle spalle delle battistrada. L'Arechi resta tabù: ultima vittoria il 24 agosto con il Pescara

La grande illusione

Il colpo di tacco di Akpa Akpro - catapulta e luce ritrovata - è classe pura; il contatto cercato da Kiyine, in area di rigore perugina, è un mix di velocità e furbizia. Con la giocata confezionata dai suoi uomini più ispirati al 10' della ripresa, la Salernitana costruisce il gol dell'1-0 contro il Perugia allo stadio Arechi, al cospetto dei co-patron Lotito e Mezzaroma.

Le scelte e il cordoglio

Dziczek attende in panchina e gli fa compagnia Maistro: contro il Perugia, Gian Piero Ventura schiera una mediana muscolare (Odjer e Akpa in campo) e lascia Di Tacchio in cabina di regia. Allo stadio, la Salernitana attraverso l'iniziativa "Tutti uniti all'Arechi" - 500 alunni e baby calciatori nei Distinti - ricorda i tifosi Melissa La Rocca e Antonio Liguori, tragicamente scomparsi. Come segno di cordoglio e rispetto nei confronti delle famiglie, gli ultras della curva Sud Siberiano restano in silenzio nei primi 45' di gara.

Lo striscione

In curva Sud, anello superiore, esposto un lunghissimo striscione per ricordare Antonio Liguori: "Stendardo teso, sorriso costante, ciuffo biondo: ti ricorderemo così… Buon viaggio Antonio. Il  tuo posto per noi sarà comunque sempre qui". Una dedica anche per Melissa: "Siamo qui a renderti onore". Tanti striscioni colorati anche nei Distinti occupati dagli studenti. Lì Migliorini prima del match ha deposto un fascio di fiori. Ha fatto altrettanto il capitano della Salernitana Francesco Di Tacchio, sotto la curva Sud.

La cronaca

Dopo una lunga fase di studio e alcuni aggiustamenti tattici - Odjer trequartista, in un ruolo inedito - la prima palla gol (ghiotta) la costruisce il Perugia: Falzerano, velo di Iammello, tocco di Capone per l'inserimento di Iemmello che tira col destro sul primo palo. Micai è prodigioso: mano sinistra per respingere il pallone destinato all'incrocio (17'). Sul capovolgimento di fronte, atterramento di Odjer al limite dell'area ma Kiyine non sfrutta il calcio di punizione. Al 26' la Salernitana va vicinissima al vantaggio. Jallow sulla riga di fondo vede l'inserimento di Lopez che protegge il pallone con il corpo e in diagonale mira al palo lungo: fuori di un soffio.

La ripresa

La partita si sblocca grazie ad una doppia prodezza. La prima è di Akpa Akpro che con un colpo di tacco sontuoso, dopo aver ricevuto pallone da Kiyine gli serve in profondità un assist che il marocchino decide di sfruttare con astuzia, infilandosi in area perugina e tagliando la strada a Dragomir. Inevitabile il contatto e il calcio di rigore, il quarto in campionato (8'). Sul dischetto si presenta sempre Kiyine, tiratore scelto: di piatto destro, con freddezza, trasforma il penalty, sotto la curva Sud che esplode di gioia (10'). Al 21' la Salernitana potrebbe raddoppiare ma la percussione di Jallow termina con un tiro forte e centrale, neutralizzato da Vicario. Alla mezzora Ventura ricorre al doppio cambio: Lombardi rileva Kiyine e Maistro subentra ad Akpaa Akrpo. Applausi a scena aperta per i due protagonista dell'azione-gol della Salernitana. Il Perugia non molla e al minuto 37 beneficia di un calcio di punizione dal limite per atterramento di Buonaiuto ad opera di Di Tacchio. Batte Di Chiara, Micai respinge di pugno e Sgarbi fallisce clamorosamente il tap-in. La sagra dell'errore prosegue in area perugina: cross del neo entrato Lombardi, Djuric manca il colpo di testa e Lopez impatta ma colpisce l'esterno della rete.

La doccia fredda

Quando la vittoria pare alle porte, il Perugia pareggia. Storia del 90': Cerci perde palla, gli umbri si distendono sulla destra, cross di Rosi dietro la difesa e destro di prima intenzione di Buonaiuto che trafigge Micai.Non c'è sosta per la squadra di Ventura  che dovrà adesso provare il blitz a Pisa, nel turno infrasettimanale in programma in trasferta allo stadio "Arena Garibaldi" martedì 29 ottobre, ore 21.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento