rotate-mobile
Sport Stadio Arechi

Salernitana-Perugia, 2-2: applausi per tutti, pari e spettacolo

Avvincente partita. Emozioni che si susseguono convulsamente. Primo tempo con tre reti e che si chiude coi Granata avanti per 2-1. A Mazzeo rispondono Mendicino e Perpetuini. I Grifoni pareggiano nella ripresa con Sprocati su rigore

Girandola di gol, sussulti ed emozioni nel fango e sotto la pioggia dell'Arechi. Partita tanto bella quanto strana. E' 2-2 tra Salernitana e Perugia. I padroni di casa tengono in tendenziale sofferenza gli ospiti che trascorrono un pomeriggio di passione. La squadra di Camplone, che con coraggio opta per un moderato turn-over onde scongiurare squalifiche per il match del Curi col Frosinone di Domenica prossima, passa in vantaggio nel primo tempo con Mazzeo e sembra dilagare ma, per fortuna della compagine allenata da mister Gregucci, il raddoppio è clamorosamente divorato. Barcollano ma non mollano i Granata e Mendicino, dopo aver fallito una prima volta, non sbaglia e sigla il pari. Una perla di Perpetuini ed una più che buona manovra corale consentono ai padroni di casa di portarsi al riposo sul 2-1 tra l'euforia dilagante, come la pioggia, dell'Arechi. Nel secondo tempo si spengono i fari degli ardori delle contendenti. Gli umbri trovano il pari dagli undici metri con Sprocati. Di poi è una sterile supremazia di una Salernitana che si congeda dal suo caloroso pubblico evidenziando, come accaduto nel 2-2 di Frosinone, buoni contenuti in vista degli imminenti spareggi post seasoni.

LA PARTITA. Grande pathos all'Arechi. Penultima giornata della regular season del campionato di Lega Pro I divisione girone B. I Granata ricevono la visita del Perugia, capolista, in un pomeriggio da vivere fino all'ultimissimo sussulto. 4-2-3-1 per la truppa del trainer Gregucci con Sembroni al centro della linea difensiva che la spunta su Bianchi. Out Fofana, per un infortunio dell'ultimo minuto, al suo posto Mancini sulla trequarti. In avanti riconfermato Mendicino, panchina per Ginestra. Montervino e compagni vogliono il colpo da tre punti per blindare i play-off, migliorare il loro piazzamento e mandare un chiaro segnale per gli spareggi post season.Gli ospiti, per tamponare le velleità dei padroni di casa, vanno in campo con un 3-5-2. Mister Camplone cerca una vittoria per restare al primo posto prima del big-match al Curi contro il Frosinone, decisivo per la promozione in B. Mazzeo e Fabinho guidano l'attacco, assistiti dal quartetto di centrocampo che ha in Vitofrancesco e Franco gli esterni. Preservati Eusepi e Conti, diffidati, che non vanno nemmeno in panchina. Spettatori oltre dodicimila con almeno 850 sostenitori umbri al seguito.

Si gioca in un gran tifo della torcida granata. Al 3' Piva crossa, Mancini è ostacolato dalla diagonale difensiva di Comotto. Vivaci i movimenti dell'esterno sinistro agli ordini di mister Gregucci che generano apprensione tra la retroguardia ospite. All'8' il Perugia passa in vantaggio: ripartenza che lancia Moscati in corsa sull'out destro, cross al centro e Mazzeo spinge in rete. Freddata la Salernitana che incomincia a cedere il passo ai Grifoni. Le iniziative dei padroni di casa vengono ammortizzate bene dal contenimento della difesa e del centrocampo avversario, ben compatti. Al 19' Perugia vicino al raddoppio, azione insisitita di Nicco che si beve la difesa della Salernitana, passaggio basso per Mazzeo che svirgola a pochi passi dalla porta. Al 21' cross di Scalise, Koprivec smanaccia in uscita. Subito dopo Mendicino, ben lanciato, spara incredibilmente alto sulla traversa a tu per tu con Koprivec. Sul capovolgimento di fronte il Perugia per un nulla sfiora il raddoppio: prima Gori salva miracolosamente su Nicco e poi Mazzeo non riesce a scaricare in rete. Ritmi vorticosi, al 23' Mendicino stavolta non sbaglia: Mancini serve un'ottima palla per l'avanti granata che, di sinistro, ad incrociare, sigla l'1-1. Cresce la Salernitana, manovra bene e riesce sempre a trovare l'uomo libero sulla trequarti del campo per la giocata insidiosa. Al 33' la Salernitana è in vantaggio: Perpetuini addomestica un pallone vagante e scarica una conclusione dai 30 metri che si insacca nell'angolino alto alla sinistra di Koprivec. E' 2-1, esplode l'Arechi. Al 35' Fabinho va in percussione, il suo sinistro si spegne fuori alla sinsitra di Gori. Al 37' sinistro di Volpe, Koprivec in affanno. Stordito il Perugia che va concedendo spazi sul rettangolo di gioco, mister Camplone, al 38', tenta di scuotere i suoi mandando in campo Henty al posto di Mazzeo. Al 47' punizione per il Perugia, Fabinho la mette al centro, Gori non è impeccabile nell'uscita ma la palla termina fuori. Al termine della prima frazione le squadre vanno al riposo sul 2-1 per i Granata. Molto gradevole lo spettacolo offerto con emozioni a go-go, la Salernitana, grazie ad una efficace manovra corale ritorna subito in partita dopo che il Perugia, passato in vantaggio, spreca per due volte la rete del raddoppio. Raggiunto il pari alla seconda nitida palla-gol, Montervino e compagni manovrano con intensità ed applicazione. Continua a piovere all'Arechi, ne risentono ulteriormente le critiche condizioni del manto di gioco.

Spinge subito la Salernitana nella ripresa, al 7' Camplone opera già il terzo cambio a disposizione a causa dell'infortunio di Sini. Al 9' Sprocati si incunea in area, Tuia lo atterra: è calcio di rigore. Moscati va dal dischetto che insacca e porta la gara sul punteggio di parità: 2-2. Gori è sulla traiettoria ma il tiro è forte e teso. Cala la Salernitana, il Perugia, tra il 20' e il 21' , va vicina alla rete in due circostanze. Al 25' i padroni di casa vanno vicini al gol, Koprivec si salva. Rialzano la testa i Granata, punizione di Volpe e il portiere ospite ribatte. Diluvia a Salerno, le squadre non si risparmiano. Al 32' Gustavo tenta il tiro, senza esito. Alquanto sulle gambe il Perugia, i Granata tengono alto il proprio baricentro. La seconda frazione risente del dispendio di energie psicofisiche di ambo le formazioni nel primo tempo. Al 41' reclama la Salernitana un calcio di rigore per un presunto fallo di mano avversario, per il direttore di gara è tutto regolare. Al 43' Ginestra con un sinistro al volo a tagliare per poco non inquadra la porta. Al 45' cross di Piva, Volpe in rovesciata deposita tra le braccia di Koprivec. Al triplice fischio è 2-2. Bella partita, combattuta. Ritmi avvincenti nella prima frazione, più posati nella ripresa. Il Perugia ha mezza B in tasca, la Salernitana, al nono posto, si assicura i play-off.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori; Scalise, Tuia (dal 28' st Bianchi), Sembroni, Piva; Pestrin, Perpetuini; Montervino (dal 13' st Gustavo), Volpe, Mancini; Mendicino (dal 35' st Ginestra). A disp.: Iannarilli, Luciani, Pasqualini, Ampuero. All. Gregucci. 

PERUGIA (3-5-2): Koprivec; Comotto, Sini (dal 7' st Rossi), Scognamiglio; Vitofrancesco, Moscati, Carcione, Nicco, Franco (dal 1' st Sprocati); Mazzeo (dal 38' pt Henty), Fabinho. A disp.: Stillo, Massoni, Sanseverino, Insigne. All. Camplone. 

Marcatori: 8' pt Mazzeo (P), 23' pt Mendicino (S), 33' pt Perpetuini (S), 10' st Sprocati (P) su rig.

Note: pomeriggio piovoso, terreno scivoloso e gibboso. Spettatori complessivi 12575. Ammoniti: Perpetuini (S), Volpe (S), Moscati (P), Nicco (S). Angoli: 7-1. Recuperi: 5' pt - 4' st.

Arbitro: Ros di Pordenone (ass.: Caliari - Di Salvo)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Perugia, 2-2: applausi per tutti, pari e spettacolo

SalernoToday è in caricamento