Sport

Salernitana contro la Roma, parla Castori: “Per me affrontare Mourinho è come una tesi di laurea”

Sold out allo stadio Arechi. E' tutto pronto, in campo e fuori. L'allenatore granata non svela la formazione ma lascia intendere che potrebbe esserci anche una piccola variazione nello schieramento, complici le assenze di Strandberg e di Djuric

Salernitana contro Roma, Castori contro Mourinho. Normal One, il mister in tuta, ha già battuto Josè lo Special One: accadde in amichevole, quando allenava il Piacenza, ma l'allenatore della Salernitana glissa, un po' perché è persona umile e un po' per scaramanzia. "Quella era amichevole - ribatte - adesso si fa sul serio". La Roma, reduce dalla qualificazione in Conference League, schiererà i grossi calibri; la Salernitana fronteggia squalifica e infortunio di due giocatori ma non si fascia la testa.

Zero alibi

Salernitana con due assenze pesanti in difesa e in attacco: Strandberg e Djuric. "Questo doppio forfait non mi suggerisce di piangere – esordisce Castori – Se facciamo la nomenclatura di chi manca, poi manchiamo di rispetto a chi sarà in campo e darà tutto per spuntarla. Le caratteristiche di chi subentra potrebbero anche suggerire di cambiare qualcosa”. I campioni della Roma sono di numero considerevole. Abraham come si ferma? “Bisogna togliere la profondità, che è la filosofia di Mourinho, una filosofia nella quale mi rispecchio e che amo molto - prosegue l'allenatore della Salernitana - Grande rispetto, attenzione umiltà per reclutare le nostre risorse tecniche, tattiche e morali e dare il doppio ma non dobbiamo subire né soffrire il timore reverenziale. Non mi permetto di giudicare il Mourinho personaggio, parlo del Mourinho allenatore: fa calcio verticale e noi dovremo accorciare le distanze. Per me sarà come sostenere una tesi di laurea”. Sarà Davide contro Golia: “Il paragone sarà realistico ma noi abbiamo l’Arechi riaperto dalla nostra parte, sarà al nostro fianco e il nostro pubblico dovrà essere il dodicesimo uomo. Sarà serata di gala, che il popolo di Salerno si deve godere. Noi faremo la nostra parte e cercheremo di fare la nostra parte”. Le condizioni di Simy: “Bisogna dargli ritmo, lo recuperiamo cammin facendo e gli serve il minutaggio”.

L'orizzonte

Sarà l’ultima partita prima del mercato e la Salernitana accelera per Gagliolo, pupillo di Castori: “Il direttore e il sottoscritto hanno sottolineato la necessità di rimpinguare l’organico con tre, quattro giocatori. Se ho giocatori che si adeguano prima ai miei concetti, è meglio”. I calciatori africani dovranno partire per le Nazionali ma la Lega Serie A dice di essere al fianco dei club: “Non c’è stato ancora un atto ufficiale, adesso bisognerà mandarli. E’ soddisfazione e ambizione per loro ma egoisticamente da allenatore so che vanno via, devono fare partite in pochi giorni e mi ritornano il giovedì prima della sfida al Torino”. In difesa si pensa anche ad altre soluzioni? “La formazione la do domani: sono quattro difensori centrali per tre ruoli e la scelta ovviamente è meno difficile. In settimana abbiamo allenato molto la palla inattiva, fermo restando che va allenata soprattutto la concentrazione. A Bologna mi sono arrabbiato di brutto, perché non possiamo prendere gol in questo modo, ma la prestazione va preservata e dobbiamo ripartire da quelle certezze, perché meglio di così non potevamo giocare”. 

I convocati

Al termine della seduta di rifinitura di questa mattina il mister Fabrizio Castori ha diramato la lista dei 21 convocati per la gara in programma domani tra Salernitana e Roma. PORTIERl: Belec, De Matteis, Fiorillo; DIFENSORI: Aya, Bogdan, Gyomber, Jaroszynski, Ruggeri; CENTROCAMPISTI: Capezzi, Coulibaly L., Coulibaly M., Di Tacchio, Kastanos, Kechrida, Obi, Schiavone, Zortea; ATTACCANTI: Bonazzoli, Kristoffersen, Iannone, Simy.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana contro la Roma, parla Castori: “Per me affrontare Mourinho è come una tesi di laurea”

SalernoToday è in caricamento