Salernitana - Spezia 1-0: Bocalon gol, granata al 3°posto

Il quinto gol stagionale del 'Doge' regala all'undici di Colantuono il momentaneo 3°posto in classifica. Tanta però è stata la sofferenza, soprattutto nelle ripresa, per via di una formazione ligure mai doma nonostante l'inferiorità numerica

L'esultanza dei calciatori granata (foto: Gambardella)

Una zampata di Bocalon basta per piegare un ottimo Spezia, punito forse oltre i propri demeriti. Il finale di gara infatti è stato per i granata un autentico supplizio per via del forcing dei bianconeri divenuto quasi asfissiante soprattutto nell'ultimo quarto d'ora di gara. E se a ciò aggiungiamo l'inferiorità numerica patita dai bianconeri per un'ingenità di uno dei suoi uomini migliori (Bartolomei), si riesce a dimensionare la prova tutt'altro che gagliarda dei ragazzi di Colantuono. Male il centrocampo, andato sotto nonostante la densità maggiore in mezzo al campo. Male anche gli esterni, soprattutto Casasola che puntualmente veniva saltato dai dirimpettai liguri. Si salvano nel marasma generale, solo Bocalon, Mantovani e Migliorini, tra i pochi a tener botta e a tener dritto il timone quando la nave granata sembrava sul punto di colare a picco. Ciononostante la Salernitana, grazie ai tre punti acciuffati quest'oggi, raggiunge quota 20 punti, il che significa assestarsi al 3°posto (momentaneo) in graduatoria. E la sosta, seppur troppo lunga, forse giugne nel momento giusto. Le batterie della squadra sembrano alquanto scariche.  

Primo tempo

Accolti da una cornice di pubblico meno imponente del solito, Salernitana e Spezia scendono in campo affrontandosi a viso aperto pur non producendo occasioni gol limpide. Più intraprendenti però sono i liguri che si lasciano preferire, almeno nei primi 10' di gioco, per una maggiore qualità nel palleggio. Al 15’ però, arriva il break della Salernitana che passa in vantaggio grazie ad una rete di Bocalon, bravo a ribadire in rete una respinta maldestra di Lamanna su tiro di Mazzarani. Al 18’, sugli sviluppi di un calcio di punizione, gli ospiti provano a reagire con una sciabolata di Bartolemei, Micai però fa buona guardia e smanaccia in angolo. L’undici di Pierpaolo Marino prova a riequilibrare il match sempre con occasioni da palla inattiva: al 39’, è Pierini, da posizione difilata, a creare qualche grattacapo con una traiettoria velenosa, Micai però è attento e respinge il pericolo. Sugli sviluppi dell’azione però, l’estremo difensore granata si ‘esibisce’ in un’uscita improvvida che per poco non favorisce i liguri. Nel finale di frazione, l’unica cosa da segnalare l’espulsione dello spezzino Bartolomei per proteste. Dopo 2’ di recupero il sig. Dionisi manda tutti negli spogliatoi a bere una bevanda fresca.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo tempo

La ripresa inizia su buoni ritmi con una Salernitana alla ricerca del gol che possa mettere in ghiaccio la partita. Al 10’, è Djuric – da qualche istante subentrato ad uno spento Jallow -  a rendersi pericoloso con un colpo di testa potente ma impreciso. Nonostante l’inferiorità numerica però, lo Spezia guadagna metri e prende in mano il pallino del gioco, costringendo al contempo la Salernitana a rintanarsi nella propria metà campo. Al 20’, l’undici di Colantuono rompe l’assedio rendendosi pericolosa con un colpo di testa di Mazzarani troppo schiacciato per impensierire Lamanna. Al 22’, una ripartenza fulminea dei liguri viene sventata in corner da una chiusura provvidenziale quasi in spaccata di Mantovani. Al 25, è l’ex Ricci a costringere Micai alla parata spettacolare, con una conclusione dai 25 metri disinnescata dal piplet lombardo in calcio d’angolo. Al 28’, ospiti pericolosissimi con una clamorosa traversa colpita da Galabinov direttamente da calcio di punizione. La Salernitana soffre maledettamente la pressione asfissiante dei liguri senza soluzioni di discontinuità. I bianconeri le provano tutte per riacciuffare il pari, speso anche con azioni quasi rugbistiche, ma la 'linea Maginot' eretta da Migliorini e soci regge seppur con tante, troppe tribolazioni. E così dopo 4’ minuti di recupero, arriva il triplice fischio di Dionisi che sancisce la vittoria dei granata, e il momentaneo 3°posto in classifica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Salerno a lutto: è morta Serena Greco in un incidente a Roma

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento