Giovedì, 18 Luglio 2024
Sport

Salernitana - Ternana: la cronaca della gara

Pareggio pirotecnico all'Arechi tra campani e umbri. Le fere passano per ben tre volte in vantaggio ma vengono sempre raggiunti da un undici di Bollini mai domo. Bene Bocalon (autore di una doppietta) e Sprocati, male il reparto difensivo con il solo Vitale a salvarsi

Una Salernitana in chiaroscuro strappa un punto alle fere, dopo 90' vissuti su un'altalena di emozioni. Nonostante una buona partenza, l'undici di Bollini subisce la prima rete alla prima sortita offensiva degli umbri. Dopo lo schiaffo in pieno volto, i granata hanno il merito di alzarsi e di reagire subito, ma il reparto difensivo è stato questa sera una vera propria piaga, sia per la squadra e che per i tifosi quasi increduli. Solo la forza di volontà di un gruppo mai domo, ha consentito a Bocalon e co. di acciuffare un pareggio che sembrava quasi utopia dopo l'autogol clamoroso di Bernardini nella ripresa. Se Bollini prima della gara considerava l'attacco il tallone d'Achille della rosa a sua disposizione, dovrà forse rivedere i suoi convincimenti, perchè oggi come oggi, è la sua granitica difesa a far acqua da tutti i pori. Da segnalare le ottime prestazioni del 'Doge' Bocalon (autore di due reti) e di Sprocati (in serata di grazia come non mai). 

Primo tempo

Parte bene la Salernitana che già al 1’si rende pericolosa con un insidioso cross in area di Sprocati, Bocalon però manca per un soffio l’impatto con la sfera. Al 4’ è Gatto a provarci dai 25 metri, ma la conclusione non centra lo specchio. I granata si fanno di nuovo sotto al minuto 11’, con un tiro a giro di Sprocati scoccato dal limite dell’area, Bleve però è attento e respinge seppur con qualche affanno. Al 20’ Della Rocca, con un esterno mancino dai 30’ metri cerca il gol a sensazione, la sfera però sorvola di poco la traversa. La Salernitana sembra padrona del campo, ma all’improvviso al 22’, come un fulmine al ciel sereno, è la Ternana a passare in vantaggio con un gol di Tremolada, bravo a sorprendere una difesa granata presa in contropiede e poco lucida nel frangente. La reazione della Salernitana è però rabbiosa. Al 24’ infatti, l’undici di Bollini pareggia subito i conti con un gol di Bocalon, lesto a intercettare e deviare in rete un bel tiro al volo di Ricci. Al 30’ però le fere graffiano di nuovo: un indemoniato Tiscione si beve sull’out mancino Pucino e scodella al centro una palla al bacio per l’accorrente Albadoro, che di testa trafigge Radunovic e firma il nuovo sorpasso umbro.  I granata stavolta accusano il colpo e lasciano il pallino del gioco alla formazione ospite, galvanizzata dal nuovo vantaggio. Al 39’, un cross velenoso di Vitale crea le condizioni per il tap-in da buona posizione sia dia Sprocati che di Bocalon, ma nessuno dei due calciatori riesce a impattare a dovere la sfera. Al 43’, è Minala a provarci dalla distanza, ma Bleve anche stavolta c’è e respinge la sfera. Senza concedere nemmeno un minuto di recupero il Sig. Ros manda tutti negli spogliatoi. 

Secondo tempo 

Nella ripresa la squadra granata prova ad innestare subito le marce alte per acciuffare il pari. Al 3’, un’azione insistita tra Sprocati e Bocalon, libera al tiro dal limite dell’area proprio il 'Doge' veneziano che trafigge Bleve con una conclusione magistrale con sfera che colpisce prima il palo e poi si insacca in rete. Al 6’, quasi dalla linea di fondo, il neo entrato Rossi sfiora un gol sensazionale, la palla sibila sopra l’incrocio dei pali, ma non centra lo specchio. E’ una Salernitana arrembante quella dei primi 10’ di frazione, al 7’ ci prova nuovamente Rossi con una conclusione acrobatica, ma stavolta la coordinazione del tiro non è eccellente. Al 13’, però un infortunio di Bernardini in errato disimpegno difensivo provoca il nuovo vantaggio delle fere,  rovinando così i piani di rimonta dei padroni di casa. Due minuti dopo Sprocati ha sul piede il gol dell’immediato pareggio, ma l’esterno brianzolo colpisce solo la rete esterna. Al 27’,  un tiro di Odjer dalla distanza crea qualche brivido ai tifosi umbri, ma la sfera si spegne sul fondo. Al 32’, uno Sprocati in serata di grazia sfiora il gol alla Del Piero e solo la traversa salva Bleve. Sul conseguente corner, il Sig. Ros concede un calcio di rigore concesso per fallo di mano di Paolucci direttamente dal corner battuto da Vitale. Al 33’, va sul dischetto proprio l’ex di turno Vitale che realizza con una conclusione di potenza. Al 39’, Minala ha sulla testa il gol del clamoroso sorpasso, ma il camerunense non aggancia. Al 43’, le fere tornano a pungere con il solito Tiscione, bravo a liberarsi in area e a concludere con un diagonale pericolosissimo che costringe Radunovic al grande intervento. Dopo una gara vissuta su ritmi elevati, le due squadre iniziano a tirare i remi in barca e ad accontentarsi del risultato. E così dopo 4’ di recupero l’arbitro chiude le ostilità. L’undici di Bollini nonostante tutto esce tra gli applausi del pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana - Ternana: la cronaca della gara
SalernoToday è in caricamento