Sport

E' il giorno del trust granata: va via un custode, la Federcalcio attende la pec della Salernitana

Dentro o fuori, salotto o sgabuzzino: il club granata ha ultimato i dettagli per l'invio dei correttivi richiesti dalla Figc, il 29 giugno. La notte è trascorsa davanti al notaio Votta di Roma. Masoni si sfila: non è più guardiano dei trustee

Dentro o fuori, salotto del calcio o sgabuzzino dei rimpianti: è il giorno del trust, anzi dei correttivi al trust che la Salernitana aveva già inviato e che la Federcalcio ha chiesto di correggere, evidenziando dubbi legati alla struttura del contratto costituito, al rapporto tra custodi e trustee, all'autonomia finanziaria, alla bozza inviata. Quest'ultimo aspetto è stato poi chiarito dall'avvocato dei granata, Gian Michele Gentile: "Il notaio non poteva rilasciarci la copia autentica, in attesa del contratto che poi sarebbe stato firmato la sera del 25 giugno. Per brevità, fu inviata la bozza, alla quale poi fece seguito la copia autentica. Tutto chiarito con la Figc". La Salernitana è pronta ad inviare la documentazione: la deadline è fissata alle ore 20 di oggi, sabato 3 luglio.

I dettagli

C'era bisogno, invece, di sciogliere nodi e dubbi. Innanzitutto quello legato all'autonomia finanziaria: la Salernitana - il sospetto della Federcalcio, dal quale poi è scaturita una delle richieste - avrebbe dovuto navigare in mare aperto con risorse sufficienti, con indipendenza economica e non solo facendo leva sui 35 milioni di ricavi provenienti dai diritti tv in Serie A e dalle sponsorizzazioni. Per questo motivo, il serbatoio "dell'auto parcheggiata in garage con le chiavi consegnate a terzi" avrebbe dovuto ricevere un pieno di benzina (immissione di denaro, liquidità) sufficiente ad affrontare i sei mesi di transizione, il tempo limite concesso per vendere il club. Si è discusso a lungo, nello studio notarile Votta di Roma. La Figc non ha mai messo in dubbio statura morale e curriculum dell'amministratore unico, Ugo Marchetti, generale della Guardia di Finanza in pensione. Avrebbe auspicato, però, una scelta affidata ad organismi super partes, così come per i trustee. Li avrebbe voluti di numero dispari: erano e restano, invece, Melior Trust e Widar Trust ma è statio stabilito che in caso di controversia prevalga il parere di uno dei due. Novità per i custodi: Masoni si sfila, non è più guardiano, è andato via.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' il giorno del trust granata: va via un custode, la Federcalcio attende la pec della Salernitana

SalernoToday è in caricamento