Sport Stadio Arechi

Salernitana-Viareggio: 1-1, finale choc all'Arechi

Negativo il gioco dei Granata che produce solamente un paio di occasioni oltre alla rete del vantaggio propiziata da un errore di Gazzoli. Un modesto Viareggio castiga gli avversari negli ultimi secondi

Esplode veemente la contestazione dei supporters granata quando De Vena all'ultimo istante porta sull'1-1 il risultato finale della partita. La Salernitana, assai deludente, si trova in vantaggio con Guazzo grazie ad uno svarione di Gazzoli ma produce troppo poco, vittima della propria inconsistenza. Probabilmente la squadra è stata da tutti sopravvalutata, il contestatissimo allenatore di casa le ha provate nuovamente tutte ma le sue opzioni non rendono nè nel gioco e nè nel risultato. Problemi strutturali emergono implacabilmente dal pomeriggio odierno, alla società l'arduo compito di dare un'energica sterzata ad una squadra ancora una volta sorprendente in negativo.

LA PARTITA. Per la vittoria che non può sfuggire il trainer granata dà spazio a Rizzi sulla corsia destra al posto di Piva. Nella zona nevralgica del campo riconfermato Perpetuini ed ancora fuori Montervino. Al posto dell'ex Napoli gioca Capua. In avanti l'esclusione eccellente riguarda Ginestra, al suo posto, ad affiancare Guazzo, gioca Mendicino. Gli ospiti di mister Esposito partono con uno speculare 4-3-1-2 con Vannucchi a dar luce alla manovra che ha come finalizzatori Romeo e Ferrari.

Squadre che nelle prime battute si affrontano in spazi stretti, il Viareggio lascia intendere di volersi giocare la partita ed i Granata fanno girare la sfera senza rendersi minacciosi dalle parti di Gazzoli. Bisogna attendere il 15' per il primo segnale di riscossa della Salernitana: Volpe batte un tiro d'angolo e la sfera viene impattata di testa da Mendicino e spedita fuori. Guadagna qualche metro di campo col passare dei minuti la truppa di mister Sanderra. Al 20' il tiro dalla distanza di Foggia trova la risposta comoda di Gazzoli. il Viareggio tende ad indietreggiare e a difendersi a pieno organico. Al 24' su buon cross di Capua c'è la deviazione a rete di Volpe ma Lamorte in qualche modo si oppone. Al 27' vantaggio della Salernitana: tiro di sinistro di Tuia, portiere ospite che va a vuoto respingendo male, e Guazzo insacca. Sufficiente la conduzione di gioco di Foggia e compagni contro un Viareggio che, eccetto qualche buona giocata di Vannucchi, ha ben poco da dire. Al 38' Celiento costringe Berardi a rifugiarsi in angolo. Quando le squadre vanno negli spogliatoi per l'intervallo l'impressione è che l'unica cosa positiva per la Salernitana, ma quella più importante, è il risultato di vantaggio. Per il resto dal gioco non giungono risposte convincenti considerata la caratura tecnica degli avversari.

Nel secondo tempo si nota un po' di apprensione tra le fila della Salernitana in una gara che tende al soporifero e che si perde in inconsistenti passaggi da parte di ambo le formazioni senza un'effettiva spinta propositiva. Al 24'  il neo entrato Ginestra manca di poco la deviazione vincente su bell'assist di Foggia. Cala nel frattempo il silenzio in Curva Sud: i primi rumors parlano di uno spettatore che è caduto dalla gradinata nel fossato divisorio dal bordocampo. Pronto l'intervento dei volontari della Misericordia. La partita offre pochissimi spunti d'attenzione, la Salernitana fa poco movimento senza palla contro un avversario con carenze di gioco più o meno evidenti. Al 34' tiro di Ricci che inquadra la porta e Gazzoli para. Il clamoroso si materializza alla fine, quando al 48' il Viareggio perviene al pareggio con De Vena: errore in disimpegno di Luciani e Siniscalchi e l'attaccante toscano realizza. Pioggia di fischi all'Arechi al termine, una Salernitana lenta, scialba e macchinosa non riesce a conquistare una vittoria che sembrava cosa fatta fino all'ultimo istante del match. Un vantaggio frutto di uno svarione difensivo di Gazzoli e corroborato solamente da un paio di occasioni da rete e nulla più. Il Viareggio, ancora più inconsistente della Salernitana ma per ovvi motivi tecnici, nemmeno ci sperava più e riesce a punire gli avversari sull'1-1 finale. Cala il sipario con il trainer granata, Sanderra, ulteriormente nell'occhio del ciclone. Il patron Lotito, presente in tribuna, scuro in volto. La contestazione dei tifosi non risparmia nessuno. Si attendono provvedimenti imminenti.

Il tabellino della gara

SALERNITANA (4-3-1-2): Berardi; Luciani, Siniscalchi, Tuia, Rizzi; Capua, Perpetuini, Volpe; Foggia (dal 33' st Gustavo); Guazzo (dal 22' st Ginestra), Mendicino (dal 9' st Ricci). A disp.: Iannarilli, Sbraga, Piva, Montervino. All.: S.Sanderra

VIAREGGIO (4-3-1-2): Gazzoli; Celiento, Lamorte, Conson, Peverelli (dal 35' Rosafio); Della Latta (dal 20' st De Vena), Gemignani (dal 30' Casarini), Pizza; Vannucchi; Romeo, Ferrari. 
A disp.: Fontanelli, Mancini, Marongiu, Galassi. All.: R.Miggiano.

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo (assistenti: Matteo Bottegoni di Terni e Nicola Fraschetti di Perugia).

Marcatori: 27' pt Guazzo, 48' st De Vena.

Note: pomeriggio soleggiato. Spettatori 7371. Ammoniti: Siniscalchi (S), Della Latta (V), Celiento (V). Angoli: 3-2. Recuperi: 0' pt - 4' st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salernitana-Viareggio: 1-1, finale choc all'Arechi

SalernoToday è in caricamento