rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

La Salernitana vince, i tifosi fanno festa all'Arechi: "Ci devi credere"

Bandiere e cori allo stadio, dopo la vittoria contro il Venezia, entusiasmo davanti all'albergo che ospitava la squadra. I granata non mollano e l'obiettivo della promozione diretta è sempre più nerl

Salerno è nel pallone: la Salernitana vince, conquista, ribalta il destino e gli avversari, fa sognare. Il successo contro il Venezia è da castorizzati, cioè incarna tutte le caratteristiche che si sposano con la mentalità dell'allenatore: lotta su ogni pallone, aggancio e sorpasso in pieno recupero, fatica, resistenza ed esultanza. Bandiere e cori allo stadio, entusiasmo davanti all'albergo che ospitava la squadra: così trecento tifosi - sciolti dalle sigle ultras - hanno deciso di festeggiare Di Tacchio e compagni. I granata non mollano e l'obiettivo della promozione diretta è sempre più nel mirino.

La voce dei tifosi

Mimmo Rinaldi: “Testa bassa e puntiamo il prossimo senza se, senza ma, senza fare calcoli. Cuore polmoni, con le buone o le cattive. Ora come ora, godiamo. Da domani, abbiamo un altro obiettivo: il Monza”. Mario De Rogatis: “Un solo aggettivo per i granata: eroici. La squadra non molla mai, lotta fino alla fine, fino all'ultimo, inesorabile assalto. Siamo in piena corsa per la promozione diretta: il Lecce ha un calendario migliore, ma ormai a fine campionato contano gli episodi, quindi è lecito sognare. L'unica nota stonata è il cartellino giallo a Djuric, per un banale fallo di frustrazione: una pedina fondamentale in meno nel big match di martedì contro il Monza”. Paolo Toscano: “Una bella partita, forse tra le più belle del campionato. La squadra ha creato tante occasioni e ci ha creduto fino alla fine. Onore a questo ragazzi che non mollano mai”. Antonio Positano: “Bersagliera di nome e di fatto. Ci credono e ci crediamo e qualche volta la dea bendata si ricorda di noi. Grande Gondo e un bravo a tutti. Andiamo avanti e sotto con il Monza”. Ciro Troise: “Astenersi deboli di cuore. Contento per Gondo, spesso criticato anche da me”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Salernitana vince, i tifosi fanno festa all'Arechi: "Ci devi credere"

SalernoToday è in caricamento