Scommesse, parlano i bookmakers: "Nessun flusso anomalo su Salernitana-Pordenone"

Non si è resa necessaria alcuna segnalazione alla task force anti-match fixing del Ministero dell’Interno. Il testa a testa del 4 gennaio ha sollevato un polverone dopo la sconfitta per 0-2 della squadra di Castori

Nessun flusso anomalo di scommesse è stato rilevato per la partita di Serie B tra Salernitana e Pordenone e non si è resa necessaria alcuna segnalazione alla task force anti-match fixing del Ministero dell’Interno. Il testa a testa del 4 gennaio ha sollevato un polverone dopo la sconfitta per 0-2 della squadra di Castori e il successivo comunicato della società granata, preoccupata per possibili anomalie sulle scommesse effettuate sull’incontro.

I dettagli

I timori, secondo quanto apprende Agipronews, non hanno trovato riscontro nei flussi di gioco registrati dai maggiori bookmaker italiani: la quota della Salernitana è salita (dal 2,50 all’apertura delle giocate al 3,05 della chiusura), mentre è scesa quella del Pordenone (da 3,05 a 2,50). Secondo gli operatori, le oscillazioni rientrano nella normalità del mercato. Anche la raccolta complessiva sull’incontro risulta adeguata alla media delle partite di Serie B. In caso di sospette anomalie, al contrario, uno dei primi segnali è proprio il volume "eccessivo" sproporzionato al richiamo dell’evento, prevalentemente concentrato in un arco di tempo molto breve e focalizzato su esiti precisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • Curiosità, coppia del salernitano si ricongiunge da Maria De Filippi

  • Ritorno a scuola, De Luca firma la nuova ordinanza: ecco cosa prevede

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento