menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Claudio Lotito: "Salernitana, voglio la Serie B"

Il patron granata difende a spada tratta l'operato della dirigenza nella costruzione dell'organico, rilancia ed auspica la promozione in cadetteria. Sul campo buon test della squadra con nove reti siglate

Determinato, accalorato, fiero dell'operato del sodalizio che presiede ed ottimista. Indaffarato a tenere testa ai ripetuti trilli del cellulare con cui viene contattato da ogni dove, patron Claudio Lotito, a San Vito di Cadore, dopo le 9 reti con cui la Salernitana ha superato in surplace la Rappresentativa Valle del Cadore, si concede a taccuini e microfoni e dichiara: "Stiamo lavorando in maniera da consentire alla squadra di avere tutte le condizioni ambientali ed organizzative per rendere al meglio. L’anno prossimo non bisogna fallire, Salerno merita palcoscenici diversi. La società ha fatto e sta compiendo ulteriori sforzi per allestire una squadra competitiva contrariamente a quello che qualcuno diceva. Ogni anno abbiamo investito un ammontare cospicuo di risorse, ma tutti pensano che vincere i campionati sia una cosa automatica. Ci sono le condizioni per far bene, ma la squadra ha bisogno di sentire il calore dei propri tifosi che devono trasmettere l’orgoglio e l’appartenenza di vestire i colori granata”.
Obbligato un passaggio sul mercato: “I nostri reali obiettivi li vedrete sul campo, i rinforzi che arriveranno saranno all’altezza e funzionali al raggiungimento degli obiettivi prefissati. Fin qui abbiamo portato giocatori con alto profitto in serie B, non scarti. Chi sta qui deve essere motivato e convinto, in ritiro deve nascere e cementarsi lo spirito di gruppo. L’unica finalità è perseguire il risultato comune, occorre che tutte le componenti lavorino all’unisono per raggiungere l’obiettivo". Proseguendo a tutto tondo chiosa: "Mia moglie è molto disponibile soprattutto quando vede l’affetto dei tifosi e la correttezza nei confronti di chi, come me e mio cognato, mette a disposizione tempo e risorse. Viceversa s’irrigidisce quando vede l’ingratitudine nei confronti di chi lavora giorno e notte per il raggiungimento degli obiettivi”.

Qualche battuta, per finire, sul capitolo della composizione dei gironi e sulla campagna abbonamenti: “Apriremo a breve le sottoscrizioni, finora i botteghini dello stadio non erano disponibili per il concerto di Ligabue. Speriamo non abbia prodotto danni, già ci ha penalizzato e costretto a disputare la partita di Coppa fuori. Se il numero dei tifosi sarà congruo, apriremo anche i distinti. Sui gironi non sono io che decido quali criteri adottare, ma la Lega. Mi auguro si tenga conto dell’esperienza pregressa e si renda equilibrato il campionato senza sperequazioni. E’ interesse di tutti creare condizioni affinché si vinca sul campo e non per deficienze organizzative e di ordine pubblico. Io vorrei che le società fossero messe nelle condizioni di non dover subire condizionamenti ambientali. Se si ritiene che ci siano problemi di ordine ambientale è giusto che siano rimossi. Potremmo anche rimanere nel girone Sud noi ed andare in quello Nord altri".

Prima che il presidente catechizzasse l'uditorio, sul campo la sgambata di allenamento si è conclusa col punteggio di 9-3 per gli uomini di mister Somma. Un redivivo Ciro Ginestra è stato autore di cinque reti. La doppietta di Mendicino e le reti di Foggia e del giovane Nappo hanno chiuso il computo  delle marcature per la Salernitana. 

Il tabellino della gara

RAPPR. CADORE: Sabbato (dal 1′st Gori), Olivier M., Simonetti, Olivier R., Frescura, Rimoldi, Filippi, Meola, Pramio, De Villa, Sommariva. A disp. Hepp, Corazza, Talamini, Cettiga, Polese, De Rocco, Rui. All. M. Forgiarini.

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori (dal 1′st Russo); Lanzaro ( dal 23'st Dragonetti), Tuia (dal 1′st Castiglia), Bianchi, Grillo; Pestrin, Volpe; Foggia (dal 28'st Bruno), Mendicino (dal 17'st Nalini), Mounard; Ginestra (21'st Ginestra). All. M. Somma.

Reti: Ginestra 20', 21', 33' pt, 6', 20' st; Mendicino 5', 24' pt; Foggia 42' pt; Nappo 44' st (S); De Villa 13' st; Talamini 27' st; Rui 35' st (Rapp).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento