menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Ternana - Salernitana 1-0: i granata cedono il passo. Avenatti, colpo da tre punti

Tour de force letale per l'undici di Bollini, giunto alla terza gara in 7 giorni in evidente calo fisico. Male il centrocampo, attacco troppo evanescente e Coda costretto a far il rifinitore. In difesa, Bernardini distratto in occasione del gol di Avenatti

Come un corridore con il fiatone, la Salernitana cede il passo in favore di un avversario con più birra nelle gambe, motivazioni e mosso da quel sacro furore agonistico frutto della 'forza della disperazione'. L'undici di Bollini paga dunque dazio alla fatica, conseguenza del 'tour de force' che la serie cadetta ha  imposto in questa lunga settimana calcistica (tre gare a distanza di pochi giorni). Che la benzina fosse quasi finita era parso evidente già nel match casalingo con il Cittadella, ma al cospetto di una formazione così ben organizzata la flessione è apparsa quasi fisiologica. Oggi invece, la debacle al Libero Liberati di Terni, ha definitivamente messo fine alla lunga striscia di risultati utili consecutivi che hanno consentito alla Salernitana di avvicinarsi alla zona play off, distante ora nonostante la sconfitta, ancora 4 lunghezze. Il campionato sembra voler attendere ancora l'undici Bollini, c'é da capire però se, con il ritorno alla 'normalità', la squadra granata sarà in grado di tornare ad essere la spumeggiante formazione ammirata fino al match vittorioso con il Pisa. 

LA CRONACA – Inizio di gara senza particolari sussulti ma su buoni ritmi di gioco almeno fino al 9’. Al 10’ la prima azione degna di nota è di marca granata, grazie ad un tiro di Improta respinto da Aresti. E’ la Salernitana a conquistare il pallino del gioco – almeno fino al quarto d’ora - mentre la Ternana si limita a semplici azioni di rimessa. Al 19’ sempre Improta prova a far male alla difesa umbra, ma il tiro dell’esterno granata viene contratto da Diakitè e termina docile tra le braccia di Aresti.  Ma al 20’, nel momento forse migliore per l’undici di Bollini, è la Ternana a trovare il gol del vantaggio, grazie a una inzuccata di Avenatti sugli sviluppi di un calcio di punizione. Evidente nella fattispecie, l’errore marchiano di Bernardini in marcatura. La risposta della Salernitana è immediata, e si traduce con un destro a giro di Coda dal limite dell’area, la mira del bomber però lascia a desiderare. Al 24’, Improta ha di nuovo sul suo piede una ghiotta occasione da buona posizione, stavolta però è Meccariello ad immolarsi per gli umbri e ad evitare guai peggiori.  Al 26’ e al 27', è Sprocati a provare a raddrizzare le sorti del match, ma in entrambi i casi Aresti ci mette una pezza. Al 28’, su capovolgimento di fronte sono le fere a sfiorare il raddoppio, ma Palombi spreca. Al 32’, l’undici di Liverani si rende di nuovamente pericoloso con un tiro al volo (non irresistibile) di Petriccione, Gomis si distende e devia in angolo. Al 37’, di nuovo Gomis sugli su scudi, bravo a neutralizzare in angolo una conclusione ravvicinata di Germoni. La Salernitana non riesce ad uscire dalla morsa delle fere (meglio sugli esterni ma non irresistibili), commette troppi errori in fase di costruzione e rischia di subire nuovamente la marcatura anche al 41’, per via di un siluro di Falletti,  che Gomis - strepitoso -  respinge in corner.

Nella ripresa, anche nei primi minuti di giochi è sempre la squadra padrone di casa a rendersi pericolosa: già al 4’ infatti le fere vanno vicine al raddoppio con un colpo di testa di Avenatti che però non inquadra lo specchio. La Ternana insiste e al 6’ ci prova con una percussione di Falletti, la conclusione del trequartista umbro però è pessima. All’11, altra occasione di marca umbra con un tiro dalla distanza di controbalzo ad opera di Di Noia che termina di poco alto sul fondo. La Salernitana torna a farsi vedere solo al 19’, con tiro centrale di Coda facilmente bloccato dal Aresti. Con il trascorrere dei minuti, le fere si rintanano nel propria metà campo in difesa del prezioso vantaggio, e i granata ne approfittano e avanzano il baricentro. Ciò però non si traduce in una maggiore pericolosità: la squadra granata infatta continua ad essere, imprecisa, lenta nel fraseggio e del tutto sterile negli ultimi 16 metri. Le velleità offensive dei granata subiscono un duro stop quando Minala dopo la mezz'ora si fa espellere ingenuamente per proteste. Ciò nonostante, con le residue energie prova un confuso forcing finale. L’unico sussulto però arriva solo al 5’ minuto di recupero, quando Coda sfiora il clamoroso gol del pareggio, ma Aresti in uscita bassa alla disperata, salva gli umbri.

Il tabellino della gara:

Ternana (4-3-1-2): Aresti; Zanon, Diakite, Meccariello, Germoni; Petriccione, Ledesma, Di Noia (13’s.t.Defendi); Falletti (33’s.t. Valjent); Avenatti (25’s.t. La Gumina), Palombi. In panchina: Di Gennaro, Contini, Coppola, Palumbo, Monachello, Pettinari, Allenatore: Liverani

Salernitana (4-3-3): Gomis; Perico (33’s.t. Joao Silva), Tuia, Bernardini, Vitale; Odjer, Minala, Zito (1’s.t. Ronaldo); Improta (14’s.t. Rosina), Coda, Sprocati. In panchina: Terracciano, Bittante, Schiavi, Luiz Felipe, Della Rocca, Donnarumma. Allenatore: Bollini

Arbitro dell'incontro: Sig. Manganiello della sez. di Pinerolo

Reti: 20’Avenatti (T)

Note: pomeriggio primaverile, campo in buonr condizioni. Spettatori: 5.236 circa di cui 600 circa di fede granata. Ammoniti: Zanon, Germoni, La Gumina (T) Improta, Minala (S). Espulsi: Minala. Angoli: 3 - 7. Recuperi:  0' pt - 5' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento