Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

La Salernitana fa visita al Toro, parla Castori: "Dobbiamo fare punti"

Due defezioni in difesa: mancheranno Jaroszynski e Aya, dunque minori rotazioni. Prima convocazione per i nuovi acquisti, innanzitutto per Ribéry. Resta a casa anche Capezzi. Il mercato: "Il direttore sportivo si è già espresso, lo consideriamo chiuso"

"Deve essere una partita di rilancio per noi. Abbiamo grande rispetto per il Torino ma dobbiamo cominciare a fare punti. Siamo in un momento di crescita della condizione e dell'affiatamento". Così Castori presenta la prossima sfida in Piemonte, alla ripresa dopo la pausa. E' stata la settimana di Ribéry: "Ha avuto un grande impatto, un rapporto subito empatico con il gruppo - ha spiegato l'allenatore della Salernitana - E' chiaro che sia in ritardo di condizione ma darà un grande apporto. I giocatori bravi possono giocare dappertutto, ha qualità e non si discute. Lo abbiamo preso per arricchire la fantasia nella rifinitura".

L'analisi

Castori non rimugina su quello che è stato. "Il divario con la Roma è evidente e forse avremmo comunque perso. Non mi piace tornare indietro con i ricordi. A Bologna tanto tempo in dieci. Il presente dice che la squadra è in crescita. Migliora il quadro generale e tecnico. Il Torino? Gioca sempre in pressione e ha ottimi elementi. Noi dobbiamo, però, uscire dal campo con un risultato positivo. Molto dipenderà da noi. Con o senza Belotti, mi aspetto una squadra di Juric, che verticalizza. Sarà una partita di grande intensità. Nel complesso, è una squadra che va temuta per la sua organizzazione di gioco. Se manca Belotti, ci saranno giocatori bravi che possono sostituirlo". L'attacco. Simy è pronto per giocare dal primo minuto e qual è la condizione dei giocatori che tornano dalle Nazionali? "Simy è miglorato nella sua condizione, potrebbe essere pronto dal 1' ma non mi piace dare formazione prima di un'ora e mezza dalla partita. In ragione del fatto che il suo alter ego, Djuric, ha fatto solo due allenamenti con noi, non ci vuole molto per capire che Simy parta in vantaggio. Bonazzoli non ha ancora espresso tutto il proprio potenziale: gli diamo fiducia, deve fare passi in avanti rispetto a quelle che sono state le sue lacune. E' evidente che le domande se le sia fatte, perché a 16 anni debuttava con l'Inter e adesso a 25 stiamo a chiederci se può realizzarsi. Per me è forte e gli diamo fiducia. I giocatori della Nazionale hanno giocato - Strandberg due partite su tre le ha già fatte - pure Kechrida". L'inserimento di Ribéry: "Facile, si è abituato. Mancano due difensori ma il campionato è lungo, siamo agli inizi. Ne perdiamo due. C'è Gagliolo che è un mancino e ci serviva per arricchire, ritroviamo Strandberg. Si tratta di giocatori che conosco e stiamo crescendo complessivamente".

Il mercato

C'è ancora un post over in lista. Sarà colmato? "Fabiani è stato abbastanza chiaro: il mercato della Salernitana è chiuso. Ribéry, invece, è stata una piacevole sorpresa e non pensavo si potesse arrivare a tanto. Adesso non bisogna farsi prendere dall'euforia ma sono convinto che non occorra tantissimo tempo, in ragione della sua struttura fisica per farlo salire di condizione. Il posto libero è una cautela e speriamo di non dover ricorrere per situazioni che riguardino infortuni. Dispiace per Capezzi, che era uno dei due, tre giocatori più in forma. E' calciatore intelligente, utile, prezioso. Mi fido di quello che dico i sanitari: mi dicono si tratti di una cosa non grave e quindi auspico si tratti di assenza temporanea".

I convocati

PORTIERI: Belec, Fiorillo, Russo;
DIFENSORI: Bogdan, Delli Carri, Gagliolo, Gyomber, Ranieri, Ruggeri, Strandberg;
CENTROCAMPISTI: Coulibaly L., Coulibaly M., Di Tacchio, Kastanos, Kechrida, Obi, Schiavone, Zortea;
ATTACCANTI: Bonazzoli, Djuric, Ribery, Simy, Vergani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Salernitana fa visita al Toro, parla Castori: "Dobbiamo fare punti"

SalernoToday è in caricamento