menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Salernitana di rigore: i granata passano a Trapani tra le polemiche, il commento della partita

Decide il penalty di Kiyine concesso per fallo di mano di Scognamillo. Granata in grande difficoltà contro la squadra isolana, fanalino di coda. Il Trapani recrimina a propria volta per due precedenti calci di rigore non concessi. Parapiglia nel secondo tempo: espulso Ventura

Rigore e vittoria: con due tiri in porta, compreso quello decisivo di Kiyine dagli undici metri al 27' del secondo tempo, la Salernitana sbanca Trapani e inguaia Baldini, il tecnico degli isolani, ora a rischio esonero. I granata vincono soffrendo, con un pizzico di fortuna (traversa dei siciliani, direttamente da calcio d'angolo) e tra mille polemiche, perché il Trapani ha a lungo recriminato per la mancata concessione di due calci di rigore, uno per tempo. Nella seconda circostanza, ne ha fatto le spese anche Ventura, espulso.

La classifica

In formula luna park - due tiri e un orsacchiotto - la Salernitana brinda al successo, cancella la sconfitta casalinga nel derby, si prepara al turno infrasettimanale con il Chievo Verona all'Arechi e nel frattempo compie un bel balzo in classifica: ora i granata sono terzi in classifica insieme all'Ascoli, a -1 dal tandem di testa Benevento-Entella e dopo aver messo alle proprie spalle il gruppetto composto da Pisa, Perugia, Empoli (8 punti), Pescara (7).

La tattica

Un cambio oibbligato in attacco - Djuric al posto dell'infortunato Jallow - e uno per scelta tecnica a centrocampo, Maistro al posto di Odjer. La Salernitana si presenta a Trapani con due volti nuovi rispetto al derby perso in casa contro il Benevento. Ventura non cambia spartito e sceglie il 3-5-2 per lo scacco matto ai granata di Sicilia: Trapani unica squadra a zero punti in classifica, con il peggiore attacco e l'allenatore Baldini a rischio esonero.

La cronaca

La Salernitana controvento nel primo tempo. Palla a terra, però, la squadra di Ventura soprende subito il Trapani: Maistro sfonda a destra, dribbla un avversario sulla linea di fondo campo e serve un assit prezioso, alle spalle della difesa siciliana. Nessun compagno, però, è pronto all'impatto. Il Trapani replica al 5': tiro dalla distanza - forte e centrale - di Taugourdeau, parato da Micai. Tante proteste al 16': Tulli scappa via a Cicerelli che poi lo rincorre, recupera e in area forse si aiuta con spalla e braccio, sbilanciando l'attaccante esterno avversario. Il Trapani protesta con veemenza ma l'arbitro Massimi non concede calcio di rigore. La squadra isolana insiste e si ripresenta in area al 18': è provvidenziale la diagonale di Di Tacchio su Pettinari. Si procede con strappi e fiammate: Djuric arriva in ritardo sul cross dalla destra di Cicerelli; Ventura chiede alle mezzali maggiore vivacità ma anche ai "quinti" di centrocampo. Ci prova Kiyine da sinistra: dribbling, converge sul destro e tira ma il pallone si spegne tra le braccia di Carnesecchi. Mentre il Trapani provvede alla prima sostituzione (Luperini per Colpani, infortunato) uno svarione di Micai - rilancio sbilenco - mette in moto Pettinari che fionda subito in pallonetto verso la porta sguarnita della Salernitana. Provvidenziale la deviazione di testa di Karo, ultimo baluardo (27'). 

Doppio brivido

La Salernitana dal 33' al 34' rischia due volte il tracollo. In entrambi i casi è Moscati il grande protagonista in casa Trapani: dapprima batte un calcio d'angolo velenoso e il pallone sospinto dal vento si stampa sulla traversa, a Micai battuto; sulla ribattuta con successivo cross dalla destra, la difesa granata è piazzata male, Moscati si infila tra Giannetti e Maistro, colpisce di testa ma il pallone finisce sull'esterno della rete, dando l'illusione del gol. Al 41', Trapani ancora vicino al vantaggio: incrocio di Tulli e "taglio" di Nzola che, però, arriva scarico alla conclusione, graziando Micai.

La ripresa

Stesso ritmo monocorde e ancora rischi per la Salernitana nel secondo tempo. Tutto nasce da un retropassaggio avventato di Jaroszynski per Migliorini. Si inserisce ed intercetta Nzola, punta Migliorini e indirizza all'angolo basso alla destra di Micai. Reattivo nella circostanza il portiere granata, che smanaccia.

Doppia espulsione

Dal 13' al 15' succede di tutto. Tulli triangola con Luperini e si presenta a tu per tu con Micai. Kiyine lo affianca e lo sbilancia. Il Trapani invoca il calcio di rigore ma l'arbitro, com'era accaduto nel primo tempo, non è dello stesso avviso. Ne consegue un accenno di rissa a centrocampo. Vi partecipa anche Jaroszynski che abbandona la propria area di rigore. Pure Ventura lascia la propria postazione: invade il campo, a gioco fermo, e intima al proprio giocatore polacco di ritornare dalle parti di Micai. L'arbitro, però, decide di espellere l'allenatore della Salernitana, insieme al proprio collega Baldini. Li segue negli spogliatoi il team manager Avallone, anch'egli espulso. Ventura salterà la sfida dell'ex al Chievo Verona, in programma mercoledì 25 settembre allo stadio Arechi.

Ci pensano Kiyine e  Micai

Il portiere della Salernitana ancora protagonista al 20': si distende alla sua sinistra per toccare il pallone calciato da Moscati dal limite dell'area. Neppure il tempo di recriminare per il secondo calcio di rigore non concesso e il Trapani si fa male da solo. Cross dalla sinistra di Kiyine, Scognamillo è ingenuo e tocca con il braccio. L'arbitro è a pochi passi e concede il penalty. Il vento sposta più volte il pallone dal dischetto ma Kiyine resta glaciale e spiazza Carnesecchi. Poi va ad esultare saltando su Kalombo che lo attende a bordocampo. Non è finita perché il Trapani non molla: Micai dice no al 35', respingendo la conclusione mancina - potente ma centrale - di Cauz. Nel frattempo De Patre, diventato titolare della panchina dopo l'espulsione di Ventura dispone tre cambi: Cerci, Lopez e Odjer per Giannetti, Firenze e Maistro. Odjer scalda i guanti a Carnesecchi: conclusione sul primo palo e calcio d'angolo. Ancora un brivido in pieno recupero per la Salernitana: cross dalla sinistra, Del Prete sovrasta Lopez e stacca di testa, pallone di un soffio alto sulla traversa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento