Lunedì, 22 Luglio 2024
Sport

Venezia - Salernitana 0-0: la cronaca del match

In laguna, nonostante un avversario non irresistibile, l'undici di Bollini si 'accontenta' del pari. Diverse le occasioni gol prodotte dai granata, ma è mancata la giusta cattiveria sotto rete per portare a casa i tre punti

Contro un timido Venezia, la Salernitana si accontenta del pari nonostante abbia dominato per lunghi tratti il match. L'undici di Bollini, pur non esprimendo un calcio scintillante, ha sfiorato in più occasioni il gol del vantaggio (soprattutto con Sprocati, che in almeno due casi ha avuto tra i piedi la palla del match) non riuscendo però a trovare mai quel guizzo vincente per portare a casa i tre punti. Il Venezia di Inzaghi, seppur volenteroso, ha evidenziato molte pecche nella costruzione nel gioco, grazie anche ad una buona diga a centrocampo. La squadra granata ha osato fin quando le gambe glielo hanno consentito, ma il caldo afoso e la scarsa lucidità negli ultimi 16 metri non gli hanno consentito di centrare la prima vittoria stagionale. 

LA CRONACA

Inizio gara al piccolo trotto e senza particolari sussulti. Primo timido tentativo della Salernitana al 6’, con un diagonale di Sprocati che non impensierisce il portiere lagunare Audero.  Al 17’ rispondo i padroni di casa con un palo clamoroso colpito da Bentivoglio a seguito di una conclusione a giro (un po' fortunosa) dal limite dell’area che sorprende Radunovic. Il gol sfiorato innesca l’asse Zampano-Falzerano che per oltre 15’ mette in difficoltà la retroguardia granata. Al 20’, un lampo di Rosina libera al tiro nuovamente Sprocati che da buona posizione scarica addosso ad Audero, l’estremo difensore lagunare si rifugia poi in angolo. L’ex Vercelli ci riprova al 27’, con un tiro dalla distanza che diventa però facile preda di Audero. Al 31’, si rivedono i ‘leoni’ veneziani con una sortita offensiva dell’ex granata Falzerano, la conclusione dai 20 metri dell’esterno di origine laziale si alza alta sulla traversa. Al 41’, si fa vedere di nuovo Falzerano con un’azione di rimessa, il tiro dalla lunetta dell’area di rigore però si spegne sul fondo. La frazione si conclude dopo 2’ di recupero con una Salernitana proiettata in attacco ma incapace di trovare la zampata giusta.

Nella ripresa, il primo acuto di frazione è sempre di marca granata, e sempre con Sprocati, stavolta con un destro velenoso che fa la barba al palo e mette i brividi ai tifosi locali. La Salernitana alza i ritmi e mette all’angolo la formazione di Pippo Inzaghi: Vitale e Sprocati sono vere e proprie spine nel fianco per i lagunari e creano non pochi grattacapi all'intero pacchetto arretrato dei leoni veneti. Al 9’, un tiro cross di Rosina viene disinnescato da un attento Audero. Al 13’, improvvisa fiammata dei padroni di casa che con Zigoni, il quale sfiora il gol del vantaggio con tiro potente ma impreciso. Pochi istanti dopo, ci prova per i lagunari anche Moreo con una botta dalla distanza che si spegne di poco alta sul fondo. Dopo la doppia fiammata, gli uomini di Inzaghi iniziano a tirare i remi in barca, favorendo il ritorno dei granata. Al 34’, bel rasoterra di Ricci da fuori area, Audero però anche stavolta controlla. Al 41’, folata di Gatto sull’out destro che impegna severamente Audero con un tiro cross velenoso. Gli ultimi minuti di gara però regalano poco allo spettacolo, le due squadre oramai boccheggiano in mezzo al campo e quasi desistono dall'affondare il colpo. Dopo 4' di recupero l'arbitro Piccinini manda tutti sotto la doccia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia - Salernitana 0-0: la cronaca del match
SalernoToday è in caricamento