menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicenza - Salernitana 0-0: "Prezioso pareggio al Menti"

La rivoluzione tattica di Torrente è efficace. Odjer sugli scudi. Bene Bernardini e Moro. Terraciano che brivido

Un brodino caldo, ma di questi tempi è tanta roba. Buon pareggio per la Salernitana in quel dello stadio "Romeo Menti" di Vicenza, grazie ad una prestazione finalmente gagliarda di Moro e compagni ed uno schieramento tattico - il 3-5-2- che sembra mettere a proprio agio la squadra.

Primo tempo sicuramente non bellissimo, le due compagini si studiano a centrocampo per oltre un quarto d’ora, a scapito della spettacolarità.E non è un caso che l'unica azione degna di nota è uno squillo di Gabionetta che si esibisce in una pregevole esecuzione al volo ma che finisce alta. L’approccio alla gara della squadra di Torrente è però quello giusto: ottime distanze tra i reparti, pressing alto e nessuna sbavatura. Pian piano la Salernitana prende coraggio e al 21’va vicinissimo al gol, con Colombo di testa: l’impatto con la palla purtroppo non è dei migliori. Lo scampato pericolo sveglia i padroni di casa, e al 21’con Modic e Giacomelli al 25’ sfiorano la rete del vantaggio. I granata non si lasciano intimidire e, anzi, prendono le redini della partita e rendendosi pericolosi con un tiro insidioso di Odjer al 34’ e un colpo di testa di Donnarumma al 41’.

Nella seconda frazione, il Vicenza parte con un altro piglio e già al 2’, durante una mischia in area di rigore, sfiorano ripetutamente il gol con Cinelli. I biancorossi provano a spingere, ma la difesa ospite tiene senza le "solite" sbavature difensive. Al 22' ci riprovano con Gatto, ma Terraciano fa buona guardia. La Salernitana dal canto suo, prova ad impensierire Vigorito con azioni di contropiede, ma al 28' Gabionetta non riesce a sfruttare una ghiotta azione di rimessa dopo una sgroppata di 30 metri. Al 38' un'uscita thriller dell'estremo difensore granata, fa raggelare le vene ai cento tifosi granata accorsi al Romeo Menti di Vicenza, ma per fortuna la difesa ci mette una pezza. Ma è al 46' però, in piena 'zona Cesarini', che i biancorossi si divorano il colpo da KO, con Galano libero di tirare in area di rigore: Terraciano stavolta è concentrato e riscatta la precedente indecisione con un plastica respinta.

I tabellini:

Vicenza (4-3-3): Laverone, El Hasni, Sampirisi, D’Elia, Gagliardini (11 s.t. Urso), Modic, Cinelli, Galano, Giacomelli, Gatto (39’ s.t. Pettinari).
In panchina: Marcone, Pazienza, Sbrissa, Bianchi, Rinaudo, Crestani, Dal Dosso

Allenatore: Pasquale Marino

Salernitana (3-5-2): Terracciano, Lanzaro, Empereur; Bernardini, Moro, Bovo, Odjer, Colombo, Rossi, Gabionetta (35’s.t. Eusepi), Donnarumma (24 s.t. Coda). In panchina: Strakosha, Ronchi, Pollace, Pestrin, Perrulli, Milinkovic, Troianiello.

Allenatore: Vincenzo Torrente

Arbitro dell'incontro: Francesco Paolo Saia della sezione di Palermo


Note: pomeriggio freddo; campo in buone condizioni. Spettatori: 8000 circa di cui un centinaio da Salerno. Ammoniti: Gagliardini, Cinelli, Giacomelli (V) Odjer, Bovo, Colombo (S). Espulso: Angoli:  3-2Recuperi: 0' pt - 2' st.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento