rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Sport

Vigor Lamezia-Salernitana, 0-1: ci pensa Calil a sferrare il colpo del ko in "zona granata"

Ancora una vittoria raggiunta nel finale per la squadra di mister Menichini. L'uomo partita, ancora una volta, subentra dalla panchina. Tre punti meritati contro i calabresi, pericolosi solo in un paio di circostanze

Gol partita di Calil, subentrato a Gabionetta nel corso della ripresa, a 4' dallo scdere dei 90' regolamentari, dopo un primo tempo tra Vigor Lamezia e Salernitana equilibrato ma tendenzialmente anonimo. Nella seconda frazione il colpo da tre punti dei Granata che legittimano una condotta di gara che nella seconda frazion è senz'altro preferibile a quella dei calabresi. Rete pesante, tre punti di platino che, ancora una volta, arrivano verso lo scoccare delle battute conclusive del match. Si inchina la Vigor Lamezia ad una Salernitana forte, solida e che trova ancora una volta nella indiscussa qualità della sua rosa le risorse per far propria la partita. Stavolta le frecce nell'arco di mister Menichini sono il già citato match-winner Calil e il redivivo Mounard, subentrato nel cuore della ripresa. Buona la gara di Tuia e Nalini, su quest'ultimo, prima del vantaggio, c'è un solare fallo da rigore, non concesso dall'arbitro.

LA PARTITA. Caldo quasi hawayano al D'Ippolito di Lamezia Terme. Oltre 30 i gradi a far da contorno al calcio d'inizio del match valevole per la quarta giornata del campionato di Lega Pro girone C. Salernitana in versione identica a quella che, una volta rivoltata a gara in corso da mister Menichini, ha rimontato e vinto le ultime due partite. Dentro Favasuli a far coppia con Pestrin nel cuore della mediana; Negro sulla sinistra del tridente alle spalle del terminale offensivo Mendicino. Compagni di reparto dell'ex Nocerina sono Nalini e Gabionetta. In difesa si rivede Tuia sull'out destro mentre su quello opposto è Colombo a presidiare. Panchina per Biachi, Volpe e Calil. Il trainer Menichini si aspetta non una rimonta, stavolta, ma una gara interpretata con intensità a partire dal 1' per venire a capo di una contesa senz'altro difficile e sferrare il primo allungo verso il comando solitario. Per i padroni di casa di mister Erra il ben assortito tridente offensivo Improta-Catalano-Del Sante risalta i valori di un egregio gruppo. Non si nasconde, dunque, neanche la Vigor Lamezia, sistemata con un propositivo 4-3-3. Duemila circa gli spettatori sugli spalti con un centinaio di fede granata.

Dopo 10' di studio in avvio, i Granata orchestrano bene un'azione avviata da Tuia che crossa, Gabionetta in piena area intercetta e Piacenti para. Si fa vedere la Salernitana, a tratti insidiosa col passare dei minuti ma la porta dei padroni di casa non corre seri rischi. Molti calci e poco calcio in campo e le azioni da gol non pervengono al nostro taccuino. Ritmo della partita continuamente spezzato da interventi fallosi. Ci prova la Vigor Lamezia al 35' ma il tiro dall'interno dell'area di rigore si spegne largamente fuori. Al 39' Pestrin commette una macroscopica leggerezza e si fa soffiare la sfera da Scarsella che si invola solitario verso Gori, il suo tiro è ribattuto dall'estremo difensore granata. Un sussulto nell'arco di una prima frazione da sbadigli, squadre al riposo sullo 0-0, disorganica la manovra delle contendenti, parziale sostanzialmente giusto con una nitida occasione da gol ciascuna.

Nella ripresa, al 2' punizione calciata da Negro dalla sinistra, all'altezza del corner, Tuia di testa trova la deviazione di un avversario e la sfera termina di poco fuori. Sul susseguente corner la palla taglia tutta l'area avversaria ma nessuno dei Granata riesce a piazzare la zampata vincente. Spettacolo con più costrutto sul rettangolo verde, all'8' si rende pericolosa la Vigor Lamezia con Del Sante ma è un nulla di fatto. 1' dopo netto fallo su Nalini che sguscia in area lungo la linea di fondo, per il direttore di gara è tutto regolare. Al 14' cross dalla sinistra di Mendicino, la schiacciata di Gabionetta verso la porta dei padroni di casa è innocua. Il carioca, di poi, lascia il campo per Calil. A metà ripresa il match ritorna molto poco gradevole. Al 24' percussione di Malerba che manda la palla di poco a lato. Si rivede, subito dopo, Mounard che fa il suo ingresso in campo al posto di Negro. Al 26' Ci prova Nalini sull'out sinistro d'attacco ma la sua conclusione si spegne fuori. Un giro di lancette dopo Mounard, di destro, dai venti metri scheggia la traversa. Appare ispirato il francese, molto mobile. Al 29' destro potente di Calil, Piacenti sventa in angolo, distendendosi sulla destra. Al 30' tiro-cross di Nalini, Puccio ribatte mandando sul palo, sfiorando l'autogol, Nalini raccoglie e tira ma Piacenti dice ancora no e sbroglia una rocambolesca azione. Arranca la Vigor Lamezia, la Salernitana incomincia a prevalere più o meno nettamente. Al 35' Volpe rileva Mendicino, apparso condizionato dal colpo al capo rimediato ad inizio partita. Al 41' il gol del vantaggio della Salernitana: ottimo lancio di Tuia da centrocampo, Calil lascia rimbalzare e, di destro, trafigge Piacenti. Ancora una realizzazione di un calciatore granata subentrato dalla panchina, ancora una rete pesante nei minuti finali della partita per i Granata. Vantaggio comunque meritato, la truppa di Menichini stava relegando ad un impalpabile gioco di rimessa la Vigor Lamezia. Dopo 4' di recupero è il terzo brindisi consecutivo per la Salernitana che mantiene il passo in vetta a quota dieci punti, terza vittoria consecutiva mentre sul campo un piccolo parapiglia si segnala al rientro delle squadre negli spogliatoi.

Il tabellino della gara

VIGOR LAMEZIA (4-3-3): Piacenti, Spirito, Gattari, Rapisarda, Di Bella (dal 16'pt Malerba); Giampà (dal 43'st Herd), Puccio, Scarsella; Improta, Catalano (dal 22'st Montella), Del Sante. A disp.: Rosti, Di Marco, Voltasio, Battaglia. All.: Erra

SALERNITANA (4-2-3-1): Gori, Tuia, Lanzaro, Trevisan, Colombo; Pestrin, Favasuli; Gabionetta (dal 19'st Calil), Nalini, Negro (dal 25'st Mounard); Mendicino (dal 35'st Volpe). A disp.: Russo, Bianchi, Pezzella, Giandonato, Volpe. All.: Menichini

?Arbitro: Caso della sez. di Verona (ass.: Saia-Ficarra)

Marcatore: 41' st Calil (S)

?Note: pomeriggio afoso. Campo in mediocri condizioni. Spettatori 2000 circa con un centinaio in rappresentanza ospite. Osservato un minuto di raccoglimento per ricordare Nicola Samele, direttore sportivo di molte squadre calabresi. Ammoniti: Colombo (S), Mendicino (S), Herd (V). Angoli: 1-4. Recuperi: 4'pt - 4'st.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigor Lamezia-Salernitana, 0-1: ci pensa Calil a sferrare il colpo del ko in "zona granata"

SalernoToday è in caricamento