rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

Dai morsi dei suoi simili, al canile, fino alla tanto attesa adozione: la storia del tenero Alfonso

La storia è quella di Alfonso, un pastore maremmano divenuto, negli anni, una vera e propria mascotte e simbolo del canile di Salerno grazie al suo carattere buono e la sua grandissima dolcezza

Una bellissima storia a lieto fine è quella raccontata, tramite social, dal Lega Nazionale per la difesa del Cane di Salerno. La storia è quella di Alfonso, un pastore maremmano divenuto, negli anni, una vera e propria mascotte e simbolo del canile di Salerno grazie al suo carattere buono e la sua grandissima dolcezza.

La storia

"Alfonso era con noi ormai da qualche anno, ne aveva passate davvero di tutti i colori - raccontano dall'associazione - Ritrovato in un torrente pieno di morsi per l’aggressione di altri cani, un delicato intervento alla zampa, una richiesta di adozione sfumata, tantissimi appelli e partecipazione ai nostri eventi. Ma poi - continuano - ci arriva una telefonata di Jennifer de La Cuccia di Fiby: Ho proposto Alfonso in adozione. Parole magiche che si sono velocemente trasformate in realtà!".

Dall'associazione, quindi, ringrazianto Jennifer, Ernesto, tutti i volontari ma soprattutto il signor Battista; "che ha adottato questo cagnone semplicemente straordinario".

Copyright 2024 Citynews

Si parla di

Video popolari

Dai morsi dei suoi simili, al canile, fino alla tanto attesa adozione: la storia del tenero Alfonso

SalernoToday è in caricamento