Dermatite atopica: fa tappa a Battipaglia la campagna di sensibilizzazione, al via le visite gratuite

Il 31 ottobre presso il G.O.I. Allergologia del Presidio Ospedaliero Santa Maria della Speranza di Battipaglia, diretta dalla Professor Vincenzo Patella, chi soffre di dermatite atopica potrà prenotare una visita di controllo dermatologico gratuito

Al via, la campagna nazionale di sensibilizzazione sulla dermatite atopica dell’adulto, “Dalla parte della tua pelle” che prevede visite dermatologiche gratuite su prenotazione per chi soffre di questa patologia. Promossa dalla “Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse” (SIDeMaST), l'iniziativa, il 31 ottobre, fa tappa a Battipaglia con consulti gratuiti su prenotazione in trenta centri ospedaliero-universitari in cui gli specialisti dermatologici saranno a disposizione per aiutare gli adulti che soffrono di dermatite atopica, per intraprendere il percorso di cura più adatto alle singole esigenze dei pazienti.  La Dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica non contagiosa che si caratterizza per prurito intenso e costante, forte secchezza della cute, comparsa di rossore diffuso e vescicole su diverse aree del corpo. La patologia ha un forte impatto sulla qualità di vita dei pazienti. In Italia si registra un’alta incidenza di dermatite atopica negli adulti: l’8,1% degli intervistati ammette di soffrirne, a fronte di una media del 4,9% di altri paesi. 

L'appuntamento

Giovedì 31 ottobre presso il G.O.I. Allergologia del Presidio Ospedaliero Santa Maria della Speranza di Battipaglia, diretta dalla Professor Vincenzo Patella, chi soffre di dermatite atopica potrà prenotare una visita di controllo dermatologico gratuito telefonando al numero 340 4279447 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 15. 


 Parla il Professor Vincenzo Patella

“Da diverso tempo per i pazienti con Dermatite Atopica, e specie per coloro che soffrono di forme gravi, non avevamo novità in campo medico per curare in modo efficace i disturbi di una malattia atopica, come la dermatite atopica, che colpisce in tutte le sue forme oltre il 10 percento della popolazione in generale. La possibilità di utilizzare farmaci di nuova generazione ci permette di fare sempre di più una terapia personalizzata per ogni tipo di paziente. In passato le forme gravi oltre il cortisone e la ciclosporina per i pazienti c’era poca speranza, oggi grazie a dei nuovi farmaci, gli anticorpi monoclonali, riusciamo a guarire anche le forme più gravi e più resistenti alla precedenti terapie.

Un ambulatorio dedicato aperto un giorno a settimana presso gli Ambulatori dell’Ospedale di Battipaglia darà la possibilità di seguire i pazienti affetti da tale malattia atopica, come la dermatite atopica, alla stregua di altre patologie come asma, rino-congiuntivite allergica, rino-sinusite e allergie alimentari”.

La Campagna “Dalla Parte della tua pelle” è promossa da SIDeMaST, supportata e promossa dalla ASL di Salerno, con il Patrocinio di ADOI (Associazione Dermatologi Venereologi Ospedalieri Italiani e della Sanità Pubblica) e di ANDEA (Associazione Nazionale Dermatite Atopica) e realizzata grazie al contributo incondizionato di Sanofi Genzyme. Per ulteriori informazioni:  Dallapartedellatuapelle.it    
 

 La dermatite atopica 

La dermatite atopica è una malattia infiammatoria cronica ad interesse sistemico non contagiosa che colpisce tra il 10 e il 20% in età pediatrica e circa il 5% in età adulta. La dermatite atopica è caratterizzata da un prurito intenso e costante, forte secchezza della cute, comparsa di rossore diffuso e vescicole su diverse aree del corpo che possono variare a seconda dell’età del paziente . La patologia in età adulta colpisce principalmente le mani e i piedi, le pieghe dei gomiti e delle ginocchia, i polsi e le caviglie, il collo, il viso e il torace. Il decorso è cronico recidivante, si alternano periodi di remissione parziale a periodi di peggioramento. E’ una malattia sistemica, complessa e multifattoriale scatenata, oltre che dalla predisposizione genetica, da fattori ambientali come l’inquinamento, l’esposizione ad allergeni alimentari, irritanti e allergeni da contatto. L’impatto sulla qualità della vita dei pazienti è significativo: l’aspetto della cute arrossata e desquamante può infatti interferire con le relazioni sociali e il prurito forte e incessante può causare difficoltà di concentrazione, perdita di sonno, stanchezza. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Si schianta con l'auto contro un albero: morta la 24enne di Auletta

  • Festa dell'Immacolata: non c'è il pienone in Campania, l'allarme dell'Abbac

  • La banda dell'Audi: è caccia ai ladri che svaligiano case di Salerno e provincia

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento