Caso vigili a Pagani, parlano i sindacati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Con riferimento alle dichiarazione diffuse sui media da parte del Sindaco e della Giunta comunale di Pagani , è opportuno precisare che in maniera fuorviante si trasmette l’informazione che “…i Vigili lavorano per garantire la sicurezza alla popolazione. Un lavoro che, secondo le Organizzazioni Sindacali, dovrebbe fermarsi il sabato e la domenica , unici giorni per i quali richiedono il riposo settimanale dei dipendenti sulla scorta non di una norma ma di un accordo con il precedente Comandante”, allora L’amministrazione non sa, o forse finge di non sapere, che la questione che viene posta dalle Organizzazioni Sindacali non è di “fermare” il servizio il sabato e la domenica ma di assicurare un’organizzazione dei riposi equa tra tutto il personale in servizio presso il Comando di Polizia Locale, perché il Comandante, su 27 unità di personale in servizio inquadrate come operatori di Polizia Locale, pretende che solo 11 di questi 27 debbano assicurare il servizio nelle giornate di sabato e domenica.

È evidente che oltre ad essere una manifesta violazione contrattuale, in quanto in un contesto di lavoro organizzato su turni, a concorrere alla copertura del servizio, anche nei festivi e prefestivi, debbano essere tutti gli operatori coinvolti, costituisce di fatto una discriminazione e vessazione (sono privati in maniera sistematica di ogni possibilità di vita in famiglia nelle giornate festive!!!) verso gli operatori che sono invece interessati da questo sistema di organizzazione, ed è di facile comprensione che se a concorrere all’effettuazione dei servizi nei fine settimanali fossero 27 operatori, ovviamente il carico di lavoro sarebbe meglio distribuito ed il servizio che verrebbe reso alla comunità sarebbe certamente migliore. Ragion per cui, le Organizzazioni Sindacali con questa vertenza vogliono assicurare alla comunità paganese il migliore dei servizi possibili, perché gli uomini della Polizia Locale, come è stato dimostrato in questi anni, sono sempre stati al servizio dei cittadini paganesi , nonostante le gravi carenze di organico, sopperite con turni massacranti, anche in occasione delle principali festività religiose. Non ci stiamo a far passare questo messaggio, il Sindaco si informi sulle modalità di organizzazione del servizio da parte del Comandante prima di assumere posizioni così nette, che disconoscono il ruolo ed il lavoro che in questi anni, anche precedenti al suo mandato, hanno svolto gli uomini della Polizia Locale per il bene del paese. Infine la solidarietà espressa verso il Comandante che in questi mesi si è reso responsabile di condotte antisindacali, che saranno accertate nelle sedi competenti, si spera che sia arrivata verso l’uomo ma non verso il professionista, perché l’ auspicio per tutti i lavoratori del comune di Pagani, è che l’Amministrazione sia all’oscuro dell’atteggiamento vessatorio del dottor Tortora, che con formali note ha inteso instaurare un clima di terrore più che di ordine, diversamente si tratterebbe di metodi condivisi politicamente, e questo aprirebbe un'altra questione che riguarda non solo il personale della Polizia Locale ma tutte le maestranze del comune. FP CGIL Salerno FIADEL Salerno Alfonso RIANNA Lucia PAGANO

Torna su
SalernoToday è in caricamento