Calci e pugni davanti ai figli, 38enne di Cava allontanato dal giudice

Le accuse sono di lesioni aggravate e maltrattamenti. Anche sotto effetto di sostanze alcoliche, avrebbe più volte picchiato la moglie con estrema violenza

Maltrattava la consorte, anche davanti ai figli piccoli. Per un 38enne di Cava de' Tirreni è scattato il divieto di avvicinamento. La vittima è la madre dei suoi due figli. La misura alla quale è stato sottoposto l'indagato risale a qualche giorno fa, con il provvedimento notificato dai carabinieri dietro disposizione del gip del tribunale di Nocera Inferiore. Le accuse sono di lesioni aggravate e maltrattamenti. Anche sotto effetto di sostanze alcoliche, avrebbe più volte picchiato la moglie con calci e pugni, procurandole lesioni guaribili - secondo referti medici - in circa venti giorni. Nei mesi di aprile, luglio, agosto e novembre 2018, la donna riportò diversi traumi, anche al setto nasale, per via delle botte subite. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con l'auto in litoranea a Pontecagnano: muore 47enne

  • Striscia la Notizia a Salerno: pazienti oncologici rinunciano agli esami per il blocco delle convenzioni

  • Furibonda lite in strada tra avvocatesse, a Pagani: la denuncia

  • Nuova allerta meteo in Campania: ecco le previsioni

  • Piazza della Libertà, i lavori saranno completati dalla "Rcm" di Rainone

  • “Si è spento serenamente”, ma l'uomo è vivo: Sarno tappezzata di "falsi" manifesti

Torna su
SalernoToday è in caricamento