Danneggia due finestrini di un treno e fugge: arrestato 47enne salernitano

Nel mese scorso si erano verificate altre rotture sospette di vetri di treni regionali dall’interno delle vetture. Di qui le indagini della Polizia Ferroviaria

Foto di repertorio

Un pregiudicato di 47 anni, G.D le sue iniziali, residente in provincia di Salerno, è fermato dalla Polizia Ferroviaria dopo che ha danneggiato due finestrini di una carrozza del treno regionale 7890 Eboli-Napoli utilizzando il martelletto che, di solito, si utilizza solo in caso di emergenza. Nel mese scorso si erano verificate altre rotture sospette di vetri di treni regionali dall’interno delle vetture. Per questo la Polizia, d’intesa con la direzione di Protezione Aziendale e la Polizia Ferroviaria, hanno predisposto dei controlli con personale dipendente a bordo dei treni e nelle stazioni di quella tratta.

Il fatto

Lo scorso martedì gli uomini di Protezione Aziendale, a bordo del treno regionale 7890, hanno notato i movimenti sospetti di un viaggiatore il quale, dopo essere stato controllato, risultando non in regola con il titolo di viaggio, era stato invitato a scendere nella stazione di Salerno. Lui però, eludendo la sorveglianza del capotreno, impegnato in altre incombenze, ha proseguito la corsa fino a Napoli Gianturco dove ha danneggiato i due vetri per puro sfregio. E così è stato notato dal personale di Protezione Aziendale che, non perdendolo di vista un attimo, ha avvertito la Polfer che, nel frattempo, si era già attivata per bloccarlo. Sceso alla stazione di Napoli, il teppista è stato indicato agli agenti della Polizia Ferroviaria che lo hanno arrestato per danneggiamento aggravato. L’uomo è stato giudicato per direttissima nella giornata di ieri presso il Tribunale di Napoli e condannato a due mesi e venti giorni di reclusione con sospensione condizionale della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I clan attivi in provincia di Salerno: nuova relazione dell'Antimafia

  • Sta per aprire "Mizzica": degustazioni siciliane nel centro di Salerno

  • Dramma a Cava, giovane precipita dal balcone e muore

  • Suicidio a Campagna, 31enne si toglie la vita: comunità a lutto

  • Chiudono le edicole, parlano i giornalai: "Con 800 euro non si può vivere"

  • Arancini, crocche e specialità siciliane: inaugurata "Mizzica" a Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento